Vivere bene con un figlio adolescente
Adolescenti

Vivere bene con un figlio adolescente

Dialogo o prediche, amicizia o severità, non ci sono tecniche miracolose per affrontare l’età più difficile dei figli:  occorre rendersi disponibili a imparare

La scena tipica è questa: due genitori, seduti davanti a uno psicoterapeuta, chiedono, esasperati e increduli, cosa sia successo ai loro ragazzi, ormai adolescenti. Figli sempre scontenti e arrabbiati, che si ribellano a tutto e a tutti; che si chiudono nel proprio mondo tranciando ogni dialogo con gli adulti; che non hanno (o meglio sembrano non avere) il minimo interesse per il proprio futuro e, spesso, neanche per il presente; e che, soprattutto, non riconoscono più alcuna autorità né autorevolezza ai genitori. Non li considerano, non li ascoltano. Li guardano distratti, come fossero petulanti e inopportune presenze, portatrici di “strane” richieste di studiare o, almeno, di rivolger loro la parola, ma a cui, al contempo, chiedono con intransigenza di fornire tutte le comodità della vita moderna, a partire dai supporti tecnologici. I genitori sostengono con forza di aver dato tutto ai figli. Ma hanno anche dei dubbi: almeno uno dei due sente di avere delle responsabilità, anche se non sa bene quali. È stato troppo presente? O troppo assente? Li ha viziati? Ha messo troppe regole? O troppo poche? L’unica cosa certa è che entrambi non sanno più che cosa fare.

Il punto di svolta dei genitori
Andare dallo psicoterapeuta non è solo un segno di disperazione: spesso costituisce il primo vero gesto, condiviso da entrambi, per cambiare la situazione. Le sfuriate, così come i blandi tentativi di dialogo o le dure prese di posizione, non hanno alcun effetto. Quel che serve è comprendere la situazione e individuare la strada per uscirne. Ed è ovvio che la mentalità e le modalità consuete debbano essere abbandonate. Ciò non significa ricoprirsi di sensi di colpa per eventuali errori commessi, ma approdare a una nuova concezione dell’essere genitori, sia nel rapporto diretto con i figli, sia nell’educarli a un sano rapporto con il mondo esterno.

Gli errori  più comuni:

- Esibire ad amici e conoscenti l’insoddisfazione verso i propri figli.

- Fare confronti con i figli di altri o creare fazioni.

- Far sentire loro che i loro attuali limiti equivalgono al proprio fallimento.

- Avere aspettative al di sopra delle loro possibilità.

- Scoraggiare la loro naturale attitudine in nome di aspettative personali.

- Stare troppo “addosso ai figli” con troppa presenza e troppa ansia.

Le soluzioni:

- Non criticare e non svilire le loro passioni anche se non le capisci.

- Fai loro sentire che sei curioso dei loro interessi e pronto a sostenerli.

- Crea o ritrova dei momenti di condivisione con loro, per ritrovare unità e scambio.

- Il gruppo aiuta l’identità dei figli: non contrastarlo di continuo.

- Sovrintendi all’utilizzo della tecnologia, così che non sfoci in una dipendenza.

Cosa fare: breve libretto di istruzioni

- Ritrova credibilità. L’autorevolezza genitorialenon si ritrova a suon diregole, di urlate o di minacce,né facendo “gli amici deifigli”, ma dando loro sani eappassionati esempi di vita.Hanno bisogno di vedere chesiamo felici o almeno serenie realizzati come persone,altrimenti non ci dannocredito, non si fidano e civedono come dei falliti.

- Fornisci messaggi univoci. Fin da piccoli i figli devonosapere che c’è un nesso trale loro azioni e le conseguenzedelle azioni stesse. Se liricopriamo di regali e dicomodità a prescindere dailoro comportamenti, nonapprendono la capacità diattesa e di conquista e nonsviluppano la giusta risonanzarispetto agli eventi. Inoltre,dopo una certa età, facciamolipartecipare alle decisioniimportanti della famiglia.

- Utilizza un linguaggio costruttivo e incoraggiante. È fondamentale nonesasperare i contrastie non alimentare lacontrapposizione. Evitiamoperciò l’atteggiamentoipercritico, non pungoliamolipensando di ottenere validereazioni, non facciamoproibizioni senza spiegarleadeguatamente.L’adolescente può accettareconsigli e critiche solo seaffiancate da un sentitoincoraggiamento.

TAG
ADOLESCENZA
GENITORI
AUTOREVOLEZZA
DIALOGO
REGOLE
IDENTITÀ
CONSIGLI
CRITICHE
EDUCAZIONE
APPROFONDISCI
L'arte di essere felici - Versione Deluxe
L'arte di essere felici - Versione Deluxe

Tratta te stesso come un essere speciale

CONSIGLIATO PER TE
Supera la prova bikini!
Supera la prova bikini!

Il programma total slim per dimagrire subito

AGGIUNGI UN COMMENTO
Iscriviti alla newsletter RIZA e ricevi notizie e suggerimenti per prenderti cura di te!
Test della settimana
Test della settimana
Come vivi le tue paure?