Vuoi comunicare bene? Parla forte e chiaro
Comunicazione

Vuoi comunicare bene? Parla forte e chiaro

La comunicazione diretta e sincera è sempre la più efficace e incisiva: inutile temporeggiare con parole inutili, meglio andare dritti all'obiettivo, col sorriso...

Per capire bene cosa significa una comunicazioneefficace, facciamo un esercizio un po’ macabro, ma molto significativo: immaginiamo per un istante (fatti i debiti scongiuri…) di essere sul letto di morte. Quali sarebbero le ultime parole da riservare all’amico, al figlio, al partner? Il segreto mai rivelato, la dichiarazione che non hai avuto il coraggio di fare prima, il silenzio o che altro? Qualsiasi sia la risposta, col tempo contato e la prospettiva imminente di passare a miglior vita, non sprecheremmo la comunicazione in parole inutili e soprattutto non ci preoccuperemmo troppo della reazione altrui.Quindi, se sei un temporeggiatore, se per te non è mai il momento giusto, se temi sempre di ferire la suscettibilità dell’altro, prendi spunto da questa situazione-limite. Per allenarti a dire le cose al momenti giusto, adesso!

LEGGI ANCHEComunicazione o manipolazione? Scopri la differenza

Comunicazione vincente: la soluzione è dirlo...Ora!

Quante volte sei stato lì lì per farlo e ti sei trattenuto, per pudore, paura, pigrizia o che altro... Quante volte hai ricacciato indietro le parole, con la scusa che tanto, c’è sempre tempo! Adesso fallo: adesso diglielo. Immagina che questa sia l’ultima occasione. Immagina di sparire subito dopo. E diglielo, diglielo adesso.

L’effetto della comunicazione efficace

Asseconda l’urgenza che ti porta le parole alle labbra e goditi il distacco che scioglie il timore delle possibili conseguenze. Ti accorgerai di azzerare aggressività, rancore o trepidazione. E ti sentirai pervadere da un piacevole senso di estraneità e di tranquillità. Proprio come se il tuo io stesse tramontando.

LEGGI ANCHEVuoi comunicare meglio? ecco gli errori da non fare più

Improvvisa, sarai più efficace

"Chiariamo la situazione...”; “Vorrei farti capire...” ; “Adesso ti spiego...”: per la maggior parte delle persone una buona comunicazione serve solo o soprattutto quando ci fa realizzare l’obiettivo prefisso. Senza uno scopo la parola sembra diventare vuota, scarnita di senso. Ma se fosse proprio da quel vuoto che la comunicazione trae il suo senso più autentico? Pensiamo a due situazioni esemplari nelle quali la comunicazione gioca un ruolo determinante. Nel primo caso, lei ha accettato il tuo invito e tu vuoi capire fino a che punto è interessata a una relazione. Nel secondo, hai buone ragioni di credere che il tuo capo abbia progetti su di te e hai chiesto un colloquio per sondare il terreno.

No ai discorsi mandati a memoria, rendono la comunicazione fredda

Invece di impostare il discorso come un copione, impegnati a parlare senza obiettivi, senza giudizi, senza preconcetti. Come? Al posto di utilizzare in sequenza le parole come fossero tappe che ti avvicinano alla meta, poniti in uno stato rilassato di attesa vigile e lasciale affiorare come vengono. È la stessa differenza che corre tra camminare verso una destinazione precisa e passeggiare liberamente. Quando cammini tranquillo i tuoi passi sono regolari, la tua postura è armoniosa.

Attenzione: una comunicazione senza obiettivi non significa dire strafalcioni, ma semplicemente non seguire il solito itinerario strutturato che dalla premessa X ti porta alla conclusione Y. È probabile che tu sia più volte tentato di ricadere nel repertorio collaudato di sempre: una battuta, una frase a effetto, una domanda a bruciapelo, tutte scorciatoie per ritornare sul sentiero comunicativo a te noto. Resisti e dolcemente, quando si crea il silenzio, lasciati scivolare in esso, come fosse il tuo rifugio.

Cosa ottieni con una comunicazione spontanea

Così facendo, ti accorgerai che ogni disagio pian piano sfumerà, le parole che usciranno saranno ancora più pertinenti ed efficaci di quelle che avresti usato se ti fossi preparato il discorso al tavolino. Soprattutto, proverai dentro di te la confortante sensazione che le cose comunque accadono, senza che tu le debba spingere forzatamente  in una direzione obbligata. Funziona così in molti campi dell'esistenza, anche in quello della comunicazione.

APPROFONDISCI
La guida pratica per comunicare bene
La guida pratica per comunicare bene

Come usare il linguaggio verbale e quello del corpo per farsi capire e per migliorare i rapporti con gli altri

CONSIGLIATO PER TE
Riza Psicosomatica
Riza Psicosomatica

È il mensile di psicologia che aiuta a occuparsi di sé per vivere bene e migliorare la qualità delle nostre relazioni.

AGGIUNGI UN COMMENTO
Iscriviti alla newsletter RIZA e ricevi notizie e suggerimenti per prenderti cura di te!
Test della settimana
Test della settimana
Come vivi le tue paure?