Abuso di farmaci, l'alternativa esiste
Tu | fiducia in se stessi

Abuso di farmaci, l'alternativa esiste

Utilizziamo troppi farmaci, come FANS, antidepressivi e antidolorifici, in modo spesso inopportuno: sedare subito ogni dolore crea rischi per il corpo e la mente

Gli sviluppi farmacologici degli ultimi anni hanno permesso di disporre di un’ampia gamma di farmaci per sopprimere ogni tipologia di dolore. Spesso un unico prodotto è idoneo per molteplici disturbi (mal di testa, mal di pancia, mal di denti, dolori articolari, ecc.) e la maggiore quantità di principio attivo risponde all’esigenza comune di far sparire il dolore il più velocemente possibile, senza permettere che questo interferisca con la routine quotidiana.

LEGGI ANCHERisata, il miglior farmaco contro lo stress

L’abuso di farmaci può portare alla dipendenza

Il passo fra uso ed abuso di farmaci è diventato quindi brevissimo, portando ad una vera e propria dipendenza, ovvero ad un utilizzo esagerato e non pertinente di farmaci rispetto alle reali necessità: questo si configura come abuso di farmaci, non certo l'uso necessario. Non bisogna mai dimenticare che ogni farmaco, proprio perché agisce sulla biochimica dell’organismo, può far “abituare” il nostro corpo, il quale avrà poi difficoltà a funzionare efficacemente senza.

La “pillola magica” annebbia risorse ed energie vitali

Il mito del benessere e il diritto a non soffrire hanno accentuato l’intolleranza verso dolore, facendo correre le persone ad acquistare il rimedio più facile e veloce, ovvero un farmaco. Oltre alla dipendenza fisica, queste sostanze possono portare anche ad una dipendenza psicologica: abbassano la soglia del dolore, riducono la determinazione e aumentano l’affaticabilità mentale. In poche parole, anchele nostre energie creative vengono sedate dall'abuso di farmaci. In questo modo non siamo più allenati nemmeno ad affrontare i dolori della vita e alla minima difficoltà insorge la sofferenza psicologica.

LEGGI ANCHECon gli psicofarmaci non si guarisce dalla depressione

Il dolore ha sempre un senso da non dimenticare

L’essere abituati ad assumere farmaci per ogni dolore ha fatto perdere di vista l’importanza del dolore stesso. Per quanto possa suonare insolito, Il dolore è importantissimo, poiché ci "avvisa" che qualcosa non sta andando nel modo corretto. Pensiamo a quando c’è un dito che sanguina, un ematoma sulla gamba o un corpo estraneo nell’occhio: in questi casi è evidente il messaggio che vuole trasmetterci il dolore. Ma quando non si riesce a trovarne l’origine, prima di sedare occorrerebbe ascoltarlo e provare a capire il significato di cui il dolore è portatore per poter affrontare nel modo corretto la causa che lo genera. Sedarlo sempre sul nascere, al contrario, impedisce questa "comprensione" psicosomatica e ciò alla lunga indebolisce.

Le alternative all’abuso di farmaci esistono: eccone alcune

Accogliere il dolore per capirne il significato profondo è essenziale anche per riuscire ad individuare un’alternativa alla soluzione “chimica”. Ci sono diverse strade da provare per evitare di incorrere nell’abuso di farmaci, partendo anche da cose semplici, come un cambio delle abitudini alimentari e uno stile di vita più sano. Per i dolori cronici si può ricorrere alla psicoterapia, alla naturopatia e alle tecniche di rilassamento. Ricordiamoci che il nostro cervello è la farmacia più fornita del mondo! Basta saper attivare quelle energie che permettono il rilascio di neurotrasmettitori e ormoni giusti, per far sì che sia l’organismo stesso a curarsi da solo.

TAG
ABUSO FARMACI
APPROFONDISCI
Riza Psicosomatica
Riza Psicosomatica

È il mensile di psicologia che aiuta a occuparsi di sé per vivere bene e migliorare la qualità delle nostre relazioni.

CONSIGLIATO PER TE
Come guarire senza farmaci
Come guarire senza farmaci
Attiva le capacità di autoguarigione che appartengono a ognuno di noi
AGGIUNGI UN COMMENTO
Iscriviti alla newsletter RIZA e ricevi notizie e suggerimenti per prenderti cura di te!
Test della settimana
Test della settimana
Come vivi le tue paure?