Depressione lieve: i rimedi naturali per scacciarla
Sos salute

Depressione lieve: i rimedi naturali per scacciarla

La depressione non maggiore si può superare con la psicoterapia e con l’aiuto dei rimedi naturali giusti, senza ricorrere subito agli psicofarmaci

Depressione: i numeri di un'epidemia

Secondo studi recenti, nel mondo occidentale gli antidepressivi figurano al terzo posto tra i farmaci più venduti: solo in Italia ne fanno uso circa 12 milioni di persone, tra cui 400 mila bambini e adolescenti. Vi sono molte cause dietro un simile numero, anche perché nella cultura attuale sentimenti naturalii come la tristezza o il bisogno fisiologico di vivere momenti di solitudine vengono visti con sospetto e considerati un possibile sintomo di depressione. Così il termine “tristezza” è praticamente scomparso dal linguaggio comune: solo i bambini piccoli usano ancora dire "sono triste", mentre già nella prima adolescenza si passa a "sono in depressione".

Quando è depressione e non tristezza

Dal punto di vista medico si può parlare di depressione solo se l’alterazione dell’umore è persistente (in assenza di un lutto recente), produce disturbi clinicamente significativi o compromette il funzionamento sociale, lavorativo. Di fatto però anche le persone più equilibrate possono sperimentare in alcuni momenti della vita stati di depressione, o attraversare periodi di calo dell’umore per vari motivi senza per questo essere “malate” di depressione maggiore. In tutti questi casi possiamo ricorrere alla medicina e ai rimedi naturali che, oltre a non intossicare l’organismo, hanno il vantaggio di essere “su misura”: modellabili cioè in base alla natura della persona, alle caratteristiche specifiche del disturbo e agli eventi che ne hanno determinato la comparsa. Le origini di una depressione possono essere molto diverse e ognuna di esse richiede rimedi naturali specifici. Ecco quali sono le più comuni e i rimedi indicati di volta in volta.

Rimedi naturali per la depressione da carenze nutrizionali

È stato ormai dimostrato che esiste una relazione diretta tra cattiva alimentazione e depressione e che numerosi micronutrienti esercitano un ruolo sia nella produzione che nel rilascio di neurotrasmettitori. Uno studio inglese dell'Hull York Medical School ha riscontrato un legame diretto tra depressione e carenza di acido folico (vitamina B9) e vitamina B12, coinvolte nella sintesi di dopamina e noradrenalina; il triptofano è indispensabile per produrre serotonina e melatonina, mentre ferro, selenio e vitamina C aumentano l’ossigenazione del cervello. Se dopo una dieta troppo restrittiva o un periodo di alimentazione sregolata vi ritrovate con l’umore a terra, apatici e depressi, assumete per almeno un mese il gemmoderivato di Avena sativa nella dose di 50 gocce in poca acqua due volte al giorno, prima di colazione e cena. Ricca di micronutrienti, ricostituente, antidepressiva e sedativa, restituisce rapidamente energia al corpo e al cervello.

Rimedi naturali per la depressione reattiva

Qualunque persona normale sperimenta sentimenti depressivi, spesso accompagnati da sensi di colpa e caduta di autostima, dopo un lutto o un abbandono, un trauma fisico, perdite professionali, economiche o di immagine. Il problema nasce quando la depressione tende a perdurare oltre il tempo fisiologico necessario all’elaborazione del lutto. Per accelerarne la risoluzione possiamo ricorrere all’omeopatico Staphisagria 200 CH monodose, rimedio delle ferite affettive e delle “ingiustizie” della vita, ovvero di tutto ciò che, in qualche modo, costituisce una perdita o una lesione al nostro Io, compresi i traumi fisici e le operazioni chirurgiche. In caso di insonnia, la tintura madre di biancospino, nella dose di 40 gocce un'ora prima di dormire.

Rimedi naturali per la depressione stagionale

La depressione stagionale o SAD, dall'acronimo inglese "Seasonal Affective Disorder", è una sindrome meteoropatica legata alle variazioni del clima, del tempo o della stagione che si manifesta con una caduta del tono dell'umore accompagnata da ansia, disturbi del sonno e dell'appetito e stanchezza profonda, in concomitanza con le variazioni climatiche o stagionali. Un ottimo rimedio per questa sindrome è l'iperico: aumenta la trasmissione serotoninergica con effetto antidepressivo e ansiolitico senza alterare i livelli di attenzione, la memoria e il sonno. Si assume in tintura madre, 30 gocce in poca acqua due volte al giorno, mezz'ora prima dei pasti principali. Prima di assumerlo è opportuno consultarsi con il medico, perché interferisce con alcuni farmaci, tra cui la pillola anticoncezionale. Il rimedio omeopatico per la depressione stagionale è Natrum sulfuricum 15 CH se ne assumono 5 granuli una volta al giorno in caso di depressione stagionale accompagnata da apatia, indolenza e stanchezza cronica.

Rimedi naturali per la depressione ormonale

Depressione, ansia, irritabilità, emicranie, calo libidico, sono i sintomi che si ritrovano accomunati nelle depressioni del climaterio, quel periodo che accompagna la donna verso la menopausa, ma anche nell'andropausa maschile. Il fitoterapico da usare nel climaterio è l’agnocasto: oltre a riequilibrare il tono dell'umore contrasta i disturbi neurovegetativi connessi, come tachicardia, vampate, vertigini, spasmi gastroenterici, insonnia, irritabilità, sbalzi d’umore ecc. La sua azione stimolante a livello dell'ipofisi ristabilisce i normali livelli di prolattina e contribuisce a mantenere il giusto equilibrio tra estrogeni e progesterone, con benefiche ricadute sulla salute di ossa e capelli. Si assume in tintura madre, 40 gocce al giorno per almeno tre mesi.

Natrum muriaticum è un rimedio omeopatico unisex, adatto sia alla depressione ormonale maschile che a quella femminile. Scontroso, solitario, insicuro di sé, il tipo psicologico natrum muriaticum ama stare da solo e nei momenti cupi si isola da tutti, perché non sopporta di essere consolato. Insonne, soffre di cefalea la mattina al risveglio, irritazioni della pelle e stipsi. Si assume alla diluizione 30 CH, 5 granuli due volte al giorno.

Anche le essenze floreali offrono un valido aiuto per superare rapidamente le depressioni da scompenso ormonale. Particolarmente efficace è Mustard, estratto dai fiori della senape selvatica, utile anche, assieme a Star of Bethlehem, per riequilibrare rapidamente il tono dell'umore nel post-partum.

Rimedi naturali per la depressione da "ingorgo di tossine"

Quando si tratta di depressione, si tende a cercarne l'origine negli eventi della vita, nello stress o in qualche alterazione degli ormoni e dei neurotrasmettitori cerebrali. Solo raramente ci si sofferma sullo stato di salute dell'organismo, dimenticando che un cervello può lavorare bene solo se è adeguatamente nutrito e ossigenato. Molto spesso, le patologie organiche si annunciano con la caduta del tono dell'umore prima ancora che compaiano sintomi specifici. La cosa è particolarmente evidente nei bambini, che quando stanno "covando" un malanno diventano piagnucolosi e insofferenti ben prima che compaia la febbre. Se il calo dell'umore si accompagna ad astenia, sonnolenza, irritabilità e difficoltà a organizzare i processi mentali, la prima cosa da fare è disintossicare l'organismo, in particolare il fegato, soprattutto se ultimamente avete abusato di alcool, fumo, grassi e farmaci come antibiotici, antinfiammatori e antipiretici. Il rimedio naturale più indicato allo scopo è la tintura madre di carciofo, nella dose di 40 gocce diluite in poca acqua minerale due volte al giorno, per un mese.

Lycopodium clavatum è l'omeopatico consigliato nelle crisi depressive accompagnate da ritiro in se stessi con tendenza a rimuginare e preoccupazione per il futuro, in persone soggette a infiammazione di fegato e intestino, vertigini la mattina alzandosi dal letto ed emicranie martellanti. Si assume alla diluizione 5 CH, 5 granuli due volte al giorno per due settimane.

Nux vomica è invece adatto alle persone molto attive, determinate, impegnate professionalmente e socialmente che tendono ad abusare di pranzi e libagioni alcoliche nelle occasioni conviviali e, tutto a un tratto, entrano in crisi. Il calo dell'umore si accompagna a un senso di vuoto, la persona si sente spenta, insoddisfatta e passa le notti insonne a rimuginare sul passato, sugli errori commessi e le occasioni mancate. Si assume alla 9CH, 5 granuli due volte al giorno fino a miglioramento.

APPROFONDISCI
Riza Psicosomatica
Riza Psicosomatica

È il mensile di psicologia che aiuta a occuparsi di sé per vivere bene e migliorare la qualità delle nostre relazioni.

CONSIGLIATO PER TE
Salute Naturale
Salute Naturale

La rivista che propone un modo nuovo di prendersi cura della propria salute

AGGIUNGI UN COMMENTO
Iscriviti alla newsletter RIZA e ricevi notizie e suggerimenti per prenderti cura di te!
Test della settimana
Test della settimana
Come vivi le tue paure?