Così i sensi di colpa scompaiono
Tu | fiducia in se stessi

Così i sensi di colpa scompaiono

Esistono tecniche psicologiche basate sull’immaginazione che possiamo usare tutti i giorni per superare i sensi di colpa ritrovando sicurezza e autostima

Uno dei fattori che più incrinano l’autostima è il senso di colpa. Per qualcuno è una sensazione vaga ma continua: si sentono inadeguati, mancanti, anche se non sanno bene di cosa. Intimiditi, insicuri, si aggirano spaventati e finiscono per stare bene solo tra le mura di casa o con pochissime e selezionate persone. Per altri invece il senso di colpa si manifesta in modi più espliciti. Sono coloro che – col partner, con gli amici, al lavoro - esagerano, sbottano, si infiammano e fanno piazzate per niente sentendosi sempre aggrediti, ruggendo come belve per poi, un attimo dopo, pentirsi, sentirsi “da schifo”, chiedersi cosa penseranno gli altri, cercare di correre ai ripari o peggio ancora innescare tortuosi tentativi di “tenere il punto” che loro stessi sanno essere sbagliato.

Ti senti vittima dei sensi di colpa? Fai il test!

Quando si affaccia la tigre

«Con Daniele litigo sempre più spesso. Fa il chitarrista in un gruppo, me ne sono innamorata perdutamente e lui di me, ma ovviamente è sempre in giro a suonare, non sempre posso seguirlo e io impazzisco di gelosia. Lo so che devo controllarmi, che esagero, che mi devo fidare delle sue rassicurazioni, che sono sospettosa e paranoica. Però non ce la faccio. L’ultima volta ero infuriata a tal punto che ho aperto la finestra e ho buttato di sotto una delle sue chitarre. Mi sentivo una belva ma un istante dopo mi ero già pentita. Lui si è infuriato e se n’è andato sbattendo la porta, non l’ho visto né sentito per tre giorni. Sono stata malissimo, ho pianto in continuazione, mi sentivo un’idiota perché sto rovinando tutto». Alessandra si vergogna, si sente colpevole. Ma in quel momento si era sentita una belva. La donna innamorata e la belva ferita si affacciano dentro di lei come due entità in lotta e lei è il terreno di battaglia, dilaniata tra le due. Attenzione, in queste immagini Alessandra ha già la chiave per ritrovare il benessere e l’autostima, che non può arrivare finché cerchiamo di domarci ma solo quando le forze in campo trovano un accordo.

Leggi anche: Liberati dai sensi di colpa e scopri chi sei

Accoglila dentro di te

Quando sei posseduto dai sensi di colpa la prima cosa da fare è chiudere gli occhi e visualizzarli. A occhi chiusi guarda dentro di te quello che puoi fare di trasgressivo o distruttivo, guarda “il male”. Accoglilo, non scacciarlo. Via via che trova posto dentro di te, vedrai che arriverà un primo senso di sollievo. Il dolore legato alla lotta contro il male, contro l’imperfezione, si placa e ti accorgi che i tuoi difetti sono parte di te e che devi averne cura, come fai con le parti belle, quelle che mostri con orgoglio agli altri. Non esiste solo il lato in luce, la bontà senza il suo opposto è una finzione. Il carattere è fatto di luci e di ombre e se non si esprime pienamente, o ci spegniamo, o il lato censurato sta acquattato fino a quando può balzarti addosso. Ma la cosa decisiva che puoi fare con i sensi di colpa è trasformarli in immagine.

Dalle emozioni all’immagine: un simbolo ti salva

A che animale somiglia il senso di colpa? Visualizzalo. Una tigre, un coniglio, un uccello, uno scorpione... Fai diventare il tuo “difetto” un compagno di viaggio. Così, l’Alessandra che ha litigato ora è anche una tigre, una belva feroce, e non c’è lotta tra loro: si fanno forza a vicenda. Sì perché un’azione sbagliata può essere perdonata, dimenticata, rimossa, punita, può essere occasione di ragionamenti contorti da cui non si riesce più a uscire. Ma una tigre no, una tigre è una tigre! Ecco: se trasformi le tue emozioni in un’immagine diventeranno come un totem, una specie di talismano. Dentro Alessandra c’è l’immagine di un felino pronto a difenderla. Saperlo la renderà più sicura. Il male, travestito da tigre, fa meno paura, diventa un alleato... Ci sono forze antiche, istintive, primordiali che ci assalgono, ma allo stesso tempo ci difendono. Se possiamo essere anche una tigre arrabbiata, allora c’è spazio per il lato opposto di Alessandra, la tranquillità. Senza gli artigli quella tranquillità non sarebbe una scelta autentica ma solo un ripiego temporaneo.

Leggi anche: Via i sensi di colpa e rinasci!

Trova il tuo talismano e lascia che ti protegga

Trasformare il senso di colpa in un animale è un esercizio che chiunque può fare per creare la propria immagine-talismano. Ecco i tre passi da seguire per riuscirci:

  • Chiudi gli occhi e ripensa all’azione che ti ha fatto sentire in colpa, sbagliato, colpevole. Visualizza e percepisci quella sensazione, quel dolore. Fagli spazio dentro di te, lascialo accomodare senza giudicarlo.
  • Sempre a occhi chiusi immagina che il “difetto” che ti fa star male - timidezza, rabbia, invidia - diventi un animale, quello che meglio ti rappresenta in quei momenti in cui non ti piaci. Non pensarci troppo, fidati del tuo intuito. Lascia che quell’animale si aggiri nella tua fantasia liberamente, per un po’, sentilo come una parte di te.
  • In seguito, se vuoi, puoi usare quell’animale come guida portandolo sempre con te, ad esempio come ciondolo di un portachiavi, o in una foto da tenere nel portafoglio. Toccalo e rievoca la sua immagine ogni volta che ti senti incerto, o colpevole, o insicuro.
  • Quanto più siamo unilateralmente idealisti e coltiviamo il desiderio di perseguire sempre il bene e la giustizia, tanto più cooperiamo involontariamente con il male. Se invece provassimo a tenere conto anche del lato negativo potremmo evitare di essere improvvisamente sopraffatti dall’aspetto oscuro della vita. Se perseguire il bene potrà sempre rimanere il nostro fine, dovremo però diventare più modesti e sapere che se siamo troppo buoni costelliamo per compensazione l’aspetto distruttivo”.
    Marie-Louise Von Franz
TAG
SENSO DI COLPA
SUPERARE I SENSI DI COLPA
INSICUREZZA
AUTOSTIMA
APPROFONDISCI
Il giornale dell'Autostima - Luglio/Agosto 2017
Il giornale dell'Autostima - Luglio/Agosto 2017

Star bene con te stesso è l'unica cosa che conta

CONSIGLIATO PER TE
Il giornale dell'Autostima - Settembre/Ottobre 2017
Il giornale dell'Autostima - Settembre/Ottobre 2017

Quali sono i falsi problemi che possono mettere a rischio la nascita di un am...

AGGIUNGI UN COMMENTO
Iscriviti alla newsletter RIZA e ricevi notizie e suggerimenti per prenderti cura di te!
Test della settimana
Test della settimana
Come vivi le tue paure?