Psicosomatica
Sindrome premestruale, malattia o disagio psichico?

La sindrome premestruale è un disturbo che prende di mira soprattutto le donne sempre attive e sotto pressione: la soluzione è rompere i ritmi innaturali

Se il ciclo mestruale diventa un problema

Se non è un'epidemia poco ci manca. Negli ultimi 10-15 anni i disturbi femminili legati al ciclo sono in forte aumento. La sindrome premestruale in particolare colpisce sempre più donne, con sintomi psicofisici che occupano anche dieci giorni al mese e che in diversi casi trasfigurano il loro modo di essere e di pensare. Le mestruazioni dolorose sono sempre più frequenti anche in chi prima le sopportava bene. Ma sono aumentate anche le mestruazioni prolungate, gli spotting improvvisi, le emorragie non dovute a cause organiche evidenti. E poi le alterazioni del ciclo: cicli troppo brevi, salti di ciclo, tendenza all'irregolarità. Cosa sta accadendo? All'origine c'è spesso una vita "innaturale". I conflitti, i sovraccarichi, le tensioni emotive, la stanchezza, le separazioni sono tutti aspetti stressanti che, oltre un certo limite, possono alterare il ciclo.

Se i "cicli" della vita non sono più naturali

All'origine di queste problematiche della sfera femminile e in particolare della sindrome premestruale possiamo senz'altro metterci una vita vissuta con intensità eccessiva, qualunque cosa si stia facendo e in qualunque stato d'animo. Un'intensità frenetica che non conosce pause, che rinuncia al ritmo naturale fatto di alti e bassi, dovuta soprattutto ai tanti ruoli che oggi la donna deve ricoprire. È su questo che bisogna intervenire per impedire l'insorgenza di problematiche del ciclo e quindi della sindrome premestruale. Occorre uscire, almeno mentalmente, dal pericoloso ingranaggio quotidiano, che appiattisce le naturali alternanze del corpo femminile e ritrovare il senso di una ciclicità che coinvolge l'organismo della donna e il cosmo nel suo complesso. Occorre insomma tornare all'antica saggezza tipica del mondo contadino, che sa adattare la sua azione ai cicli della vita.       

Come si "presenta" la sindrome premestruale

Sintomi fisici

  • Dolore al seno.
  • Crampi e dolori addominali.
  • Cefalea.
  • Acne.

 

Sintomi psichici

  • Alterazione dell'umore, depressione.
  • Sensazione di pesantezza.
  • Instabilità del comportamento.
  • Difficoltà di concentrazione.


Cosa fare:

Rispetta le tue "stagioni" e non spremerti troppo: la sindrome premestruale se ne  andrà

-Non trascurarti

Le alterazioni del ciclo mestruale (in particolare la sindrome premestruale), per quanto fastidiose, sono il tentativo "saggio" del corpo di fermare la tendenza a chiudersi nel flusso degli impegni, dentro ritmi troppo frenetici. Se impari a non trascurare questi sintomi  e a rispettare quello che ti stanno dicendo, dolori e disturbi spariranno in breve tempo.

-Coltiva il tuo terreno

L'utero è il simbolo della terra feconda. Come il contadino rispetta i tempi del terreno che deve coltivare, così la donna non può chiedere a se stessa né di spremersi troppo, né di "coltivarsi" sempre nello stesso modo. Bisogna alternare gli interessi, cambiare, rispettare le stagioni e le esigenze personali.

- Cambia ritmo

Molti disturbi del ciclo, tra questi la sindrome premestruale colpiscono donne che non sanno mai "tirare il fiato". È molto utile allora apprendere un modo più lento e naturale di respirare, attraverso tecniche specifiche indicate da esperti. Ritrovare un respiro migliore amplia per analogia il respiro esistenziale e aiuta a dire di no a una vita troppo "stipata".

AGGIUNGI UN COMMENTO
Vuoi ricevere aggiornamenti sull'argomento?
Iscriviti alla nostra newsletter
Test della settimana
Come affronti una delusione amorosa?