Non ti sfioro ma dico che ti amo
Coppia e amore

Non ti sfioro ma dico che ti amo

Ci difendiamo dal dolore di un amore in crisi fingendo che vada tutto bene: ma i gesti rivelano una verità che va ascoltata per evitare rotture più traumatiche

In genere non ci vuole molto a cogliere un’evidente contraddizione tra quel che uno fa (o non fa) e quel che dice. Quando siamo coinvolti nella coppia e sentiamo certe parole dal partner, però, spesso non vediamo subito che c’è qualcosa che non torna. Il suo tono è perentorio e rassicurante e qualcosa ci spinge a credere che gesti e comportamenti visibilmente carenti in realtà non abbiano valore, non siano quel che sembrano essere, che contano soltanto le parole con cui vengono spiegati e giustificati. Magari siamo di fronte a comportamenti indicativi di disinteresse, trascuratezza, disamore, o addirittura di astio, rifiuto (specie nella sfera erotica), aggressività, eppure bastano poche frasi dal senso opposto per confonderci. È per questo motivo che a volte ci stupiamo di venire lasciati “all’improvviso e senza motivo”, anche se tutto era già evidente da tempo, o che il partner esploda in un malessere che ci sembra insensato perché “ha sempre detto che tutto andava bene!”

Se la paura di soffrire rende ciechi
Alla base di questa svista c’è un atteggiamento tipico: il non voler vedere l’evidenza.
Ma anche il partner, in molti casi, non è in malafede: sta raccontando anche a se stesso che, ad esempio, pur se da tempo è sessualmente distaccato, in realtà ci ama ancora appassionatamente. È una mossa inconscia volta a difendersi da una realtà che si pensa di non saper affrontare, da un dolore che non si vuole provare. Ma poiché è per l’appunto inconscia, ci fa vivere magari per anni in una realtà sempre più fasulla. Torniamo a dare ai comportamenti il loro vero valore: anche se ci procurano sofferenza, almeno potremo agire sulla “realtà reale” e fare scelte basate su di essa. È una questione di libertà, quella vera…

Siete come estranei, ma gentili? Occhio, non è più amore

Usiamo la concretezza
Non voler vedere cosa sta succedendo alla tua coppia equivale a una specie di “credo” irrazionale. Torna a usare la logica: in una coppia le azioni non possono discostarsi dai sentimenti. Se lo fanno, significa che i sentimenti sbandierati nonsono reali. Non accettare questo scollamento tra realtà e parole.

Osserva la routine
Soltanto se è sporadico un gesto negativo può non voler dire ciò che sembra. Ma se diventa routine no, perché nella vita quotidiana viene fuori la verità di ciò che proviamo. Se un comportamento costituisce una routine, ciò che si vede corrisponde a ciò che è. Non si scappa.

Fai caso all’effetto
L’amore, se c’è, vuole manifestarsi, non nascondersi dietro strane giustificazioni. E lo stesso vale per l’eros, la voglia di stare insieme. Se non le senti arrivare devi prenderne atto, smettere di chiedere conferme e affrontare il disagio.

TAG
AMORE FINITO
EROS
PASSIONE
CRISI
ABBANDONO
COPPIA
AMORE
APPROFONDISCI
Il giornale dell'Autostima - Settembre/Ottobre 2017
Il giornale dell'Autostima - Settembre/Ottobre 2017

Quali sono i falsi problemi che possono mettere a rischio la nascita di un am...

CONSIGLIATO PER TE
Il giornale dell'Autostima - Settembre/Ottobre 2017
Il giornale dell'Autostima - Settembre/Ottobre 2017

Quali sono i falsi problemi che possono mettere a rischio la nascita di un am...

AGGIUNGI UN COMMENTO
Iscriviti alla newsletter RIZA e ricevi notizie e suggerimenti per prenderti cura di te!
Test della settimana
Test della settimana
Come vivi le tue paure?