Crisi di coppia: cause e soluzioni
Coppia e amore

Crisi di coppia: cause e soluzioni

Nella vita di coppia i momenti di apatia possono sempre arrivare: il vero pericolo per una relazione d’amore non è la crisi, ma l’abitudine e la routine.

Leonardo è un uomo sulla quarantina e ha deciso di intraprendere un percorso terapeutico per cercare di risolvere la crisi di coppia che sta attraversando con sua moglie Giulia. Durante le prime sedute afferma che la loro vita matrimoniale è sempre uguale e che il lavoro (costante fonte di preoccupazione) lo impegna per tutta la giornata. Quando torna casa si sente apatico, privo di energie e di interessi da condividere con Giulia, la quale è infelice e si lamenta sempre di lui. Come uscire da una situazione simile?

LEGGI ANCHELa crisi fa bene alla coppia

La crisi di coppia riguarda solo lui e lei

Dopo un po’ di tempo in cui due persone stanno insieme, la coppia può iniziare a girare a vuoto, preda dell’abitudine e degli impegni quotidiani, proprio come è successo a Leonardo e Giulia. Spesso si tende a ricercare all’esterno la causa della crisi (lavoro, impegni, orari, nuove conoscenze), senza rendersi conto che la coppia (proprio come ogni persona) si evolve, andando incontro a cambiamenti che non dipendono se non in minima parte dalla realtà esterna. L’unica cosa che conta davvero in una relazione di coppia è l’attrazione reciproca, la quale proviene esclusivamente dall’interiorità. Non stiamo parlando solo di sessualità, ma di quella particolare alchimia che rende possibile l'unità che la coppia rappresenta.

La crisi di coppia è un momento di evoluzione

Ogni coppia nel corso del tempo si evolve e quindi può incontrare una crisi, che molto spesso è solo un momento di passaggio. In questo senso la crisi di coppia è persino utile: anzi, se non si presenta mai, significa che la coppia è ferma, stagnante, e non evolve. Quando arriva la crisi, invece, vuol dire che qualcosa non funziona più e si è in procinto di un cambiamento: bisogna per forza attraversare questo momento di “regressione” per giungere alla giusta “progressione”. Naturalmente questo può significare anche la fine della relazione, ma in tal senso nessuna coppia è "garantita".

LEGGI ANCHESe lui è lei mandano segnali di crisi

Se ne esce solo attraversandola

Come superare, quindi, un momento di crisi di coppia? Vivendola e attraversandola pienamente, permettendole di svolgere la funzione evolutiva di cui è portatrice. Fare finta che non esista o cercare di scacciarla è controproducente: la crisi tornerà più forte di prima. A volte, per paura di perdere il partner, si ricorre a facili espedienti (che fungono però solo da tappabuchi), come decidere di iniziare un’attività insieme per riaccendere la passione o fare finta che stia andando tutto bene quando in realtà qualcosa ci dà fastidio; peggio, decidere proprio in quel momento di  fare un figlio, il cui arrivo dovrebbe “mettere apposto le cose". Queste dinamiche peggiorano la situazione e basta: la crisi non va negata, così come non bisogna giudicare a priori giusta o sbagliata una relazione. La soluzione è solo una e passa dall’accettazione della crisi, anche se non si sa dove porterà: a volte chiude la relazione, altre volte la fa ripartire. In ogni caso la farà muovere da quel punto di stallo dove si è impantanata.

TAG
CRISI DI COPPIA
APPROFONDISCI
Riza Psicosomatica
Riza Psicosomatica

È il mensile di psicologia che aiuta a occuparsi di sé per vivere bene e migliorare la qualità delle nostre relazioni.

CONSIGLIATO PER TE
La vita di coppia
La vita di coppia

Una guida originale che ci aiuta a scoprire i segreti per vivere bene il rapp...

AGGIUNGI UN COMMENTO
Iscriviti alla newsletter RIZA e ricevi notizie e suggerimenti per prenderti cura di te!
Test della settimana
Test della settimana
Come vivi le tue paure?