Neroli e pino vincono lo stress da caldo
Oli essenziali

Neroli e pino vincono lo stress da caldo

Questi due oli essenziali, usati per i massaggi o sciolti nell'acqua della vasca da bagno, aiutano il corpo a ritrovare leggerezza e relax, anche nelle giornate più calde

Cos'è l'olio essenziale di neroli e come usarlo

Le vacanze portano con sé un brusco cambio di ambiente, clima, abitudini e orari che non è sempre senza prezzo: spesso lo paghiamo sotto forma di insonnia, nervosismo e stanchezza. Per evitare questi inconvenienti non dimentichiamo di portare con noi un prezioso alleato: l'olio essenziale di neroli. Tra le proprietà terapeutiche di questo olio essenziale estratto dai fiori dell'arancio, spicca infatti la capacità di agire sulla sfera psichica, in particolare sul sistema nervoso centrale e sull'epifisi, il cui equilibrio garantisce il corretto funzionamento del nostro orologio biologico. Il suo aroma aiuta a recuperare l'equilibrio, sedando tutti gli stati di nervosismo, ansia, palpitazioni, vertigini e disturbi gastroenterici di chiara origine nervosa.

LEGGI ANCHEI consigli giusti per affrontare il grande caldo

L'olio essenziale di neroli rilassante e riequilibrante, possiede anche un'interessante proprietà afrodisiaca: non a caso un tempo le spose usavano cingersi il capo con una coroncina di fiori di arancio, che aveva la funzione di rilassare la tensione nei confronti della prima notte di nozze.

Per i massaggi: alla mattina, dopo la doccia, massaggiare la base della nuca con una miscela ottenuta versando 5 gocce di olio essenziale di neroli in 50 ml di olio di mandorle. Nell'acqua della vasca: per un bagno riequilibrante e distensivo, mescolare 4 gocce di olio essenziale di neroli a un cucchiaio di miele d'arancio, versare il tutto nell'acqua del bagno (non troppo calda) badando bene che si sciolga completamente e rimanere immersi per 15 minuti circa.

LEGGI ANCHEOli essenziali: guida alla scelta di quelli davvero naturali

Cos'è l'olio essenziale di pino mugo e come usarlo

Diffuso nei nostri boschi anche ad altitudini non elevate, il pino mugo è una conifera a cespuglio nota da secoli nelle vallate alpine per le sue proprietà curative, preziose in particolare per il sistema respiratorio. Ancora oggi in montagna, infatti, lo si utilizza per preparare bagni aromatici, cuscini balsamici e fumenti che curano mal di gola, raffreddore, sinusiti e tosse grazie alle virtù espettoranti dell'olio essenziale contenuto nei rametti della pianta. La sua resina, invece, un tempo veniva aggiunta agli unguenti per la cura dei reumatismi e dei dolori articolari in genere.

Il pino mugo, applicato la sera (e mai prima di esporsi al sole) sulla cute attraverso il massaggio, ha anche la capacità di stimolare la circolazione sanguigna, affaticata dal caldo e dall'afa estiva, grazie alla sua marcata azione rinfrescante e disintossicante, che contribuisce a ridurre la densità del sangue: il risultato è che gli arti si sgonfiano, vene e capillari diventano meno evidenti e le gambe più leggere.

Gli aghi del pino mugo si possono utilizzare anche per preparare dei cuscini aromatici da tenere a letto o - ancora meglio - da posizionare sotto le caviglie prima di coricarsi, per rinfrescare e tonificare le gambe durante il sonno.

Per i massaggi: diluire 2 gocce di olio essenziale di pino mugo in un cucchiaio di olio di jojoba e massaggiare le gambe dal basso verso l'alto, risalendo verso ginocchia e cosce. Per bagni di vapore: anche se siamo in estate, i bagni di vapore sono ottimi per depurare la pelle e liberarla dalle scorie che vanno ad appesantire l'attività circolatoria. Basta aggiungere 4 gocce di olio essenziale di pino mugo nell'acqua bollente della vasca, sedersi sul bordo ed esporre il corpo ai vapori. Una volta che l'acqua si sarà intiepidita, si potrà fare un vero e proprio bagno.

Contro insonnia e problemi circolatori: olio essenziale di neroli e olio essenziale di pino

Il caldo di agosto, inoltre, causa due disturbi molto frequenti: l'insonnia e il rallentamento circolatorio. Per ovviare a questi problemi l'aromaterapia ci suggerisce proprio un mix di olio essenziale di neroli e olio essenziale di pino mugo, disintossicante e tonico che agisce soprattutto a livello della circolazione.

Questi rimedi naturali mostrano la loro efficacia rilassando e depurando l'organismo, sia quando vengono utilizzati per bagni e massaggi sia per inalazione.

Consiglio: versate su un fazzoletto da tenere sempre in tasca 2 gocce di olio essenziale di neroli o di olio essenziale di pino mugo da annusare ripetutamente quando i malesseri aumentano. In alternativa si può versare qualche goccia d'olio sul cuscino.

TAG
OLI ESSENZIALI PROPRIETÀ
APPROFONDISCI
Salute Naturale
Salute Naturale

La rivista che propone un modo nuovo di prendersi cura della propria salute

CONSIGLIATO PER TE
I magici oli essenziali
I magici oli essenziali

Gli oli essenziali sono un concentrato delle proprietà benefiche delle pian...

AGGIUNGI UN COMMENTO
Iscriviti alla newsletter RIZA e ricevi notizie e suggerimenti per prenderti cura di te!
Test della settimana
Test della settimana
Come vivi le tue paure?