Coppia e amore
Un matrimonio è sano solo se non spegne l'eros

Mogli e mariti devono ricordare sempre che è l’erotismo a incendiare l’anima e a farli evolvere: in caso contrario, si scivola nelle abitudini e l’amore si eclissa

Marito e moglie, ancora stravolti per i postumi di una sbronza prodigiosa stavano chiacchierando del party selvaggio che avevano organizzato la sera precedente. “Tesoro, sono alquanto imbarazzato”, iniziò il marito, “ma vorrei proprio sapere se è stato con te che ho fatto l’amore ieri notte in biblioteca”. Lei guarda il marito con volto perplesso per qualche secondo, poi chiede: “Verso che ora?”». Con questa arguta storiella Osho tratteggia uno dei tanti modi in cui la sessualità nutre il cuore delle coppie perché possa spiccare il volo. Il flauto di Eros in effetti continua a suonare con voce tenera e dolce melodie sempre diverse: melodie che si uniscono alla grande musica del mondo. Che cosa desidera da noi? Solo che ci mettiamo in suo ascolto, mettendo da parte il nostro Io, i pregiudizi, le paure, il passato. E che gli permettiamo di irrompere senza resistenze dentro di noi: per accendere quella scintilla nell’anima che può balenare solo negli attimi del presente. Eros comunque non demorde mai ma, come ricorda il grande saggio indiano Krishnamurti, “bussa in continuazione alla nostra porta, cerca di spalancare le nostre finestre in modo che possiamo vedere di più; e se, spinti dalla paura, chiudiamo a chiave le porte e sbarriamo le finestre, busserà ancora più forte”.

Eros: l'assicurazione sulla vita di ogni coppia

Il primo nemico dell’Eros è la paura

Certo, la coppia può rendersi sorda al suo richiamo. Può tappare le proprie orecchie con la cera di pregiudizi e di schemi obsoleti: ora è l’illusione di possedere interamente il partner; ora la speranza di governare la relazione in base a un modello ideale; ora è la paura di affrontare l’ignoto. Ora, soprattutto, è il pregiudizio di credere immutabile il legame di coppia: “Se i vincoli vengono considerati finali e irrevocabili – precisa Bertrand Russell a questo riguardo - la fantasia non sarà stimolata a desiderare un’eventuale e più completa e diversa felicità”. Tutto ciò impedisce a una relazione di ringiovanire e se l’amore che non si rinnova ogni giorno diventa un’abitudine e infine una schiavitù, Così facendo, l’amore lascia spazio alla sensazione di una reciproca estraneità e l’eros non può che eclissarsi. Per evitare di nasconderci nelle ombre di abitudini consolidate, cerchiamo di farci rapire da quel misterioso linguaggio che si esprime nel silenzio interiore della passione: un linguaggio intessuto come un arazzo dei tanti fili dei momenti positivi vissuti, dei desideri sopiti che cercano di espandersi, di tutto quanto alimenta il desiderio della nostra unicità. Allora scopriremo che Eros è simile a un sogno che emerge come un improvviso chiarore dalle tenebre del sonno, per illuminare la coscienza e farci evolvere.

 

APPROFONDISCI
Il linguaggio segreto dell'eros
Ritrovare il piacere e l'armonia sessuale senza dover ricorrere ai farmaci
CONSIGLIATO PER TE
Il formidabile zafferano

È la sostanza naturale più ricca di antiossidanti, salva il cervello e la circolazione

AGGIUNGI UN COMMENTO
Vuoi ricevere aggiornamenti sull'argomento?
Iscriviti alla nostra newsletter
Test della settimana
Cosa vorresti eliminare del tuo carattere?