I cereali che aiutano il cervello dei bambini
Vita in famiglia

I cereali che aiutano il cervello dei bambini

Per crescere bene il cervello dei bambini, ha bisogno di una dieta ricca di cereali - in primis le fibre - e povera di zuccheri raffinati.

La salute del cervello dei bambini comincia a tavola

Per funzionare al meglio delle sue possibilità, il cervello dei bambini necessita di due condizioni essenziali: uno stile di vita sano e un'alimentazione bilanciata e varia. Tutti i neurotrasmettitori (le sostanze che permettono la comunicazione tra le cellule cerebrali) vengono costruiti a partire da elementi essenziali introdotti col cibo. I cereali, integrali e semintegrali, scelti in modo variato (frumento ma anche orzo, segale, kamut ecc.) sono importanti alleati per fornire ai bambini le sostanze necessarie alla loro vita quotidiana e al corretto sviluppo del loro cervello.

I cereali, un tesoro da conoscere bene

Occorre però fare una distinzione tra cereali raffinati e cereali integrali, i più ricchi e adatti all'alimentazione dei bambini e quindi al loro cervello. I cereali raffinati, come la farina bianca o il riso brillato, utilizzati fin dalla prima infanzia, in molti casi sono responsabili dello sviluppo di forme di intolleranza. Ma soprattutto sono del tutto privi di fibre e in una condizione che dai nutrizionisti viene definita "morta", cioè inutile dal punto di vista energetico, pur mantenendo tutto il loro potere calorico e un alto carico glicemico. I cereali in questa forma tendono ad alzare i livelli di glucosio e quindi di insulina nel sangue. La stanchezza e la sonnolenza che colpiscono molti bambini subito dopo pranzo sono spesso dovute proprio all'eccesso di pasta o pane bianco. A livello più periferico possono dare sintomi meno gravi, ma altrettanto fastidiosi, come stipsi o colon irritabile. I cereali integrali, oltre a non avere questi difetti, hanno anche il pregio di favorire l'arrivo al cervello degli acidi grassi omega 3 introdotti con la dieta.

Bambini svegli e attenti grazie a questi cereali

Quali sono i cereali da introdurre nella dieta dei nostri bambini e ragazzi per agevolare le funzioni del cervello? Quali quelli per aiutarli ad affrontare la scuola e le attività con la giusta carica? Eccoli.

Accendi il loro cervello con kamut e grano saraceno

La scuola, i compiti, le attività extrascolastiche: l'agenda quotidiana dei nostri bambini è spesso fitta di impegni, che richiedono di mantenere vigile l'attenzione per molto tempo. In questo caso il consumo regolare di cereali leggeri ma energetici, come il kamut e il grano saraceno, può essere di sostegno per ricaricare l'organismo. Ricchi di proteine, vitamine e oligoelementi, questi cereali, a basso indice glicemico, garantiscono il giusto apporto di energia al cervello dei bambini, con il duplice vantaggio di non provocare picchi di glicemia responsabili del senso di fame e di non gravare troppo sulla digestione. Il kamut, in particolare, è un'ottima fonte di selenio, un oligoelemento importante perché riduce l'affaticamento e facilita l'attenzione.

Rasserenali con avena e orzo

A volte capita che i nostri bambini siano più irrequieti e di cattivo umore. Niente di grave, forse stanno attraversando solo un periodo di stanchezza. Colpa di una banale influenza o di una fase di passaggio nella crescita o, ancora, di un po' di stress scolastico. In questi momenti "no", anche scegliere i cibi giusti può essere di aiuto a far ritrovare ai nostri piccoli il sorriso. Fra i cosiddetti alimenti del buonumore ci sono proprio i cereali, come avena e orzo, che contengono sostanze, come vitamine, oligoelementi e aminoacidi in grado di agire su cervello, alzando il tono dell'umore.

Dai una scossa alla memoria dei bambini con il miglio

Il consumo quotidiano e bilanciato di cereali può condizionare positivamente la memoria dei nostri bambini, aiutandoli a migliorare le loro performance scolastiche. Il miglio, digeribile ed energizzante, è un ottimo alleato del cervello perché molto ricco di nutrienti importanti come le vitamine A, PP e quelle preziose del gruppo B, il ferro ma soprattutto il fosforo, un sale minerale essenziale per i processi mnemonici.

TAG
CEREALI
BAMBINI
CERVELLO
ALIMENTAZIONE
APPROFONDISCI
10 regole per dimagrire e non ingrassare più
10 regole per dimagrire e non ingrassare più

I trucchi e le strategie che funzionano davvero per perdere peso in modo sano e non riprenderlo più

CONSIGLIATO PER TE
Il tuo weekend bruciagrassi
Il tuo weekend bruciagrassi

Come perdere 3 kg in 3 giorni

AGGIUNGI UN COMMENTO
Iscriviti alla newsletter RIZA e ricevi notizie e suggerimenti per prenderti cura di te!
Test della settimana
Test della settimana
Come vivi le tue paure?