Bruxismo: i rimedi naturali più efficaci
Sos salute

Bruxismo: i rimedi naturali più efficaci

Il bruxismo, ovvero digrignare i denti di notte, è un disturbo molto fastidioso che puoi superare con questi rimedi naturali

Bruxismo” è il termine medico che indica la tendenza a digrignare inconsapevolmente i denti serrando con forza la mascella. Secondo le statistiche questo disturbo negli ultimi anni è notevolmente aumentato - in Italia oltre 15 milioni di persone - e a favorirne la diffusione sarebbero i ritmi di vita sempre più frenetici.

Può capitare a tutti, nei momenti di stress, di digrignare inconsapevolmente i denti, ma quando il fenomeno perdura nel tempo, può scatenare sintomi come emicranie lancinanti. La contrazione involontaria dei muscoli mascellari a lungo andare può determinare un irrigidimento dei muscoli del collo, l'occlusione mandibolo-mascellare, infiammazioni al nervo trigemino e l'usura dello smalto dentale. Il bruxismo è un fenomeno che avviene generalmente di notte durante il sonno e rientra tra le cosiddette parasonnie, ma spesso si manifesta anche di giorno. il senso d’indolenzimento mattutino al collo e al viso è un campanello d'allarme  che ci deve indurre ad approfondire.

LEGGI ANCHEBruxismo: c'entra anche la psiche?

Bruxismo: le cause

Non ci sono cause univoche sull'insoegenza del bruxismo, ma la letteratura medica ne riconosce principalmente tre:

  • Stress e ansia
    Secondo le ricerche, oltre il 70% dei casi di bruxismo notturno è dovuto a stati di stress ed ansia non risolti, che inducono una persistente tensione muscolare di cui la persona spesso non è cosciente. Periodi di forte tensione,rabbia inespressa, difficoltà relazionali con i membri della famiglia, col partner o sul lavoro, con conseguente senso di frustrazione, possono dar luogo a un inconscio digrignamento dei denti che si manifesta durante il sonno, quando l’inconscio è libero di esternare le proprie emozioni.
     
  • Farmaci
    Alcuni medicinali antidepressivi, in particolare paroxetina, fluoxetina e sertralina possono dar luogo, nei soggetti sensibili, a episodi di bruxismo.
     
  • Cause posturali
    Dovute ad alterazioni del corretto allineamento della spina dorsale (cifosi, lordosi, scoliosi) o a vizi posturali persistenti.

Bruxismo: le conseguenze

La contrazione della muscolatura orale, con conseguente sfregamento e usura delle  arcate dentali, danneggia lo smalto, esponendo il dente all’attacco di germi patogeni, rendendoli più fragili e corrodendoli fino rimpicciolirli. Inoltre infiamma le gengive, che possono iniziare a dolere per lo schiacciamento e per possibili infezioni che arrivano al tessuto molle. Altre conseguenze del bruxismo possono essere:

I rimedi naturali che aiutano a controllare il bruxismo

Per contrastare il bruxismo possiamo ricorrere ai rimedi naturali capaci di agire sul sistema nervoso centrale, contrastando ansia e tensione nervosa e rilassando la muscolatura orale. Ecco i più indicati:

Melissa

Nota fin dall'antichità per il suo effetto ansiolitico e miorilassante, la melissa è considerata il miglior sedativo vegetale per il sistema nervoso ed è particolarmente indicata in tutti i casi di bruxismo associato ad ansia e nelle somatizzazioni di origine nervosa, per la sua capacità di rilassare la muscolatura liscia e di riequilibrare il sistema neurovegetativo. Utile anche contro le emicranie e l’insonnia, si assume in Tintura madre, nella dose di  40 gocce diluite in un po’ d’acqua 2 volte al giorno, lontano dai pasti.

Tiglio

Ricco di flavonoidi e mucillaggini dall'azione antisettica ed antinfiammatoria sulle mucose, il tiglio è considerato un eccellente antistress naturale per le sue straordinarie proprietà rilassanti. Ottimo in tutti i casi di bruxismo da stress e tensione nervosa, può essere usato come infuso anche in gravidanza o allattamento e nei bambini. Modo d'uso: Macerato glicerico di Tilia Tomentosa MG 1DH,  50 gocce diluite in acqua mezz’ora prima di coricarsi.  

I rimedi omeopatici

  • Staphisagria è il rimedio omeopatico consigliato nel bruxismo che compare dopo una forte frustrazione emotiva su base affettiva, o dopo aver subito un'ingiustizia, un sopruso o una mortificazione che hanno generato rabbia e risentimento. Si assume alla diluizione 15CH, nella dose di 3 granuli tre volte al giorno, fino a miglioramento.
  • Belladonna è l'omeopatico indicato nel bruxismo da tensione nervosa, con gengive gonfie, rosse e sanguinanti. Si assume alla diluzione 9CH, 3 granuli la sera prima di coricarsi.

Oligoelementi e vitamine

Per contrastare lo stress è utile l'oligoelemento Zinco: se ne assume una fiala la sera, prima di coricarsi. Molto utile è anche un'integrazione di Vitamina B5 o acido pantotenico, che aiuta a ridurre il nervosismo. Se ne assumono 500 mg 2 volte al giorno.

TAG
BRUXISMO
DENTI
APPROFONDISCI
Salute Naturale
Salute Naturale

La rivista che propone un modo nuovo di prendersi cura della propria salute

CONSIGLIATO PER TE
Guida pratica alle cure naturali
Guida pratica alle cure naturali
Erbe, integratori e oli essenziali per la salute di tutta la famiglia
AGGIUNGI UN COMMENTO
Iscriviti alla newsletter RIZA e ricevi notizie e suggerimenti per prenderti cura di te!
Test della settimana
Test della settimana
Come vivi le tue paure?