Sos salute
Mal di gola: curalo naturalmente

Quando la gola “brucia” possiamo alleviare il fastidio facendo affidamento a svariate cure dolci e panacee naturali, scegliendo tra i classici rimedi della nonna oppure con l’aiuto della fitoterapia. Propoli, tea tree oil, zenzero, acqua e sale etc. Fiori di Bach e olii essenziali, poi ci danno un supporto anche dal punto di vista psicosomatico

Il mal di gola è un tipico disturbo dei mesi invernali e dei cambi di stagione. Può essere dovuto a un virus o batteri, o anche a sbalzi di temperatura, aria condizionata, aria troppo secca o troppo umida, esposizione a sostanze irritanti, etc. I sintomi del mal di gola, che generalmente corrisponde a faringite o laringite, sono: irritazione e arrossamento della gola, bruciore e difficoltà a deglutire, sensazione di un corpo estraneo o un pelucchio in fondo alla gola, secrezioni di muco e talvolta abbassamento della voce. Il mal di gola, poi, può trasformarsi o essere accompagnato da raffreddore, tosse, febbre o vera e propria influenza. Quando compaiono i primi sintomi di mal di gola, è bene intervenire subito. Per fortuna abbiamo a disposizione diversi rimedi naturali.

 

I migliori rimedi naturali per guarire dal mal di gola

Il rimedio naturale per eccellenza contro il mal di gola è la propoli, sostanza prodotta dall’operosità della api a partire da polline e cera, attraverso l’uso di enzimi specifici. La Propoli vanta potenti virtù anti-batteriche e disinfettanti. Sotto forma di spray fa spruzzato direttamente in gola alla comparsa dei primi sintomi. In erboristeria poi si trovano anche pastiglie solubili e sciroppi a base di Propoli. Altro rimedio ottimo per le sue proprietà antisettiche è lo zenzero, che ha anche la funzione di antibiotico naturale. Può essere consumato così com’è, masticando un pezzetto di zenzero fresco per disinfettare la gola e placare il fastidio; oppure si può tagliare a fettine sottili per preparare un decotto di zenzero da bere così com’è oppure dolcificandolo con del miele. Un rimedio fitoterapico ad hoc per faringiti e laringiti è il Tea tree oil, da utilizzare diluito in acqua per fare dei gargarismi che distruggano i germi. Un altro buon rimedio da usare come collutorio contro il mal di gola è il Ribes nigrum, da diluire in acqua per fare gli sciacqui. Dopodiché ci sono varie piante medicinali che fanno al caso nostro, possono essere impiegate per preparare infusi con cui fare gargarismi oppure per preparare tisane da bere utili a farci guarire. La Rosa canina e l’echinacea, ricche di vitamina C, innalzano le difese immunitarie; la Malva e l’Altea, dalle proprietà emollienti, sono utili a lenire e proteggere la mucosa della gola; l’erismo detto anche “erba dei cantanti”, invece, è utile in caso di abbassamento o perdita momentanea della voce. Dall’Ayurveda, poi, arriva il Golden milk che, grazie alla presenza di curcuma che potenzia le nostre difese immunitarie, ci aiuta a guarire più velocemente.

 

I rimedi della nonna sono sempre efficaci contro il mal di gola

Il classico latte caldo e miele la sera è il rimedio della nonna più gettonato. Per gli intolleranti al lattosio, il latte vaccino può anche essere sostituito con latte di mandorla dal potere emolliente. Va bene anche solo un cucchiaino di miele preso prima di andare a dormire, allevia bruciore e arrossamento. In caso di mal di gola, le nostre nonne poi ci consiglierebbero sicuramente di fare gargarismi con limone oppure aceto di mele, entrambi dalle proprietà antibatteriche naturali, vanno aggiunti a un bicchiere di acqua a temperatura ambiente. L’aceto di mele, poi, può essere utilizzato anche per preparare suffumigi, aggiungendone due cucchiai a una pentola di acqua bollente, con eventualmente anche del bicarbonato. Altro rimedio d’altri tempi contro il mal di gola persistente (soprattutto in presenza di placche) è quello di fare gargarismi con acqua e sale (mezzo cucchiaino in un bicchiere d’acqua). Per poi passare a soluzioni più “dolci” come l’infuso di salvia e timo, dalle virtù antibatteriche, da bere varie volte durante la giornata. Oppure il decotto di alloro e liquirizia, antinfiammatorio e addolcente; la liquirizia in bastoncini può anche essere masticata per produrre saliva che disinfetti e allevi i bruciori di gola. Un’altra tisana che si può preparare in casa per far passare il mal di gola è quella a base di cannella e pepe. Sempre le nostre nonne era delle vere esperte nel preparare caramelle balsamiche fatte in casa a base di erbe, come la menta. Oppure lo sciroppo al pino mugo, balsamico e decongestionante, va bene anche in caso di tosse e raucedine.

 

Oli essenziali per sconfiggere il mal di gola

In aromaterapia si posso usare varie essenze dalle proprietà antisettiche e decongestionanti, per alleviare i fastidi e far passare l’infiammazione. Possiamo metterli nei diffusori di ambiente oppure ingerirli, mettendo poche gocce in un cucchiaino di miele. L’olio essenziale balsamico per eccellenza è l’eucalipto, che allevia i fastidi, rinfrescando le mucose. Il tea tree oil, invece, è impiegato per le sue proprietà antibatteriche e antiinfiammatorie. Dopodiché la menta, con la sua proprietà antisettica, dona sollievo in caso di infiammazione. Quindi il timo, decongestionante, lenisce le mucose arrossate. Anche il Mirto aiuta a decongestionare la gola infiammata. Il Limone lenisce i sintomi grazie alle sue virtù antibiotiche. Infine la Mirra, può essere impiegata per mantenere un ambiente asettico.

 

Cosa fare e cosa non fare in caso di mal di gola

Quando siamo colpiti da faringiti o laringiti, in primo luogo, è bere molta acqua durante tutto l’arco della giornata, per “lavare” l’infiammazione e idratare il corpo. Se si è fumatori, sarebbe ottima cosa smettere di fumare. Anche curare l’alimentazione in questi giorni è molto importante per guarire più velocemente. Una buona abitudine in presenza di mal di gola è quella di cambiare spazzolino appena compaiono i primi sintomi e, una volta guariti e passato il fastidio, buttare via lo spazzolino “contaminato” dai batteri, che altrimenti potrebbero di nuovo infettarci, e usarne uno nuovo. Evitare di praticare sport in ambienti troppo umidi o, viceversa, troppo secchi. Sarebbe utile avere un deumidificatore nella camera da letto. In alternativa, aggiungere qualche goccia di olio essenziale balsamico (eucalipto, tea tree oil) nei diffusori di aromi oppure nell’acqua degli umidificatori dei caloriferi.

AGGIUNGI UN COMMENTO
Vuoi ricevere aggiornamenti sull'argomento?
Iscriviti alla nostra newsletter
Test della settimana
Cosa vorresti eliminare del tuo carattere?