Psicofarmaci ai bambini? Diciamo NO!
Salute

Psicofarmaci ai bambini? Diciamo NO!

Dare psicofarmaci ai bambini è sbagliato e pericoloso, fa male alla salute e spegne l'energia vitale che i bambini esprimono con la vivacità

Psicofarmaci, una scorciatoia pericolosa

Da qualche anno il fenomeno delle terapie facili a base di psicofarmaci investe anche i bambini. Perché accade? L'approccio medico tradizionale considera gli psicofarmaci innocui o poco dannosi; conseguentemente, vengono prescritti con grande facilità anche ai bambini. In realtà gli psicofarmaci andrebbero usati sempre con grande prudenza ed evitati il più possibile: gli effetti che provocano ai bambini sono più gravi di quelli riscontrati negli adulti. 

Cosa fanno gli psicofarmaci al cervello e al corpo dei bambini?

Gli psicofarmaci alterano le funzioni mentali dei bambini, proprio nel periodo in cui queste si stanno sviluppando. Non solo: gli effetti collaterali che gli psicofarmaci hanno su bambini e adolescenti - riportati per obbligo di legge nei foglietti illustrativi dei farmaci stessi - sono: danni al fegato, scompensi cardiaci, sincopi, allucinazioni, esordi psicotici, forme maniacali, comportamento violento, tendenze suicide. Quando un bambino diventa triste, taciturno o aggressivo sta lanciando un segnale di allarme, una richiesta d'aiuto. Gli psicofarmaci mettono a tacere proprio questi "segnali di vita" che i bambini vorrebbero inviare al mondo degli adulti.

Gli psicofarmaci spengono la voce dei bambini

Attraverso il malessere i bambini reagiscono alle situazioni negative della famiglia e dell'ambiente che li circonda, facendosi carico di esprimere un disagio che non riguarda soltanto loro. Gli psicofarmaci  minano la spontaneità e "appiattiscono" l'individualità del bambino rendendola conforme a un modello di normalità più semplice da gestire. Proprio per questo dovremmo imparare ad ascoltare i bambini e il loro disagio: stanno cercando di parlare proprio con noi.

TAG
BAMBINI
PSICOFARMACI
IPERATTIVITÀ
TIMIDEZZA
SCUOLA
SINDROME
AGGIUNGI UN COMMENTO
Iscriviti alla newsletter RIZA e ricevi notizie e suggerimenti per prenderti cura di te!
Test della settimana
Test della settimana
Come vivi le tue paure?