Sgranocchi di continuo mentre lavori? Le regole per smettere
Mangiare sano

Sgranocchi di continuo mentre lavori? Le regole per smettere

Cattive abitudini, nervosismo e noia innescano una fame continua che rovina linea e salute: alcune semplici regole alimentari e le tisane giuste ti fanno superare il problema in poco tempo

Paola, lettrice di Dimagrire, scrive alla redazione:

Ho 41 anni, sono alta 1,64 e peso 70 chili. Sono impiegata amministrativa in un’azienda e svolgo un lavoro abitudinario e un po’ noioso, ma da quando lavoro da casa ho sempre voglia di mangiucchiare, come fossi preda di una fame continua. Durante la giornata sgranocchio in continuazione: un biscotto, una caramella, un cracker, un cioccolatino e così via. Ho sempre bisogno di avere qualcosa da masticare a portata di mano. Così facendo, però, non solo non perderò mai peso, ma rischio anche di accumulare qualche chilo in più! È normale che anche dopo i pasti abbia ancora voglia di altro? Esistono rimedi in grado di fermare questa mia irresistibile voglia di sgranocchiare? Grazie.”

Noia, nervosismo e abitudini sbagliate: ecco cosa innesca la fame continua

Mangiare quando non si ha davvero fame fa aumentare i livelli di glucosio nel sangue innescando un circolo vizioso di falsa fame continua. L’unico indicatore autentico che ci dovrebbe spingere a consumare del cibo è l’appetito, l’acquolina in bocca, la sensazione di buco nello stomaco. L’eccessiva disponibilità di snack e alimenti pronti in dispensa, poi, porta, quasi inevitabilmente a mangiare senza sosta, facendo perdere di vista quanti "extra" effettivamente ci accompagnano nell’arco della giornata.

Il primo consiglio è dunque questo: ok agli spuntini, ma bilanciati. Due esempi: una piccola mela con 20 g di bresaola o 15 g di pane nero con 40 g di ricotta.

Il secondo consiglio è ridurre al minimo, se non eliminare tutte le le tentazioni "junk" a portata di mano e prepararsi tisane naturali e bottigliette d’acqua naturale. La disidratazione, non tutti lo sanno, provoca la stessa sensazione della fame e quindi la falsa fame a volte è semplicemente...sete!

Ami il salato? Contro la fame compulsiva scegli i semi piccantini

Preparati un mix di semi di sesamo pestati insieme a un’abbondante presa di peperoncino e a un cucchiaino da tè di alghe in polvere. Consuma qualche pizzico di questa miscela e, subito dopo, bevi un bel bicchiere di acqua minerale, meglio se al magnesio: il sapore piccante anestetizza le papille gustative e l’acqua riempie lo stomaco, inducendo sazietà.

Sei per il dolce? Opta per liquirizia o mandorle

Procurati un bastoncino di liquirizia, quello “legnoso”, che trovi facilmente in erboristeria. Il sapore dolce che lo caratterizza calma e appaga la fame nervosa. L’unica accortezza è non eccedere nel consumo perché la liquirizia alza la pressione sanguigna e ha un effetto leggermente lassativo. Un’ottima alternativa sono le mandorle non salate: 5-7 sono la porzione perfetta!

Tiglio e Ignatia, alleati perfetti contro la fame continua

Spesso la fame nervosa, detta anche la fame emotiva, insorge per mettere a tacere stress, emozioni negative, ansia. Un buon rimedio è assumere gli integratori in grado di riportare in equilibrio emozioni e fame. Il primo rimedio che puoi prendere il gemmoderivato di Ficus carica MG 1 DH, dall’azione riequilibrante a livello neurovegetativo, che migliora la motilità e la secrezione gastroduodenale. Da assumere nella dose di 30-40 gocce prima di pranzo per venti giorni al mese con una sospensione di dieci, prima di un'eventuale ripresa.

Se la fame nervosa è dettata da demotivatizone e ansia per una condizione lavorativa insoddisfacente puoi associare anche Tilia tomentosa MG 1 DH, 10 gocce prima di colazione per venti giorni al mese con una sospensione di dieci giorni prima di un’eventuale ripresa. Un buon rimedio omeopatico può essere Antimonium crudum che blocca la rischiosa abitudine a consumare cibo in modo disordinato. Generalmente la diluizione consigliata è la 9 CH, 5 granuli al giorno in caso di bisogno, sospendendo l’assunzione ai primi miglioramenti. A questo puoi abbinare Ignatia 9 CH, 5 granuli al bisogno, rimedio utile se quando sei preoccupata allunghi la mano proprio per prendere qualcosa da sgranocchiare.

TAG
FAME NERVOSA
APPROFONDISCI
Le guide pratiche RIZA: Il potere curativo degli integratori
Le guide pratiche RIZA: Il potere curativo degli integratori
Iscriviti alla newsletter RIZA e ricevi notizie e suggerimenti per prenderti cura di te!
Test della settimana
Test della settimana
Come vivi le tue paure?