Pilosella, il super drenante naturale
Erbe e fitoterapia

Pilosella, il super drenante naturale

Pilosella compositum: in gocce o capsule, facilita l’eliminazione di liquidi e tossine, ma è molto utile anche per contrastare la cellulite e la ritenzione idrica di vecchia data

Pilosella: cos'è

In questo periodo dell’anno la concomitanza tra il clima freddo e le festività prossime ventura, con il loro corteo di pranzi e cene abbondanti a base di cibi elaborati ricchi di grassi e di zuccheri, favorisce l'accumulo di scorie e tossine che infiltrano i tessuti, rallentando il drenaggio cellulare e lo smaltimento delle scorie da parte di fegato, reni e sistema linfatico e alimentando un circolo vizioso di scorie accumulate e infiammazioni che dà luogo ad un ingrassamento "malato" e promuove la formazione di cellulite. Per liberarsi rapidamente dalle sgradevoli conseguenze delle “abbuffate” di fine anno è bene seguire per un paio di settimane una dieta leggera e stimolare l'azione drenante di fegato e reni con l'aiuto della pilosella.

Pilosella: un drenante naturale usato da secoli

La pilosella è una pianta della famiglia delle Asteracee dai caratteristici fiori gialli presente soprattutto nelle zone montane in tutta Europa, segnalata per la prima volta da Santa Hildegarda di Bingen già nel XII secolo, come tonico del cuore e diuretico. La fitoterapia moderna riconosce alla pilosella un'azione coleretica e colagoga, grazie alla sua capacità di stimolare l'escrezione e il deflusso della bile e di promuovere la detossificazione epatica. Inoltre ha proprietà diuretiche e disinfettanti, contrasta il rischio di calcolosi urica e contribuisce a depurare il sangue dagli eccessi di un'alimentazione ricca di proteine animali.

I principi attivi della pilosella

Tutte le parti della pilosella contengono triterpeni e umbelliferone, un’idrossicumarina dotata di proprietà antibiotica che disinfetta le vie urinarie da microbi e batteri e stimola la diuresi, facilitando l'eliminazione di scorie e tossine attraverso le urine. Inoltre contiene flavonoidi che promuovono i processi riparativi e protettivi a livello della mucosa vescicale e dei tessuti delle vie urinarie.

Le formulazioni fitoterapiche della pilosella

  • Con la pianta intera di pilosella si produce la Tintura Madre, da usare soprattutto in caso di infiammazioni o infezioni delle vie urinarie, specie se associate a un ingorgo epatico o a coliche biliari. Si assume nella dose di nella dose di 30-40 gocce di Tintura Madre due volte al giorno, lontano dai pasti.
  • Per drenare i tessuti infiltrati dalla cellulite possiamo ricorrere all'infuso, da assumere nella dose di due tazze da tè al giorno, lontano dai pasti. Per prepararlo versa in una tazza d'acqua bollente un cucchiaio raso di foglie e fiori di pilosella essiccati, spegni il fuoco, copri e lascia riposare per una decina di minuti. Filtra e bevi, dolcificando eventualmente con miele di limone.
  • L'estratto secco di pilosella, reperibile in capsule o compresse, è consigliato prevalentemente per ragioni di praticità: se ne assumono 300 mg. 2 volte al giorno lontano dai pasti.

Gli abbinamenti ideali della pilosella

La Pilosella si presta ad abbinamenti con altre piante che lavorano in sinergia, da scegliere in base all'effetto da ottenere:

  • Per potenziarne l’azione diuretica abbinatela con ortosiphon e gramigna (10 gocce di tintura madre di ogni pianta, anche nello stesso bicchiere), tre volte al giorno.
  • L’eliminazione di tossine e di acido urico è invece favorita dall’associazione con il macerato glicerico di Linfa di Betulla, nella dose di 50 gocce 2 volte al dì, alternate con la Tintura madre di Pilosella.
  • Per disintossicare a fondo il fegato, possiamo scegliere l’abbinamento con le tinture madri ditarassaco e carciofo; fatevi preparare dall'erborista una miscela in parti uguali delle tre erbe, da assumere in tisana due volte al giorno o, se preferite, versate in mezzo bicchiere d'acqua 10 gocce di tintura madre di ognuna delle tre erbe, e bevete la miscela tre volte al dì.
  • Per stimolare il metabolismo utilizzate un abbinamento di estratti secchi di pilosellagambod’ananas in capsule da 50-100 mg, nella dose di 2 capsule 2 volte al dì.

Pilosella: controindicazioni

Non utilizzare la pilosella assieme a diuretici di sintesi, per evitare scompensi del ricambio idro-elettrico a livello cardiocircolatorio. Non usare in caso di gravidanza e allattamento.

TAG
PILOSELLA
APPROFONDISCI
Depura il fegato con i rimedi verdi
Depura il fegato con i rimedi verdi

Così rigeneri tutto l'organismo e ringiovanisci le cellule

CONSIGLIATO PER TE
I magnifici 4 rimedi della nonna
I magnifici 4 rimedi della nonna

Sono olio, limone, acqua e bicarbonato:come usarli per la salute e la cosmesi

Iscriviti alla newsletter RIZA e ricevi notizie e suggerimenti per prenderti cura di te!
Test della settimana
Test della settimana
Come vivi le tue paure?