Ansia senza motivo? Ecco cosa fare subito
Ansia

Ansia senza motivo? Ecco cosa fare subito

L'ansia senza motivo è una particolare forma d'ansia che sembra arrivare senza alcuna causa apparente: inutile cercare spiegazioni, la cedevolezza è la sola terapia...

Ansia improvvisa senza motivo: perchè arriva?

A volte, senza un apparente motivo arrivano nella nostra vita delle sensazioni spiacevoli: ansia, angoscia, paure, brutti pensieri… Sono sensazioni caotiche e confuse, che non ci danno pace, ma sono anche momenti da cui possiamo riemergere spontaneamente. Bisogna però stare attenti perché proprio in questi casi si possono commettere errori che trasformano un episodio di ansia in qualcosa di duraturo, una sofferenza psicologica che ci accompagna per molto tempo.

Ho l'ansia senza motivo: cosa faccio?

L’errore da evitare, quando ci viene a trovare un’ansia senza motivo, è cercare di capirla, di spiegarla. Il caos è venuto a trovarci e noi cerchiamo subito di dargli un ordine, di “normalizzarlo”, di curarlo, al fine di farlo sparire al più presto. In che modo lo facciamo? Con due operazioni sbagliate: cerchiamo una causa che stia alla base di quelle sensazioni sgradevoli; in secondo luogo, la individuiamo in un evento, o in una persona, o in una situazione che ci è accaduta o, al limite, in noi stessi, in una nostra carenza.

"Certi litigi con mio figlio mi gettano nell’angoscia: e se avessi sbagliato tutto? Forse sono stato troppo egoista? Forse non sono stato un buon padre. Non me lo perdonerei mai"

oppure

"È così, da quando mi ha lasciato non mi sono più ripresa, lui era la luce della mia vita e ora mi sono spenta. La mia ansia nasce da lì"

e ancora:

"Non ho fatto niente di importante nella vita, solo cose inutili, e ogni tanto, quando ci penso o me ne accorgo, è come una rivelazione: mi sale l’ansia e sto male finché riesco a distrarmi. Ma così è peggio perché non risolvo niente!"

... e così via.

Come si vede dagli esempi, individuare “la causa dei disagi” significa mettere la nostra vita sul banco degli imputati per giudicare cosa non vada. Osserviamo noi stessi con lo sguardo freddo dell’analisi razionale. In realtà cercare la causa dei dolori dell’anima, e quindi dell'ansia, può farci più male dei dolori stessi. La “causa” non è che una semplificazione brutale della complessità del mondo interiore, che non si basa solo sulla legge di causa-effetto.

Attancchi d'ansia senza motivo: come gestirli

Chi soffre di ansia senza motivo, oppure di ansia mattutina,angosce,paure e così via, sta vivendo un momento particolare: da una parte è aggrappato a un’immagine di sé, a un ordine troppo rigido della propria vita (o ad esempio della propria casa); dall’altra l’anima, da dentro, cerca di scalfire quell’ordine, di distruggerlo attraverso il caos. Quest’ultimo svolge quindi una funzione positiva: i disagi interiori vengono perché abbiamo perso la strada e vogliono spingerci a rimetterci in gioco; se li ascoltiamo se ne andranno. Abbandonandoci alle intuizioni, impressioni e immagini che si formano in noi, ci possiamo infatti accorgere che il dolore passa più rapidamente del previsto. Se perdiamo tempo a spiegare i nostri disagi, non solo li rendiamo inutili, ma li cronicizziamo.

LEGGI ANCHELa sedentarietà aumenta l'ansia

Per evitare di rendere cronica l’ansia senza motivo come accade quando la analizziamo razionalmente e cerchiamo una causa, proviamo a dire ciò che sentiamo con poche, pochissime parole: ciò che non può essere detto in breve, è sempre una creazione mentale. "La mia ansia viene da lontano, è una storia lunga…". Se dici: “è una storia lunga” vuol dire che nella tua testa c’è sempre lo stesso episodio, una replica senza fine. Sei tu che continui a riprodurlo trasformandolo così in un compagno di viaggio. Se invece sei qui, di volta in volta, anche l’ansiasenza motivo che arriva è l’ansia di questa volta, è nuova e vuole portarti in territori nuovi, sconosciuti. La metamorfosi è l’unico processo continuo della vita. Siamo un’interrotta metamorfosi. Solo le nostre idee possono bloccarla, come quando diciamo: “Devo capire la causa della mia sofferenza”. La cedevolezza è la strada maestra per sciogliere i disagi; la resistenza e lo sforzo di capire li rendono più forti, e alla lunga cronici.

APPROFONDISCI
Breve corso per vincere l'ansia
Breve corso per vincere l'ansia

Siamo convinti che l’ansia dipenda sempre da qualcosa o da qualcuno e c...

CONSIGLIATO PER TE
Riza Psicosomatica
Riza Psicosomatica

È il mensile di psicologia che aiuta a occuparsi di sé per vivere bene e migliorare la qualità delle nostre relazioni.

AGGIUNGI UN COMMENTO
Iscriviti alla newsletter RIZA e ricevi notizie e suggerimenti per prenderti cura di te!
Test della settimana
Test della settimana
Come vivi le tue paure?