Schisandra, la bacca che combatte freddo e stress
Integratori

Schisandra, la bacca che combatte freddo e stress

L’avvicinarsi del cuore dell’autunno e l’aumento del carico di lavoro possono affaticare il corpo e la mentre: con la schisandra ripristini le riserve energetiche

Migliora la memoria e la concentrazione, è fondamentale per disintossicare il fegato, rende più efficiente il sistema immunitario ed è la base fondamentale per tantissimi tonici: ecco la schisandra, pianta che da secoli viene utilizzata nella medicina tradizionale cinese e che di recente ha iniziato a essere apprezzata e utilizzata anche nel mondo occidentale. Si tratta di una delle cosiddette piante “adattogene”, quelle che contengono i principi attivi necessari ad aiutare l’organismo ad “adattarsi”: in particolare la schisandra è ricca di lignani, che le conferiscono proprietà simili a quelle possedute dal ginseng, ma con meno effetti collaterali e con un’azione più dolce.

La schisandra regola anche l’attività epatica

In generale la schisandra è utilissima in condizioni di “stress” e di cambiamento, ovvero quando la vita ci stimola un po’ troppo intensamente sino al punto di logorarci. Si tratta chiaramente di una percezione molto soggettiva ma che alla fine si traduce in affaticamento fisico e mentale, in disturbi del metabolismo, con un sovraccarico di cataboliti per il fegato, e nell’aumento dell’ossidazione con un rilascio massiccio di radicali liberi. Per “cambiamento” s’intendono tante cose della nostra vita, affettive, professionali, ma il cambiamento più delicato è imputabile all’arrivo della stagione fredda. Dobbiamo fare attenzione, quando l’autunno inizia a virare verso l’inverno, a come l’umido e le basse temperature impattano sul nostro organismo e ci fanno ammalare: quello è il momento di far ricorso alla schisandra.

Usala come estratto secco o in fiale

La schisandra si trova in capsule di estratto secco o in fiale di estratto liquido ottenuto direttamente dal frutto. In capsule va assunta nella dose di una capsula al mattino e una al pomeriggio. Altrimenti le fiale di estratto liquido vanno prese una al giorno in mezzo bicchiere d’acqua. La schisandra può anche essere assunta come infuso: metti in infusione un cucchiaio di fiori essiccati di questa bacca in una tazza di acqua e fai bollire 10 minuti. Filtra e lasciala intiepidire. Bevi l’infuso 2 volte al giorno, a metà mattina e di nuovo al pomeriggio.

TAG
SCHISANDRA
INTEGRATORI
STRESS
ERBE
FITOTERAPIA
TONICO NATURALE
APPROFONDISCI
Riza Dossier: Come superare lo stress
Riza Dossier: Come superare lo stress

Vivere felici 10 anni in più

CONSIGLIATO PER TE
L'arte di rilassarsi in pochi minuti
L'arte di rilassarsi in pochi minuti

Ecco gli esercizi che ci restituiscono subito l'equilibrio interiore

AGGIUNGI UN COMMENTO
Iscriviti alla newsletter RIZA e ricevi notizie e suggerimenti per prenderti cura di te!
Test della settimana
Test della settimana
Come vivi le tue paure?