Con i probiotici fai da te rigeneri l'intestino e potenzi le difese
Mangiare sano

Con i probiotici fai da te rigeneri l'intestino e potenzi le difese

Oltre ai fermenti lattici, ci sono cibi ed erbe che moltiplicano i batteri buoni che vivono nel colon e dai quali dipende l’efficacia della risposta immunitaria...

All’interno dell’intestino, e in particolare nel tratto del colon, abita un “super organo” che pesa ben 2 chili e funge da scudo e barriera nei confronti di microorganismi, virus e sostanze tossiche che potrebbero invadere il nostro organismo: si tratta del microbiota, un tempo chiamato “flora intestinale”, composto da miliardi di batteri che lavorano incessantemente a tutela della nostra salute. I batteri del microbiota vivono ben attaccati alle pareti del tratto digestivo grazie al cosiddetto biofilm, uno schermo protettivo che impedisce loro di essere trascinati dal transito intestinale. Se però ci sono infiammazioni, sulla mucosa del colon poco alla volta si aprono dei “varchi” che consentono il passaggio di germi e tossine nel circolo sanguigno e, da qui, in tutto il corpo.

L'importanza della depurazione

Ecco perché è importante conservare il microbiota sano e attivo, sostenendolo con periodi di depurazione periodica ma anche con l’uso di integratori naturali che ne sostengano le funzioni. I probiotici (e in special modo i Bifidobatteri) che si acquistano in farmacia sono sicuramente importanti: soprattutto all’inizio della stagione calda, è utile assumerli a cicli di 20 giorni al mese, la mattina a digiuno. Ma si può fare qualcosa in più, utilizzando sinergie di cibi ed estratti naturali che faranno moltiplicare i suoi batteri buoni, con un’azione rigenerante apprezzabile fin dai primi giorni di cura.

Fai scorta di polifenoli: li trovi nei cibi viola e blu

Di recente si è scoperto che gli antiossidanti hanno un ruolo chiave nel mantenimento dell’equilibrio del microbiota. Molto interesse suscitano, in particolare, i polifenoli che abbondano nei vegetali di colore blu e violaceo. In particolare l’attenzione si è concentrata sul resveratrolo, un fitocomposto che abbonda ad esempio nella buccia delle uve scure, e il cacao amaro grezzo: sembra infatti che questi estratti possano promuovere lo stato di salute della flora intestinale.

- A metà pomeriggio, quindi, puoi fare merenda con un frullato così composto.
Un grappolo di uva scura, rossa o nera (contiene resveratrolo, uno dei più potenti antiossidanti naturali. Disinfiamma il microbiota e lo rivitalizza)
Una mela rossa: contiene oligosaccaridi non assorbibili, particolari fibre che contribuiscono a un equilibrio dinamico di salute del microbiota.

Un cucchiaino di cacao amaro: fornisce polifenoli e dà energia, ed è molto utile per arrivare fino a cena senza fame.

Crusca di avena, fonte di fibre ad azione prebiotica.

Con l’aiuto di uno spremitore o di una centrifuga, ricava il succo dall’uva, spremendo gli acini con la buccia e i semi; spremi anche la mela con la buccia; versa il succo nel bicchiere, unisci il cacao e l’avena e mescola bene. Se risulta troppo denso, allunga con poca acqua naturale o latte di riso. Bevi subito.

Introduci i cibi fermentati: fanno bene all’intestino, soprattutto dopo i 65 anni

Un recente studio coreano ha rivelato che i classici crauti, meglio se nella versione coreana (Kimchi), contribuirebbero a conservare pulito e attivo il microbiota evitando che transitino nel flusso sanguigno grassi saturi e sostanze tossiche, responsabili della formazione delle placche tipiche dell’aterosclerosi. Una dieta ricca di cibi fermentati è dunque molto indicata dai 65 in poi: deve comprendere kefir, zuppa di miso, yogurt, crauti, ogni tanto un bicchiere di birra.

Se vuoi dei crauti “fatti in casa”, ti occorrono un cavolo cappuccio, acqua, sale, un peperoncino e alcune bacche di ginepro. Taglia a strisce sottili il cavolo e disponilo in un vaso di terracotta, procedendo con uno strato di cavolo e uno di sale e bacche di ginepro. Copri con una salamoia preparata con un litro di acqua e 15 g di sale. Premi con un peso di almeno un chilo, poi lascia fermentare a una temperatura media di 18-20 °C per 4 settimane. E i tuoi crauti saranno pronti da gustare!

I mieli composti favoriscono il riequilibrio della flora batterica

Per rigenerare il microbiota, sono ottimi i mieli composti (o medicati), arricchiti con gli oli essenziali ad azione digestiva, calmante e disinfettante di arancio, coriandolo, melissa, zenzero e menta. Li trovi già pronti in commercio o li puoi preparare anche tu: basta procurarsi gli oli essenziali che abbiamo appena citato (assicurati che siano per uso alimentare) e aggiungi 10 gocce di ognuno a un vasetto di miele di tiglio da 250 g. Mescola, fai riposare 2-3 giorni e avrai il tuo miele medicato pronto per l’uso.

Un cucchiaino assunto dopo il pasto agisce a livello intestinale, regola il transito e ripristina l’equilibrio della flora. Oppure puoi diluirne un cucchiaino in una tisana tiepida di semi di anice verde, da bere dopo mangiato per evitare il gonfiore.

Bevi una tazza di tè di ibisco: è antinfiammatorio

Un ottimo disinfettante intestinale, utilizzato in Africa e nei Paesi caldi per prevenire le infezioni gastroenteriche, è il karcadé o tè dell’Abissinia, un infuso di un bel colore rosso che si prepara con i fiori dell’ibisco. Contiene antociani, flavonoidi, ma anche tannini, vitamine A, C e d, oltre a calcio, potassio e magnesio: idrata la mucosa del colon, evitando che s’infiammi e migliorando il transito. Bevine 1-2 tazze a merenda, se puoi senza zuccherare.

Scegli i cibi naturalmente ricchi di enzimi

Prendi l’abitudine di inserire nella tua dieta gli alimenti che favoriscono il lavoro dei batteri intestinali: tutte le verdure crude, ad esempio, meglio ancora se fermentate (sono i cosiddetti “insalatini” della tradizione macrobiotica, che vengono fatti fermentare in acqua e sale) sono una fonte straordinaria di enzimi; ne basta una piccola porzione al giorno per prevenire rigenerare la microflora e dare una mano anche allo stomaco. Lo stesso vale per i crauti, l’aceto biologico, il miele grezzo (non pastorizzato), lo yogurt e soprattutto il kefir. Anche il pane integrale prodotto con la pasta madre contiene enzimi ed è un vero toccasana per il colon.

Le guide pratiche RIZA: Il potere curativo dei probiotici, ecco come scegliere i probiotici giusti per ogni disturbo e inserirli in modo naturale nella tua dieta.

ACQUISTA ORA

TAG
PROBIOTICI
AGGIUNGI UN COMMENTO
Articoli collegati
Iscriviti alla newsletter RIZA e ricevi notizie e suggerimenti per prenderti cura di te!
Test della settimana
Test della settimana
Come vivi le tue paure?