Depressione
La depressione ti spegne per farti rinascere

Spesso la depressione arriva per far "morire" qualcosa dentro di noi e riaccenderci: solo accettandola senza opposizioni troveremo il vero senso della vita

Ci scrive Isabella, una giovane lettrice di Riza Psicosomatica: “Da quando ho iniziato l’ultimo anno di superiori ho iniziato a soffrire di depressione. Grazie a uno psicologo sono riuscita a stare meglio, mi sono diplomata e ora frequento l’Università. Nonostante i risultati, oggi mi trovo di nuovo a fare i conti con la sofferenza e la depressione. Ogni giorno alterno momenti in cui sto “bene” sia fisicamente che mentalmente a momenti in cui mi sento giù, sola e penso che non riuscirò mai ad uscire da questa situazione di depressione permanente. Ho sempre paura che mi succeda qualcosa di grave, di non riuscire a tornare felice e serena… mi sento apatica e anche se ci sono cose che mi piacciono, sento che non mi soddisfano al 100%. Spesso ho vertigini, senso di svenimento, mal di stomaco e attacchi d’ansia. Non so quale sia il problema e la cosa mi spaventa… a volte la depressione sembra passare ma poi ritorna anche ripetutamente nella stessa giornata. Che cosa posso fare? Cosa non va in me? Starò per sempre così? A volte sento che non sono più io, non mi riconosco e in quei momenti mi ritrovo a domandarmi chi sono e che cosa ci faccio qui. Sono stanca di stare sempre così… ho provato a capire in quale campo della mia vita possa esserci qualcosa che non va ma non capisco, mi chiudo e mi sento depressa…”

 Leggi anche: depressione, uscirne si può

Non temere la depressione, ti vuole aiutare 

Capita, nella vita, di sentirsi tristi, apatici, insoddisfatti e di non riuscire a vedere un futuro roseo: tutti questi sono sintomi tipici della depressione. Ma quella che molti rifiutano e cercano di cacciare, in realtà, altro non è che una grande risorsa interiore. Proprio così: la depressione arriva con uno "scopo" preciso, quello di far morire qualcosa di inutile dentro di noi per far nascere qualcos’altro, qualcosa di più funzionale alla nostra vita di oggi, Si presenta sempre quando la vita sembra remarci contro ed è buona cosa accoglierla e lasciarle fare il suo lavoro: solo spegnendoci potrà riaccendere le nostre vite! Nel caso di Isabella la depressione arriva per curarla, per farla evadere da una vita troppo piatta, sempre uguale. Isabella vive in un tran tran noioso, non fa mai niente di diverso per paura di sbagliare e di commettere errori ma così facendo rimane immobile sempre nel medesimo punto e questo la fa star male: il suo problema non è la depressione, ma la vita insoddisfacente che conduce ogni giorno, le paure che la fanno chiudere in se stessa, l'assenza di entusiasmi e prospettive. La depressione vuole far piazza pulita dell'Isabella che passa tutto il tempo con i propri occhi puntati addosso, alla ricerca delle cause recondite del suo star male, che guarda caso non riesce a trovare....

Ascolta il tuo corpo e accogli la depressione 

Un altro aspetto che emerge dalla mail, infatti, è che Isabella è concentrata su sé stessa in modo patologico: continua a studiarsi e a farsi domande esistenziali ma è la depressione stessa che sta cercando di farle ritrovare il senso della vita. Isabella inoltre riporta numerosi sintomi psicosomatici: le vertigini, che evidenziano la voglia di spiccare il volo, di uscire da questo torpore, ma anche la paura di cadere; il senso di svenimento che richiama ancora il tema del cadere, del cambiamento dello stato di coscienza; il mal di stomaco che evidenzia una forte rabbia e, infine, gli attacchi d’ansia che sottolineano un certo timore verso la vita. Isabella non riesce a uscire da questa situazione perché sta ferma sui sintomi della depressione, senza coglierne il senso profondo. Solo accettandola, potrà fare piazza pulita delle sue paure e delle convinzioni errate su di sé, spiccare il volo e essere finalmente felice.

APPROFONDISCI
La formula della felicità

La gioia di vivere non dipende dagli altri

CONSIGLIATO PER TE
Via i rancori e i sensi di colpa

Sono loro che provocano infelicità, depressione e panico

AGGIUNGI UN COMMENTO
Vuoi ricevere aggiornamenti sull'argomento?
Iscriviti alla nostra newsletter
Test della settimana
Come affronti una delusione amorosa?