Le “regole” del buon umore
Tu | fiducia in se stessi

Le “regole” del buon umore

Per trovarlo e tenerlo in vita occorre affidarsi all’intelligenza naturale del corpo e allontanarsi dai cerebralismi: scopri gli “alleati” giusti per riuscire a farlo

Ci sono due vie possibili per incontrare il buon umore: una cerebrale che consiste nel provare a risolvere i problemi che crediamo siano alla base del nostro malumore, ed è un vicolo cieco. L’altra via è invece corporea, istintuale: noi siamo il nostro corpo e se il corpo sta bene, noi stessi stiamo bene, la vita scorre armonica e ci sentiamo in equilibrio. Il corpo non è qualcosa di astratto, è un insieme di funzioni: dormire, bere, mangiare, fare l’amore, ascoltare; le sensazioni che il corpo ci può dare sono molto più ricche e profonde di quanto si possa pensare. Dare più spazio al corpo favorendo le condizioni capaci  di produrre piacere, attiva automaticamente le aree cerebrali del benessere. Risvegliare il buon umore è possibile, sfruttando bene le “scorciatoie” che il corpo e i sensi ci mettono a disposizione: i profumi, la musica, il movimento...            

- I profumi
È ormai provato da molte ricerche: i profumi hanno accesso diretto al nostro cervello e tramite questa via innescano la secrezione di sostanze chimiche che si diffondono in tutto il corpo modificandone lo stato dell’umore. Possiamo annusarli puri ogni volta che lo desideriamo o diffonderli negli ambienti. O ancora diluirne due o tre gocce in una tazzina di olio di mandorle dolci e massaggiare dolcemente tutto il corpo... Scegliamo un profumo che ci inebri: stimolerà le aree arcaiche del cervello “distraendolo” dalle attività ipercerebrali e favorendo il ripristino del buonumore.

- Il ritmo della danza
La danza, quando è coinvolgente, provoca in noi la riduzione degli ormoni e dei neurotrasmettitori dello stress. Probabilmente questa scoperta è sufficiente a spiegare come mai i balli più sfrenati, carichi di sensualità e di energia esplosiva quasi sempre sono stati inventati in periodi bellici: per scrollare via la tensione, la paura, la tristezza, per favorire nel corpo e nel cervello un ritmo allegro e intenso capace di scacciar via i pensieri bui. Attraverso la danza il “latte buono” della vita può tornare ad alimentarci.

- I cibi
La “beatitudine” transita anche attraverso le papille gustative. Ci sono cibi che sembrano creati appositamente per regalare una perfetta sensazione di benessere e appagamento quando li gustiamo lentamente e attentamente. Sono quei cibi che ci forniscono un corretto apporto di triptofano, sostanza che stimola il cervello a produrre serotonina, la molecola del buon umore per eccellenza. Quando il malumore ci attanaglia allora, cerchiamo il nostro cibo preferito e assaggiamone un pezzettino: ad occhi chiusi, assaporandolo lentamente, senza pensare a nulla, ma portando tutta l’attenzione sulla lingua e sul palato.

- I vestiti
È una questione di autostima cui dobbiamo far attenzione quando, scegliendo un abito o un accessorio, dedichiamo tre minuti d’attenzione: mi piaccio  di più con la gonna o con i pantaloni? Qual è la collana che mi fa sognare? E le scarpe che mi fanno sentire più femminile? O è la comodità che sto cercando oggi? Molte ricerche hanno da tempo messo in luce che piacersi è determinante affinché il cervello liberi una cascata di endorfine che rallegrano lo spirito e risanano il corpo.

- La musica
Viene utilizzata oggigiorno come terapia d’avanguardia per sconfiggere la depressione. Una melodia che ci appassiona è in grado di produrre complessi effetti biologici, migliorare la conduzione elettrica del sistema nervoso e favorire la plasticità neuronale: cantala, a squarciagola o solo mentalmente, fischiettala, tamburellala con le dita. Nei momenti-no servirà a ricreare la leggerezza d’animo perduta. Del resto la musicoterapia, tecnica che affonda le sue radici in culture antichissime, fa della musica un vero e proprio strumento di cura.

Due piccoli esercizi che aprono le porte al buonumore

- Mai guardarsi dentro con gli occhi di ieri
Se vuoi trovare il buon umore ogni mattina, al risveglio, prima di cominciare qualsiasi cosa, mettiti comodo e immagina di scrivere su un foglio di carta ciò che pensi di te stesso, quindi accartoccialo e gettalo nel cestino. Così facendo cominci la giornata guardando te stesso, il partner, le situazioni che vivi con occhi nuovi. Ogni volta che ti accorgi di dare qualcosa per scontato, prendi “un foglio nuovo” e scrivi lì sopra quello che ti era venuto in mente. Poi, anche in questo caso accartoccialo e gettalo nel cestino. Siamo abituati a guardare noi stessi con gli occhi del passato e questo impedisce la manifestazione spontanea della gioia.  Con questo esercizio annulli quel “giudice interiore” che ti suggerisce di correggere ogni tua azione secondo parametri precostituiti, come se il buon umore di oggi potesse essere assicurato dall’atteggiamento mentale che ha funzionato ieri.

- Immagina cosa creare e provaci subito
L’arte ha il potere terapeutico di distogliere la nostra attenzione dal solito personaggio che si lamenta per tutto. Attività creative come dipingere, ascoltare musica, fare giardinaggio, cucinare, lavorare a maglia, scrivere un diario mettono di buon umore. A patto di non porsi obiettivi da raggiungere.  Durante la giornata, quando hai un momento libero, immagina una cosa che ti piacerebbe creare. Prova a rappresentare mentalmente i materiali e i passaggi necessari al compimento dell’opera. Quando l’immagine di ciò che vuoi realizzare diventa più nitida, inizia il lavoro. Gioisci semplicemente del tuo operare, concentrandoti su ogni gesto, sulle emozioni che si provano, persino sul tuo semplice respiro…

TAG
BUON UMORE
CORPO
EQUILIBRIO
ARMONIA
BENESSERE
SENSAZIONI
SEROTONINA
APPROFONDISCI
Pompelmo, il re dei bruciagrassi
Pompelmo, il re dei bruciagrassi

Fa dimagrire perché attacca le cellule adipose, riduce il colesterolo e gli zuccheri nel sangue

CONSIGLIATO PER TE
I rimedi per il buonumore
I rimedi per il buonumore

I cibi e gli alleati verdi per fare il pieno di serotonina, la sostanza del benessere e della felicità

AGGIUNGI UN COMMENTO
Iscriviti alla newsletter RIZA e ricevi notizie e suggerimenti per prenderti cura di te!
Test della settimana
Test della settimana
Come vivi le tue paure?