La magica vitamina C ti serve anche adesso
Mangiare sano

La magica vitamina C ti serve anche adesso

Ecco le combinazioni alimentari perfette per far scorta di vitamina C in estate e potenziarne gli effetti benefici sulla salute e sul nostro aspetto

Volete evitare raffreddori estivi e prevenire le infezioni? Tenete al vostro aspetto giovanile e desiderate prevenire le rughe? Volete depurarvi dalle sostanze tossiche provenienti dai cibi o dall’ambiente? La soluzione, anche in estate, sta nel fare scorta di vitamina C, una sostanza fondamentale per la nostra salute. Tutti la conoscono come un rimedio contro i malesseri invernali, ma in realtà è indispensabile sempre per molte funzioni vitali dell’organismo. Il nostro corpo però, a differenza di quello di quasi tutti gli animali, non è in grado di produrre questa vitamina e quindi deve assorbirla dagli alimenti. Per fortuna la vitamina C si trova in dosi notevoli in molti vegetali e quindi è facile assicurarsi una dose giornaliera adeguata, bevendo una spremuta di agrumi, o mangiando tre kiwi, oppure gustando un piatto di peperoni, possibilmente crudi, perché la vitamina C si deteriora con il calore. Esistono inoltre combinazioni con altri nutrienti, minerali e antiossidanti, che potenziano l’effetto di questa sostanza, rendendola meglio assimilabile e più efficace.

Potenzia l’effetto antiage della vitamina C  

La vitamina C possiede numerose proprietà antiage: è antiossidante e immunostimolante. Per combattere l’invecchiamento è utile fornirla al corpo regolarmente, meglio se attraverso il consumo di frutti e verdure fresche che ne contengono in abbondanza, come fragole, ribes, rucola, limoni, frutti di bosco, arance, kiwi, broccoli, peperoni: come si vede, alcuni di questi sono presenti anche ora sui banchi di frutta e verdura. La sua azione benefica può essere aumentata e completata se abbiniamo il consumo di vitamina C ad altre sostanze, come vitamine, minerali o antiossidanti.

Vitamina C e zinco per le difese immunitarie

La vitamina C e lo zinco insieme contribuiscono a potenziare in maniera determinante le difese e a proteggerci dalle infezioni, in particolare dalle malattie da raffreddamento e dagli stati influenzali. La loro assunzione regolare riduce inoltre il rischio, la durata e l’intensità delle malattie infettive e quindi è utile in particolar modo con l’avanzare degli anni o in particolari condizioni di stress, quando le difese immunitarie rischiano di impoverirsi. A tavola trovi lo zinco soprattutto in carne (fegato), pesce (ostriche), cioccolato fondente e zucca.

Vitamina C e ferro per combattere stress e fatica

La vitamina C ha un’azione anti-fatica ed energizzante, ed è molto utile per stimolare la reazione fisica e mentale a stress e sovraccarico di pressioni e impegni esterni. Incrementa l’assorbimento del ferro, indispensabile per garantire una normale formazione di globuli rossi ed emoglobina, il trasporto dell’ossigeno e la riduzione di stanchezza e affaticamento. Il ferro si trova in prevalenza nella carne rossa, nel fegato, nei molluschi (cozze, ostriche), negli spinaci, nei legumi, nella frutta secca e nel cioccolato fondente.

Vitamina C e acido lipoico, accoppiata vincente

Abbina i cibi ricchi di vitamina C ad alimenti ricchi di acido lipoico. Questa sostanza è in grado di rigenerare la vitamina C ossidata presente nel corpo, che sarebbe ormai inutilizzabile, dandole nuova vita. L’acido lipoico è presente in broccoli, patate, bresaola, piselli e riso integrale.

Vitamina C e ginseng per avere più energia

La vitamina C contribuisce anche al normale metabolismo energetico. E offre benefici ancora migliori se associata al ginseng, ricco in ginsenosidi e da sempre riconosciuto per la sua azione rivitalizzante volta a potenziare le prestazioni fisiche e mentali. Vitamina C più ginseng è una combinazione perfetta quando si ha bisogno di un’azione tonica generale e di un miglioramento delle difese dell’organismo. Puoi trovare i due nutrienti già associati fra loro in integratori specifici.

Vitamina C e resveratrolo contro i segni del tempo

Il resveratrolo è un composto vegetale presente nel vino, in alcuni tipi di bacche e altri alimenti. È dotato di una potente azione antiossidante e di notevoli proprietà anti-invecchiamento, utili anche per la giovinezza della pelle perché la protegge dai danni ambientali causati dai raggi UVB e UVA. Inoltre inibisce gli enzimi che danneggiano l’epidermide in profondità e migliora la struttura cutanea, favorendo la sintesi di collagene. Questa azione può essere potenziata associando al resveratrolo la vitamina C. La sinergia fra le due sostanze in un prodotto in crema, da applicare localmente, aumenta la produzione di collagene e aiuta a ringiovanire la cute, invecchiata dall’esposizione al sole.

Introdurne troppa non serve

La percentuale di vitamina C che il nostro intestino assorbe effettivamente da quella che noi ingeriamo diminuisce man mano che aumentano le dosi assunte. Se una persona adulta in un giorno assume la quantità suggerita, cioè circa 100 mg di vitamina, ne assimila a circa il 75%. Se supera la dose consigliata, il corpo ne usa una percentuale inferiore, poiché non è in una fase di carenza.

TAG
VITAMINA C
AGGIUNGI UN COMMENTO
Iscriviti alla newsletter RIZA e ricevi notizie e suggerimenti per prenderti cura di te!
Test della settimana
Test della settimana
Come vivi le tue paure?