Erbe e fitoterapia
L'agrifoglio ti protegge dalla febbre

L’agrifoglio, grazie al contenuto di ilicina, svolge un’azione espettorante, agevola la respirazione e abbassa la febbre in caso di tosse, raffreddore e stati influenzali

L’ agrifoglio, Ilex aquifolium, è un arbusto sempreverde appartenente alla famiglia delle Aquifoliaceae che raggiunge anche i 20 metri di altezza. Originario del Regno Unito e dell’Europa centrale, presenta foglie appuntite e lucenti, tra le quali spiccano bacche rosse e tondeggianti, ben note come decorazioni natalizie. Albero sacro per gli antichi druidi considerato la pianta regina dei mesi invernali, l’agrifoglio rappresenta un simbolo importante della tradizione celtica. Analogamente, gli estratti erboristici dell’agrifoglio aiutano a superare la stagione fredda rimanendo in salute.

 

Principi attivi

Il fitocomplesso dell’agrifoglio contiene ilicina, specialmente nelle foglie, tannini, pectine e ilaxantina. L’ilicina, sostanza dalle caratteristiche simili alla caffeina, è responsabile dell'azione febbrifuga e tonica.

 

Proprietà

L’Agrifoglio vanta proprietà febbrifughe e antireumatiche, espettoranti, toniche, digestive, diuretiche e lassative. Vediamo nel dettaglio quando utilizzarlo:

Febbre: la corteccia sotto forma di decotto è un rimedio naturale e ideale contro la influenza e stati febbrili.

Tosse e catarro: le foglie sono diaforetiche, espettoranti, febbrifughe e tonificanti. Possono essere utilizzate fresche ed essiccate nel trattamento della febbre in caso di reumatismi, di tosse con presenza di molto catarro.

Ritenzione di liquidi: la radice dell’agrifoglio, in decotto, è un ottimo diuretico.

Chiusura emotiva: i fiori sono alla base del rimedio di Bach Holly che è indicato in presenza di sentimenti molto negativi, come odio, sospetto, invidia, dispetto e aggressività per favorire l'apertura verso gli altri.

 

Formulazioni e uso

Le uniche parti utilizzabili dell’agrifoglio sono le foglie, la corteccia e la radice in infuso o decotto. Le bacche sono tossiche per l’uomo sebbene il frutto tostato possa essere utilizzato come surrogato del caffè. Ecco come ottenere i preparati erboristici:

  • Infuso di foglie, utile digestivo, si prepara con un cucchiaio di foglie per ogni tazza d’acqua bollente lasciando in infusione per 10 minuti
  • Decotto di foglie contro tosse e catarro si prepara con 3 grammi di foglie di Agrifoglio in 100 ml di acqua fredda
  • Decotto di corteccia contro la febbre si prepara utilizzando 3 grammi in 100 ml d’acqua fredda, portando poi a ebollizione per 10 minuti. Si lascia raffreddare e si filtra con un colino. Bere 2-3 tazze al giorno
  • Fiori, come rimedio di Bach, 4 gocce sotto la lingua per 4 volte al dì

 

Controindicazioni

Assumere gli estratti di agrifoglio sotto controllo medico. Le bacche sono tossiche. Non assumere in gravidanza, durante l’allattamento e nei bambini.

APPROFONDISCI
Manuale pratico per curarsi in casa

Una guida utile per la salute e il benessere di tutta la famiglia. Ecco le so...

AGGIUNGI UN COMMENTO
Vuoi ricevere aggiornamenti sull'argomento?
Iscriviti alla nostra newsletter
Test della settimana
Come affronti una delusione amorosa?