Cervello giovane grazie al cacao
Cibo

Cervello giovane grazie al cacao

I polifenoli di cui il cacao è straricco aiutano la funzionalità cerebrale: in particolare, aiutano a prevenire il rischio Alzheimer

In genere gli alimenti più buoni e golosi sono anche quelli meno salutari. Ma c’è un’eccezione: tra i maggiori alleati della salute e della longevità troviamo infatti il cacao. È un vero e proprio “alimento funzionale”: ricco di polifenoli antiossidanti, vitamine e minerali, i suoi principi attivi agiscono a vantaggio dell’organismo e in particolare del sistema nervoso, che contribuiscono a stimolare, ringiovanire e corroborare. Il cacao si ricava dalla pianta Thoebroma cacao: i grossi frutti, le cabosse, contengono semi che vengono estratti, fatti essiccare e poi lavorati. Per le popolazioni indigene dell’America Centrale, questi semi erano un dono divino, venivano tra l’altro usati alla stregua di una moneta.

Ad importare il cacao in Europa furono i primi conquistatori spagnoli. Subito molto apprezzati anche in Europa, i semi di cacao furono usati a partire dal Cinquecento per preparare bevande, un privilegio per le classi benestanti. Solo a metà dell’Ottocento il cacao fu macinato e usato per la prima tavoletta di cioccolato.

LEGGI ANCHECioccolato, alleato di umore e salute

Il cacao migliora le prestazioni mentali

Il cacao, grazie a polifenoli, tannini e flavonoidi, favorisce la circolazione del sangue e aumenta anche il flusso di sangue nel cervello. Più cresce l’irrorazione sanguigna, più le cellule cerebrali sono “nutrite” e ossigenate, e di conseguenza l’attività cerebrale risulta potenziata, con buoni effetti su memoria e capacità di ragionamento. Lo ha dimostrato, tra gli altri, uno studio della Harvard Medical School di Boston. I ricercatori hanno monitorato il cervello di 60 soggetti con più di 70 anni in buone condizioni di salute psicofisica. Per un mese i partecipanti allo studio hanno evitato di mangiare cioccolato e hanno invece bevuto, due volte al giorno, una bevanda al cacao ricca di antiossidanti. Al termine dello studio i soggetti hanno mostrato un netto miglioramento dell’irrorazione sanguigna a livello cerebrale, con risultati migliori nei test di memoria e di verifica delle prestazioni mentali.

I polifenoli del cacao sono antiossidanti

Grazie all’abbondanza di polifenoli, il cacao ha un notevole potere antiossidante: spazza via i radicali liberi, inibisce alcuni mediatori dell’infiammazione e mantiene giovani tessuti e organi, con benefici soprattutto sul sistema nervoso, sul sistema immunitario e sull’apparato cardiovascolare. Secondo una ricerca pubblicata su Chemistry Central Journal, tra l’altro, il potere antiossidante dei semi di cacao è davvero da record: essi contengono addirittura più flavanoli e polifenoli della frutta. Questi ultimi sono per natura amari, dunque il cacao amaro (meglio se ricavato da semi non tostati) ne contiene molti di più. Il massimo è comunque nei semi di cacao non tostati. Anche il cioccolato extrafondente ne apporta una certa quantità, benché la lavorazione e il calore ne disperdano una parte. A impreziosire il cacao dal punto di vista nutrizionale, ci sono anche potassio, magnesio, ferro e altri sali minerali, vitamine, proteine e acidi grassi essenziali. Un mix che rende cacao e cioccolato alimenti energizzanti e ricostituenti, adatti anche a sportivi o persone convalescenti: tra il Settecento e l’Ottocento, a questo scopo, venivano addirittura venduti nelle farmacie.

LEGGI ANCHECol cacao addio a colesterolo e adipe

Il cacao previene l'Alzheimer

La capacità di migliorare l’irrorazione sanguigna e le prestazioni mentali (anche in persone di età avanzata) ha suggerito che il cacao potesse essere una risorsa utile a frenare la degenerazione cognitiva di patologie come demenza senile e Alzheimer. Tra i vari studi che hanno cercato conferma in questa direzione, ce n’è uno condotto dalla Icahn School of Medicine di Mount Sinai (New York) e dalla Kanazawa University Graduate School of Medical Science di Kanazawa (Giappone). I ricercatori si sono concentrati in particolare sul morbo di Alzheimer. Indagando gli effetti degli estratti di cacao sull’insorgenza e la degenerazione di questa malattia, gli scienziati hanno notato che l’alimento, grazie ai numerosi polifenoli antiossidanti che contiene, potrebbe rivelarsi utile alla prevenzione. Esistono diversi altri studi che hanno evidenziato risultati simili. È stato notato, ad esempio, che un’assunzione costante di cacao riduce lo stress ossidativo a livello cerebrale e migliora la capacità cognitiva negli anziani.

TAG
CACAO PROPRIETÀ
CIOCCOLATO PROPRIETÀ
CIOCCOLATO BENEFICI
CACAO BENEFICI
APPROFONDISCI
Alimentazione Naturale
Alimentazione Naturale

La natura “sa” sempre cosa serve al nostro corpo per stare bene...

CONSIGLIATO PER TE
L'indispensabile cacao
L'indispensabile cacao
Come scegliere il cioccolato giusto per proteggere cuore e cervello
AGGIUNGI UN COMMENTO
Iscriviti alla newsletter RIZA e ricevi notizie e suggerimenti per prenderti cura di te!
Test della settimana
Test della settimana
Come vivi le tue paure?