Coppia e amore

Delusione d'amore, come reagire?

Dopo una delusione d'amore, recitare forza e indifferenza è inutile: cedere al dolore e al senso di perdita ti regala in poco tempo l'energia che serve a ripartire

Isabella scrive alla redazione di Riza Psicosomatica, “Ho chiuso una relazione qualche mese fa, quando il mio compagno dopo 15 anni mi ha detto che si era innamorato di un'altra. All'inizio ho reagito bene, l’ho cacciato via e mi sono liberata di tutto quello che di suo avevo intorno, sembrava quasi non fosse successo niente. Poi, all’improvviso, qualcosa si è interrotto: la mia casa è piombata nel disordine, ho avuto una crisi respiratoria che forse era un attacco di panico, ho speso un sacco di soldi per alimentarmi in maniera sana ma non sono riuscita a mangiare niente e ho buttato via tutto. Sono giorni che piango ininterrottamente. Ho la sensazione di aver completamente perso il controllo, da un punto di vista fisico, emotivo, mentale. Come se stessi andando alla deriva; vorrei almeno non soffrire così tanto. Se la mia anima vuole portarmi da qualche altra parte vorrei che lo facesse velocemente perché io riesca a trovare, a ritrovare una serenità e una centratura di fondo attraverso la quale ricominciare a prendermi cura di me."

LEGGI ANCHEMi ha lasciato, come smettere di soffrire?

Delusione d'amore, l'inutilità delle maschere

Quando arriva una grande sofferenza, come una grande delusione d'amore, la cosa peggiore che possiamo fare è resistere, far finta di niente, fingerci forti mentre abbiamo il cuore spezzato. Isabella crede di aver reagito bene all’inizio, e che il suo problema sia quello che sta capitando ora. In realtà, è vero il contrario: quello che accade ora è vero, ciò che succedeva prima era una recita, che l’anima ha sgretolato con la forza che la contraddistingue.

Il dolore è la prima cura per le delusioni d'amore

Un luogo comune assai diffuso raccomanda l’importanza di mostrarsi vigorosi nei momenti difficili, se non altro per ragioni di orgoglio: mi ha mollata dopo 15 anni, non gli darò la soddisfazione delle  mie lacrime. Coerenti con questo ragionamento, molte persone che vivono una delusione d'amore nascondono il dolore, trattengono la rabbia, recitano il copione dell'indifferenza. Fino a che, d'improvviso, tutto crolla e un'atroce sofferenza ci scaraventa nella disperazione più nera. Isabella ha la sensazione di aver completamente perso il controllo; effettivamente è ciò che accade, ma è proprio quello di cui ha più bisogno per innescare un autentico processo di rinascita. Proprio così: non è possibile farlo se prima non abbiamo buttato via tutte le tossine emotive che ancora albergano nel nostro animo, e che ora stanno finalmente venendo alla luce attraverso il pianto

LEGGI ANCHENon temere le lacrime, lavano l'anima

La resa ti riporta a casa

Liberarsi degli oggetti e di tutte le cose appartenute all'ex è gusto, a patto di non illudersi che questo basti a fare piazza pulita del passato. Anche occuparsi di sé e della propria salute, magari con un'alimentazione più sana e consapevole aiuta, ma non può bastare. Occorre cedere al dolore e abbandonarsi a quella deriva di cui Isabella parla nella sua e mail. Che cosa significa andare alla deriva? Significa vivere un'esperienza analoga a quella di Ulisse, l'eroe omerico che dovette vagare per anni prima di tornare alla sua amata Itaca. Occorre perdersi per ritrovarsi nuovi, affrontare i marosi e le tempeste della vita così come sono, senza inutili mascheramenti. Per quanto sarà necessario: cercare di imporre i tempi della mente all'anima è inutile e allunga il dolore. La sofferenza di Isabella non finirà per un atto di volontà cosciente, ma grazie a un atteggiamento di accoglienza e di resa. Le sue lacrime la stanno "spurgando", il dolore la riporterà presto a casa, dove senza accorgersene troverà la sua nuova centratura e tutta l'energia necessaria per ripartire.

APPROFONDISCI
I test che rivelano come sei nella vita e nell'amore

Qual è il tuo vero carattere? Sai lasciarti andare alle passioni che ti tent...

CONSIGLIATO PER TE
Riza Psicosomatica

È il mensile di psicologia che aiuta a occuparsi di sé per vivere bene e migliorare la qualità delle nostre relazioni.

AGGIUNGI UN COMMENTO
Vuoi ricevere aggiornamenti sull'argomento?
Iscriviti alla nostra newsletter
Test della settimana
Come vivi le tue paure?