Ragadi e geloni alle mani: ecco i rimedi naturali
Sos salute

Ragadi e geloni alle mani: ecco i rimedi naturali

Ragadi e geloni sono fastidiosi disturbi invernali che possiamo affrontare con la fitoterapia e le cure dolci, le più efficaci e prive di effetti collaterali

Le mani sono la parte del nostro corpo più esposta agli sbalzi climatici. Con il freddo invernale, queste nostre estremità sono spesso attaccate da ragadi e geloni. Le ragadi sono molto fastidiose e possono sanguinare se profonde. Quando la pelle è secca e disidratata possono comparire, in genere sulle nocche, sui polpastrelli, tra le dita, fino alle zone intorno alle unghie. I geloni sono invece bolle rosse e infiammate e causano molto prurito e gonfiore alle estremità corporee: questo disturbo fastidioso è dovuto ad un’alterazione dei capillari e dei piccoli vasi sanguigni che percorrono il tessuto cutaneo. La causa di questi sintomi è da attribuire al passaggio repentino dall’esposizione al freddo ad un ambiente caldo ed il disturbo può persistere anche per diversi giorni.

Indice dell'articolo

Ragadi e geloni: perché si formano

L'inverno è una stagione difficile per la salute: spesso i geloni e le ragadi sono segnali premonitori di quelle carenze minerali e vitaminiche che poi facilitano le reazioni al freddo. Controllare l'alimentazione, assumere molti liquidi e praticare dei movimenti per facilitare la circolazione delle nostre estremità è fondamentale. Questi fastidiosi disturbi, se non curati bene, possono originare infezioni fastidiose.

Il calor dolce in nostro soccorso

Prendersi cura delle proprie mani con delicatezza e amore è un'ottima ricetta per trovare sollievo a questo fastidioso problema. Se le tue mani manifestano il sintomo delle ragadi o dei geloni, evita di riscaldare bruscamente la pelle esponendola violentemente al calore di un calorifero bollente o vicino ad altre fonti di calore. Le tue mani devono essere riscaldate il prima possibile, ma in modo graduale, ossia a calore moderato. Per prima cosa quindi, massaggiati dolcemente le mani con movimenti circolari.

Coccole all'olio d'oliva

Per gli antichi greci l’oliod'oliva era preziosissimo. Non solo gli atleti si ungevano d’olio prima di combattere corpo a corpo, ma i vincitori delle olimpiadi ricevevano una corona di rami d’ulivo e ottenevano come premio anfore d’olio, oltre alle odi dei poeti e a inestimabile rispetto da parte dei cittadini. L’olio d'oliva ha molteplici proprietà, tra cui quella di essere un ottimo coadiuvante nella resistenza alle infezioni, proteggendo l'epidermide dalle aggressioni esterne come freddo, vento e sole. Quindi, questa pratica antichissima è ancora oggi utilissima nella prevenzione delle ragadi e dei geloni.

Sale marino integrale: un grande antisettico naturale

Il sale integrale è facilmente assorbibile dal corpo e contiene oligoelementi che favoriscono i processi fisiologici delle cellule. Favorisce il pH alcalino, stimola il sistema immunitario, disintossica ed energizza. Utilizzalo assieme all'olio d'oliva per un bagno ristoratore... alle tue mani! In una ciotola versa dell'acqua tiepida riscaldata a 35 gradi; aggiungi un cucchiaio di olio d'oliva e un cucchiaino di sale marino integrale. Immergi le mani nella ciotola per circa 10 minuti e dedicati all'ascolto di un brano musicale rilassante. Quando l'acqua sarà a temperatura ambiente, asciugale dolcemente e preparati a una maschera curativa.

Usa l'olio di mandorle dolci

Ottimo per la pelle disidratata, quest'olio va applicato con un leggero massaggio preferibilmente dopo il bagno. L'azione emolliente e lenitiva lo rende molto indicato nel trattamento delle pelli secche e irritate, e per attenuarne il prurito.

La carezza del miele

I benefici del miele sulla pelle sono parecchi: ha proprietà antibatteriche, nutrienti e antiossidanti; inoltre aiuta a incrementare la produzione di collagene. I suoi enzimi agiscono come un esfoliante delicato, eliminando le cellule morte e rendendo la pelle delle mani più sana e luminosa, contrastando gli sgradevoli effetti di ragadi e geloni. Prepara così la tua maschera curativa al miele: poni in un contenitore in vetro un cucchiaio di miele liquido e uno di olio di mandorledolci, fino ad ottenere un composto omogeneo. A questo punto passa la maschera al miele sulle mani, facendo dei massaggi circolari e allungando dolcemente le dita, alternando il movimento da una mano all'altra. Lascia che il composto agisca per circa 30 minuti. Al termine, rimuovi il prodotto in eccesso utilizzando una salviettina imbevuta in acqua tiepida.

Le vitamine che ti servono

Mangiare in modo corretto gioca un ruolo fondamentale ed importante non solo per la nostra salute ma anche per prevenire e curare ragadi e geloni. Le vitamine che entrano in campo contro questi disturbi sono:

  • La vitamina C (contenuta in arance, kiwi, prezzemolo, rucola e tutte le brassicacee in genere) necessaria a mantenere l’elasticità e il benessere di tutto l’apparato vascolare.
  • La vitamina D che troviamo in trota, salmone, pesce spada, sgombro, aringa, sardina, tonno, uova, latte, cacao e cioccolato.
  • La vitamina E (che troviamo in olio di oliva e frutta secca in genere) che favorisce la guarigione ripristinando l’equilibrio cutaneo.
  • È utile inoltre l'assunzione di bromelina, un enzima che funge da antinfiammatorio naturale e che troviamo nell'ananas.

L'aiuto del macerato glicerico aesculus hippocastanum

Le gemme fresche di questo rimedio, trasformate in macerato glicerico, presentano un'azione terapeutica che si rivolge soprattutto ai vasi venosi. Sono il rimedio specifico della stasi e della congestione venosa degli arti.

Posologia del gemmoderivato: assumere 50-150 gocce due – tre volte al giorno in poca acqua.

Esercizi per le tue mani

Aiuta la tua circolazione con questi semplici esercizi:

  1. Stringi i pugni appoggiando le tue mani sulle spalle; dolcemente alza le braccia verso l'alto e stira le mani; poi riabbassa le braccia lungo i fianchi e ripeti il tutto per otto volte.
  2. Tenendo le dita morbide, batti le mani: controlla che i tuoi polsi non siano in tensione ed esegui questo movimento per circa un minuto.
  3. Strofina le mani una contro l'altra, immaginando di dover accendere il fuoco di un falò, per circa un minuto.
  4. Al termine, massaggia dolcemente le dita di tutte e due le mani.
AGGIUNGI UN COMMENTO
Articoli collegati
    Iscriviti alla newsletter RIZA e ricevi notizie e suggerimenti per prenderti cura di te!
    Test della settimana
    Test della settimana
    Come vivi le tue paure?