Superare dolore e paura con la creatività
Tu | fiducia in se stessi

Superare dolore e paura con la creatività

La creatività non è una prerogativa di pittori, scultori o altri artisti: è una qualità universale che possiamo utilizzare anche come antidoto ai disagi psicologici

Nel mondo contemporaneo, si tende spesso a considerare l'immaginazione come evasione e la creatività come una qualità in possesso di pochi privilegiati. Non è così: la creatività è una dote innata in ogni essere umano fin dagli albori del tempo, ma non è solo questo. La creatività nasconde un immenso potere terapeutico capace di regalare pace e tranquillità, aiutandoci a uscire dalle situazioni difficili e dolorose. Provate a pensarci: prima ancora della parola, sono state le immagini i primi strumenti di comunicazione usati dall’uomo. E i bambini, veri maestri del vivere pienamente le proprie emozioni, passano gran parte del loro tempo a “viaggiare” con l’immaginazione e a creare, specialmente nei primi anni di vita, quando sono più a contatto con la loro anima. Perché, allora, non farlo anche noi? Qui di seguito trovate un percorso immaginativo molto utile quando le frustrazioni e la mancanza di senso ci fanno perdere di vista la “luce” e ci precipitano nel “buio”. Per godere pienamente degli effetti dell'immaginazione creativa, vi suggeriamo di leggere prima questo articolo.

LEGGI ANCHELa creatività ti salva la vita

Quando buio e paura ci avvolgono...

Sono solo... sono immerso in un enorme prato verde che, mi appare di un verde splendente, mentre fiori bianchi e azzurri ne costellano l’intera superficie….L’aria fresca entra nel naso e mi riempie i polmoni…d’improvviso sento il richiamo di un rapace…la sua ombra si staglia su di me…sembra quasi che le sue ali invadano il cielo... mi accorgo come la luce cominci pian piano a diminuire, come vi fosse un’eclissi…comincio a sentirmi a disagio…provo sempre più ansia, faccio fatica a respirare….quel rapace è come un mostro che inghiotte la luce….provo paura e angoscia…vorrei scappare, ripararmi da questo buio opprimente…L’erba è ormai divenuta grigia…i fiori si sono spenti…persino gli uccellini hanno smesso di cantare….questo silenzio mi scuote: sono solo in questo buio, che posso fare?

... Arriva sempre una luce a donarci calore

Inaspettatamente dal terreno sorge una strana forma…la guardo meglio... è una fontana...non è acqua quella che scorre, ma luce che prima è sospinta in alto e poi discende sulle cose, facendole risplendere…è come un faro in questo buio….uno spruzzo di luce colpisce anche me e i vestiti cominciano ad illuminarsi….sento una grande pace….Ecco che lentamente la luce ritorna, il sole riprende vigore….il rapace è passato, ormai solo un puntino lontano nel cielo….mi sento rincuorato…la vita sembra rinascere dopo questa sospensione: gli uccellini che cantano…il fruscio del vento sulle foglie….il calore del sole sulla pelle…

LEGGI ANCHELa creatività è sempre con te

Buio e luce convivono, come gioia e dolore

Anche la fontana di luce è ormai sparita…dove prima c’era lei però, adesso risplendono i tarassachi, i cui fiori gialli rifulgono come oro al sole….tutto è accaduto dentro di me, ma la fontana di luce era vera, come lo era il buio prima di lei…dentro di me non c’è dunque solo buio: ho la possibilità di fare luce…sono io stesso a poter creare la luce della serenità che illumina il buio della rabbia e delle frustrazioni, trasformandole in fiori gialli. ….rabbia e depressione sono solo dei rapaci che, pur facendo del male, non possono spegnere quella luce che ognuno di noi possiede….e che tutti possiamo riaccendere....

TAG
CREATIVITÀ
APPROFONDISCI
Riza Psicosomatica
Riza Psicosomatica

È il mensile di psicologia che aiuta a occuparsi di sé per vivere bene e migliorare la qualità delle nostre relazioni.

CONSIGLIATO PER TE
La creatività ti salva il cervello
La creatività ti salva il cervello
E ti migliora la vita
AGGIUNGI UN COMMENTO
Iscriviti alla newsletter RIZA e ricevi notizie e suggerimenti per prenderti cura di te!
Test della settimana
Test della settimana
Come vivi le tue paure?