Con le foglie di acetosa ripulisci fegato e reni
Erbe e fitoterapia

Con le foglie di acetosa ripulisci fegato e reni

L'acetosa, nota anche come erba brusca, è ricca di vitamina C, fibre e ossalati, sostanze indispensabili alla salute e al buon funzionamento degli organi filtro

L'acetosa (Rumex acetosa), chiamata anche acetosella francese, erba brusca oppure ossalida, è una pianta rustica che appartiene alla famiglia delle Poligonacee. È molto diffusa nelle campagne, nei luoghi erbosi, rocciosi e si trova fino a 2500 metri di altitudine. Le sue foglie sono caratteristiche, sia per lo spessore e la consistenza che per il sapore acidulo. In realtà tutte le diverse componenti dell’acetosa (foglie, gambo e radici) hanno un sapore acre e acidulo, dovuto fondamentalmente al loro contenuto di vitamina C e di ossalati, il che fa sì che l’acetosa venga utilizzata da sempre, oltre che a scopo alimentare anche con finalità medicamentose.

Insalata di acetosa, ottimo depurante primaverile

L'acetosa era già conosciuta nell’antichità come pianta officinale; l'imperatore Carlo Magno ne intensificò la coltivazione nei giardini dei chiostri monastici: i medici medievali la utilizzavano per lenire peste e colera e, grazie all’alto contenuto di vitamina C, per contrastare lo scorbuto. Oggi le foglie fresche di acetosa vengono usate, in primavera, per preparare gustose insalate depurative, ma le sue notevoli proprietà diuretiche la rendono efficace anche nel trattamento dei disturbi renali ed epatici. L'acetosa ha una valida azione anche come digestivo, antisettico e antinfiammatorio, soprattutto delle mucose delle vie respiratorie in caso di infezioni e irritazioni.

Ecco tutte le virtù fitoterapiche dell'acetosa

  • Favorisce i processi di autodepurazione
    Le foglie di acetosa svolgono un’azione disintossicante e stimolante sul fegato e sullo stomaco; aggiungete le foglie fresche all’insalata e alle zuppe, o servitele come contorno.
     
  • È diuretica, drenante e disinfetta l’intestino
    Gli antrachinoni presenti nelle parti verdi dell'acetosa stimolano la peristalsi intestinale, combattono la stipsi e accelerano l’eliminazione delle scorie metaboliche.
     
  • Decongestiona le vene e tonifica la circolazione
    L’acetosa fluidifica la circolazione sanguigna di piedi e gambe e sostiene il microcircolo. Con il decotto si prepara un pediluvio utile in caso di stasi linfatica e crampi.
     
  • Potenzia le difese immunitarie
    L’alto contenuto di vitamina C rende l’acetosa assai utile per aumentare l’immunità e per migliorare la risposta dell’organismo allo stress.
     
  • È antinfiammatoria
    Sotto forma di decotto o di tisana, l’acetosa diventa un ottimo collutorio da usare per gli sciacqui in caso di stomatiti, mal di gola e gengiviti.

TAG
DEPURARE FEGATO
DEPURARE RENI
ACETOSA
APPROFONDISCI
Depura il fegato con i rimedi verdi
Depura il fegato con i rimedi verdi

Così rigeneri tutto l'organismo e ringiovanisci le cellule

CONSIGLIATO PER TE
Salute Naturale
Salute Naturale

La rivista che propone un modo nuovo di prendersi cura della propria salute

AGGIUNGI UN COMMENTO
Iscriviti alla newsletter RIZA e ricevi notizie e suggerimenti per prenderti cura di te!
Test della settimana
Test della settimana
Come vivi le tue paure?