Rompi i legami sbagliati e arriverà la  felicità
Tu | fiducia in se stessi

Rompi i legami sbagliati e arriverà la felicità

Uscire dalle relazioni dannose è il passo più importante per ritrovare facilmente la felicità che si credeva perduta

Nel corso della vita può capitare di avere la sensazione di muoversi faticosamente, come se invisibili fili collegassero le nostre braccia e le nostre gambe a pesi altrettanto invisibili che siamo costretti trascinare. Non riusciamo a liberarcene; così potrebbe essere descritta la tristezza che proviamo quando ci sentiamo imprigionati in legami sbagliati: nella coppia, nella famiglia con gli amici e anche nel lavoro. C'è poco da fare: talvolta l'unica via per trovare la felicità e recuperare l'energia perduta è proprio tagliare i rami secchi, ovvero i legami e le relazioni ormai morti in cui siamo invischiati. Tuttavia non sempre è necessario agire in modo tanto drastico e rompere i legami. E se bastasse semplicemente allontanarsi per un certo periodo, prendere le distanze e, da un altro punto di osservazione, riconsiderare la relazione? Facciamo due piccoli esempi.

Quando è meglio tagliare: se l'amore è finito l'affetto non basta

Un caso tipico di relazione che produce tristezza è quello delle coppie dove l'amore e la passione sono ricordi del passato, ma non si ha il coraggio di dirselo e di prendere le decisioni che ne conseguono. C'è ancora tanto affetto, lui (o lei...) è "troppo buono", lei (o lui...) è troppo premurosa, è una così brava persona, è di buona famiglia...Non funziona: per paura del grande dolore della separazione si scivola piano piano in una tristezza e in un'apatia che possono cronicizzarsi. E la felicità scompare del tutto...

Quando possiamo cambiare:  le esigenze dei figli non diventino  obblighi

Capita  che genitori di figli ormai grandi, si ostinino a posporre ogni loro spostamento o decisione alle esigenze dei "ragazzi". E così la casa al mare non è mai libera per loro, in città c'è sempre qualche amico dei figli da ospitare e... "come farebbero a sopravvivere senza di noi?". Risultato: la coppia e le sue esigenze finiscono in un angolo. In questo caso si possono cambiare le cose, cominciando con l'ammettere a se stessi di essere i veri artefici di una simile situazione. La paura di perdere il controllo dei figli e  il "disappunto" nel vederli ormai indipendenti possono spingere i genitori a comportarsi in questo modo; la tristezza che ne consegue è il campanello d'allarme per  capire che si tratta di una scelta controproducente che si può e si deve cambiare.

Rimedi facili ed efficaci per raggiungere la felicità

Rimanere legati a cose o persone in modo simbiotico è un errore comune. A volte basta allontanarsi di qualche passo per ritrovare autonomia, piacere della relazione e anche la nostra felicità.

Con il partner - Scappa per un po'

Se la sensazione di appiattimento o di non appagamento è generata dal nostro partner, regaliamoci qualche giorno di "fuga" senza fornire troppe spiegazioni. La lontananza permetterà a noi di trovare stimoli nuovi non legati alla sua presenza e metterà l'altro di fronte al bisogno di rinnovarsi per riconquistarci.

Con i figli - Rendili responsabili

Spesso ci si sente tristi perché riteniamo che i figli non comprendano e non ci ripaghino delle energie spese per loro. E ci comportiamo come se dovessimo sempre stare loro vicini ad aspettare quel "grazie" che non arriva mai. Anche con loro la strategia della lontananza funzionerà meglio di cento rimproveri. È necessario che i genitori vivano una loro vita e vadano alla ricerca della propria felicità: solo così i figli, non trovandoseli sempre "addosso", li guarderanno con occhi nuovi e, se sarà necessario, saranno loro a ricorrere a loro, senza il timore di venire soffocati.

Con gli amici - Qualche scusa fa bene

Ci sono rapporti che iniziano bene, ma poi diventano trappole. Se non ci si sente tutti i giorni iniziano le recriminazioni... se non si trascorrono tutti i week-end insieme, ecco le accuse di tradimento... Che fatica! Proviamo a inventarci qualche scusa per " non esserci": non rispondiamo sempre al telefono, e coi colleghi, diamo dei suggerimenti, ma non risolviamo noi i loro problemi.

TAG
FELICITÀ
PSICOLOGIA
RELAZIONI
TRISTEZZA
APPROFONDISCI
Impara l'arte di semplificarti la vita
Impara l'arte di semplificarti la vita

Elimina le gabbie mentali, così realizzi facilmente tutti i tuoi obiettivi

CONSIGLIATO PER TE
I test che ti svelano la tua vera personalità
I test che ti svelano la tua vera personalità

Bastano pochi minuti per scoprire le nostre qualità nascoste

AGGIUNGI UN COMMENTO
Iscriviti alla newsletter RIZA e ricevi notizie e suggerimenti per prenderti cura di te!
Test della settimana
Test della settimana
Come vivi le tue paure?