Dimagrire
Digerire bene, il segreto per dimagrire

Se vuoi davvero dimagrire, il primo passo è una sana digestione: ti aiutano insalate, erbe ed estratti che riattivano la normale funzionalità dell'intestino

Una buona digestione è l'arma in più di chi non ingrassa. Il motivo è semplice: quando il corpo elabora correttamente il cibo, non accumula scorie e, di conseguenza, non forma gas e fermentazioni. Se vuoi dimagrire e sospetti di essere ingrassata perché stomaco, fegato e intestino sono affaticati, affidati alle sostanze naturali che eliminano acidità, stipsi e gonfiori. Eccone quattro che ti aiutano a digerire e a dimagrire in modo sano e veloce.

Leggi anche: digerire bene, la natura ti dà una mano

La cicoria drena il fegato intasato di grassi

Questa pianta amara, che cresce in primavera negli orti e nei prati, in genere si gusta in insalata, ma anche le sue radici sono utili per stimolare l’attività del fegato. La cicoria aiuta a digerire e a dimagrire perchè aumenta la produzione di bile, facilitando la metabolizzazione dei grassi; inoltre attiva l’intestino pigro e combatte il meteorismo. Se hai esagerato con carne e cibi fritti, se hai la pancia che “borbotta”, se soffri di sonnolenza a fine pasto e se dopo mangiato devi sempre allentare la cintura, la cicoria fa decisamente per te!

L'intestino infiammato non ti fa digerire? Usa il coriandolo 

Del coriandolo si consiglia di masticare i semi, indicati contro i disturbi da cattiva digestione, nausea, alitosi e spasmi dovuti a fermentazione intestinale. Il coriandolo previene i fenomeni di autointossicazione alimentare (quella cioè dovuta allo stazionare nell’intestino di sostanze in decomposizione), è antispasmodico, carminativo e stimolante. Assumilo se di solito consumi cibi molto speziati, salati o freddi che irritano l’intestino: anche questo ti aiuta a dimagrire.

L’alloro previene le fermentazioni che non fanno dimagrire 

L'alloro si usa in cucina per insaporire le carni e renderle più digeribili, ma vanta anche notevoli proprietà eupeptiche e carminative. Gli oli essenziali contenuti nelle sue  foglie  hanno un’azione stimolante e anti fermentativa sullo stomaco, e ne disinfiammano le mucose. Ti aiuta se mangi spesso in preda allo stress, assimili male e tendi ad avere di nuovo fame (soprattutto di dolci) poche ore dopo i pasti, un vero problema per chi deve dimagrire.

Col carvi contrasti pesantezza e aerofagia

Del cosiddetto “cumino dei prati” si usano i frutti (erroneamente definiti semi), che contengono oli essenziali carminativi, flavonoidi, acido oleico e acido linoleico. Il carvi esercita un’azione sedativa sull’eccessiva motilità della muscolatura viscerale e contrasta l’aerofagia; inoltre combatte la flatulenza, cioè la formazione anomala di gas che si generano a livello del duodeno. Se soffri spesso di colon irritabile, crampi addominali e scariche intestinali.

APPROFONDISCI
10 regole per dimagrire e non ingrassare più

I trucchi e le strategie che funzionano davvero per perdere peso in modo sano e non riprenderlo più

CONSIGLIATO PER TE
Il formidabile cocco

Abbassa la pressione, regola il colesterolo, fa dimagrire e rigenera il cervello

AGGIUNGI UN COMMENTO
Vuoi ricevere aggiornamenti sull'argomento?
Iscriviti alla nostra newsletter
Test della settimana
Come affronti una delusione amorosa?