L'aiuto pratico
Come neutralizzare i saccenti

È sempre bene evitare chi emette sentenze su tutto, specie su argomenti che conosce solo superficialmente: impariamo a farlo in modo efficace

Alla larga da chi pensa di sapere tutto

Si trovano ovunque: tra i parenti, tra gli amici, sul lavoro, a un corso e in tanti altri contesti. Loro sono lì, sempre pronti a elargire la propria sapienza, anche senza che glielo si chieda. Sono i saccenti, coloro che pensano di sapere tutto meglio di chi hanno davanti e non si trattengono dal manifestare questa presunta superiorità con consigli non richiesti, sermoni compiaciuti, critiche salaci ed evidenziando che soltanto loro sanno che cosa è bene o male, utile o inutile, giusto o sbagliato.

I saccenti: ridicoli ma pericolosi

Un esempio fra i tanti possibili: a pranzo o a cena insieme, se raccontiamo qualcosa di noi (una vacanza da programmare, una decisione difficile, un problema sul lavoro), ci sentiremo dire dai saccenti che loro lo saprebbero fare meglio, che conoscono un posto migliore, che la scelta ottimale è un'altra, trasmettendo questi messaggi: tu sbagli, tu non capisci, non hai fatto abbastanza, non hai scelto bene, non vai bene. I saccenti gesticolano in modo da valorizzarsi (indicano loro stessi, assumono posture da maestro, da capo o da padrone della situazione) e ti guardano come a dirti: sei sempre il solito inetto. Ciò accade soprattutto se ci rivolgiamo a uno di loro per un aiuto (che, se viene dato, è accompagnato da critiche e insegnamenti) o per uno sfogo personale (che non viene accolto ma rispedito al mittente con tanto di predica sugli errori compiuti).

L'ironia, prima arma di difesa dai saccenti

Se riuscissimo a guardarli con distacco e ironia, ci accorgeremmo subito che i loro atti sono ridicoli e grotteschi. Ma la loro spocchia, sommata al fatto che non di rado ce li troviamo tra i parenti stretti o tra i migliori amici o nello stesso luogo di lavoro, spesso ci irrita impedendoci di cogliere il lato comico del loro comportamento. Anche perché con loro non si può impostare un vero dialogo, non ci si sente mai capiti. E soprattutto, se siamo incerti o disorientati, possiamo fare scelte sbagliate, influenzati dalla loro finta ma prorompente sicurezza, che di solito non coglie per nulla le reali problematiche di chi hanno di fronte. Esistono però delle buone regole per neutralizzarli: eccole.

La prima regola: lasciarli parlare e non porre loro mai domande

Più di ogni altra cosa, i saccenti amano essere ascoltati: se fai loro credere di farlo con attenzione si sentiranno soddisfatti e si disinnescheranno presto da soli, certi di averti convinto!

- Anzitutto individuali con certezza: non è difficile!

I saccenti danno consigli senza richiesta, non chiedono mai, non hanno dubbi, criticano anche senza conoscere bene la situazione, ostentano le loro opinioni e le loro conoscenza, non hanno l'umiltà di ascoltare, non cambiano mai idea. Il vero sapiente fa l'opposto: ascolta, chiede, comprende. Solo su richiesta, e solo a volte, suggerisce qualcosa.

- Conosci bene te stesso per proteggerti al meglio

Se ti accorgi di essere influenzabile dalla falsa sicurezza dei saccenti, non raccontare loro troppe cose di te. Se hai un progetto o un'idea, prima agisci e porta a compimento, o verrai continuamente disturbato da critiche e consigli. Riduci anche le confidenze o verranno usate per crearsi una visione di te che diventerà un inossidabile pregiudizio.

- Disattivali così

Se parli con un saccente evita di:

  1. Fargli domande come se fosse un oracolo;
  2. Combatterlo o competere con lui in una gara di ostentazione; lascialo parlare senza farti impressionare.
  3. Piuttosto cerca di selezionare: a volte tra quello che dice c'è qualcosa che ti potrebbe servire.
APPROFONDISCI
Il linguaggio segreto dell'eros
Ritrovare il piacere e l'armonia sessuale senza dover ricorrere ai farmaci
CONSIGLIATO PER TE
La guida pratica per comunicare bene

Come usare il linguaggio verbale e quello del corpo per farsi capire e per migliorare i rapporti con gli altri

AGGIUNGI UN COMMENTO
Vuoi ricevere aggiornamenti sull'argomento?
Iscriviti alla nostra newsletter
Test della settimana
Cosa vorresti eliminare del tuo carattere?