Se lui e lei mandano segnali…di crisi
Coppia e amore

Se lui e lei mandano segnali…di crisi

Ci sono sintomi tipici che devono mettere in allarme la coppia, prima che la “malattia” diventi un male incurabile

I campanelli d'allarme da non sottovalutare

Quando si vive un amore agonizzante, separarsi sembra essere l’unica possibile via d’uscita. Tuttavia, se imparassimo a leggere e capire i segnali della crisi in anticipo, forse la rottura non sarebbe inevitabile e la coppia potrebbe ritrovare l’entusiasmo e il coinvolgimento iniziali. Questi segnali sono: il calo della passione, la mancanza d’intimità e l’assenza di un progetto di vita comune e condiviso.

Intimità, e non solo...

La passione riguarda la sfera della sessualità, che significa molto più di “sesso” sic et simpliciter, in quanto comprende anche l’affettività intesa come il complesso dei sentimenti e delle emozioni di coppia. L’intimità si riferisce ai sentimenti di confidenza, di unione e affinità che creano un’esperienza di calore e complicità. Se in una coppia manca questa componente significa che i due partner si stanno sempre più allontanando, e inevitabilmente prima o poi inizierà a subentrare l’intolleranza, l’incapacità di stare “vicini”. Quando la vicinanza fisica del partner inizia a dare fastidio, quando il suo “odore” non ci inebria più, significa che la relazione è già entrata in crisi. La decisione/impegno prevede la progettualità basata sull’impegno reciproco; se in una coppia manca la voglia di comunicare e di confrontarsi si passa all’indifferenza e all’agonia della coppia.

Se lo (la) vuoi controllare, l'amore sta già svanendo

Un altro forte segnale che deve far riflettere i partner è la mancanza di rispetto e la perdita di fiducia; le manifestazione di gelosia eccessiva non devono essere interpretate come manifestazioni di amore e passione, ma come volontà di limitare la libertà del partner. La violenza non solo fisica, ma anche psicologica, è un pericoloso segnale di “non rispetto”, che va colto immediatamente e a cui bisogna subito porre fine. In una coppia non si deve essere necessariamente “uguali” per andare d’accordo, l’importante è che la diversità sia motivo di confronto e non di scontro. Quando invece si diviene “naturalmente” incompatibili e quando i piccoli difetti che prima trovavamo adorabili diventano terribilmente fastidiosi, allora è il momento di chiedersi se forse non è il caso di curare il nostro rapporto da una malattia che lentamente porterà alla morte della serenità e dell’armonia di coppia.

Come e quando intervenire

Impariamo prima di tutto a non dare mai il partner per scontato, impariamo che sorprendere il partner e noi stessi con piccoli gesti quotidiani, giocare all’intrigante gioco della seduzione possono essere un piccolo ma valido “aiuto” per una coppia che vacilla, magari proprio a causa dell’abitudine. Se la quotidianità e la routine diventano le vere protagoniste del rapporto a scapito della seduzione, del corteggiamento e del mistero, allora la crisi è inevitabile. Spetta solo a noi reinventare noi stessi e la nostra coppia giorno dopo giorno, e soprattutto bisogna capire che il cambiamento è una normale evoluzione della coppia ed è un’occasione che va cercata e non evitata. Impariamo quindi a leggere i segnali della crisi, per non arrivare impreparati all’esame più importante: quello che promuove a pieni voti la felicità della nostra coppia!

TAG
AMORE
COPPIA
EROS
FIDUCIA
CRISI DI COPPIA
LASCIARSI
APPROFONDISCI
Il giornale dell'Autostima - Settembre/Ottobre 2017
Il giornale dell'Autostima - Settembre/Ottobre 2017

Quali sono i falsi problemi che possono mettere a rischio la nascita di un am...

CONSIGLIATO PER TE
Il giornale dell'Autostima - Settembre/Ottobre 2017
Il giornale dell'Autostima - Settembre/Ottobre 2017

Quali sono i falsi problemi che possono mettere a rischio la nascita di un am...

Iscriviti alla newsletter RIZA e ricevi notizie e suggerimenti per prenderti cura di te!
Test della settimana
Test della settimana
Come vivi le tue paure?