Così ritrovare la tranquillità è facile
L'aiuto pratico

Così ritrovare la tranquillità è facile

In ogni istante dell'esistenza possiamo incontrarla: questo esercizio di immaginazione può aiutarti a riuscirci in modo semplice e immediato

La tranquillità è uno stato interiore sempre presente che possiamo vivere sempre. È vero però che spesso, nella vita di tutti i giorni, ci sembra quasi impossibile. Occorre un po’ di allenamento per riattivare una capacità naturale, che tutti abbiamo, di “ricentrarci” su noi stessi e tornare calmi. Per questo abbiamo voluto proporvi questa esperienza immaginativa: si tratta di un esercizio da svolgere da soli, quando ne abbiamo voglia, in uno spazio silenzioso e tranquillo. Durante l’esercizio si attivano in particolare le facoltà immaginative del cervello. Le immagini hanno un ruolo fondamentale e un effetto immenso sul cervello: sono il suo primo linguaggio e possono favorire trasformazioni profonde nella sua struttura, e di conseguenza nel nostro modo di affrontare le circostanze.

Osserva bene la tua vita

 Prova a osservarti in un momento abituale della tua giornata; puoi essere a pranzo coi colleghi, o in famiglia, possono esserci due persone oppure dieci o magari sei da solo... Osserva bene le cose che fai, le cose che dici agli altri e poi quelle che dici a te stesso... Ascolta le frasi che affiorano nella tua mente: "Speriamo che non mi venga l’ansia"; "Non devo più sbagliare";  "E adesso cosa dovrei dire?"; "Cosa farebbe adesso una buona madre?". Osservati: sei lì, immerso in questa scena, e non sei contento. Sei tutto assorbito dall’esterno: “tu”, non ci sei...

Scendi nell’interiorità

 Adesso prova a pensare che, mentre sei lì e ti senti senza un centro, del tutto condizionato dagli eventi esterni, la tua attenzione si rivolga progressivamente verso l’interno, verso il tuo mondo interiore... I rumori pian piano si attenuano e diventano ovattati, le immagini sfumano... È un mondo caldo, accogliente, in cui sei come sospeso e protetto... Sei come un feto che galleggia, beato, nel suo liquido amniotico. Da fuori ti arrivano gli echi della confusione, ma qui, dentro di te, tutto è tranquillo, estatico. Come se fossi cullato dalle onde del mare, un mare infinito e calmo... Galleggi e ti fai portare... Non c’è più alcuna opposizione, in questo buio silenzioso ti senti protetto, sei parte del tutto.

Ritrova il tuo centro

 Quando stavi nell’utero eri unito a una madre che ti nutriva, adesso sei collegato a un centro misterioso che ti sostiene e ti dà equilibrio e vivi una pace profonda... Ora guarda quella scena iniziale, con dolcezza... stavi male perché non eri centrato in questa dimensione che abita in te, in questo buio accogliente... Puoi osservare te stesso nelle situazioni, te stesso che ripete sempre le stesse cose, che litiga sempre per gli stessi motivi... ma basta che ogni tanto nella giornata orienti l’attenzione verso l’interno, verso questo centro profondo, e immagini di galleggiare in questo liquido amniotico e puoi all’istante sentire la pace: non c’è alcuna lotta da fare, stai bene, tutto è perfetto così...

I risultati che ottieni

  • Stai bene durante l’esperienza.
  • Diventi consapevole del tuo mondo interiore.
  • Ti abitui a considerarne l’importanza.
  • Ne esci più leggero, sereno, rivitalizzato.
TAG
TRANQUILLITÀ
SERENITÀ
ESPERIENZA
IMMAGINAZIONE
STRESS
APPROFONDISCI
Mandala Therapy - I paessaggi n. 8
Mandala Therapy - I paessaggi n. 8

Colora i mandala della serenità

CONSIGLIATO PER TE
L'arte di rilassarsi in pochi minuti
L'arte di rilassarsi in pochi minuti

Ecco gli esercizi che ci restituiscono subito l'equilibrio interiore

AGGIUNGI UN COMMENTO
Iscriviti alla newsletter RIZA e ricevi notizie e suggerimenti per prenderti cura di te!
Test della settimana
Test della settimana
Come vivi le tue paure?