Mangiare sano

Gola e tonsille al sicuro con il lime

Il succo di questo agrume esotico contrasta le prime influenze e accelera la guarigione da riniti e faringiti; in più, il lime contrasta la formazione delle placche

Ottobre è il mese del mal di gola e dei raffreddori che fanno fatica a guarire e che rischiano di debilitarci per tutta la stagione fredda. ll segreto per debellarli è in un frutto dalle lontane origini asiatiche: il lime. Conosciuto da tutti per essere uno degli ingredienti base di alcuni famosi cocktail, questo frutto può essere un vero toccasana per i problemi alle prime vie aeree. Diversi studi hanno dimostrato che il lime possiede attività antimicrobiche e antinfiammatorie. Per questo viene utilizzato spesso nella cura di tosse e riniti. Grazie al mix di sostante antiossidanti e antinfiammatorie contenuto in esso è possibile prevenire e curare questi disturbi tipici dell’autunno. In particolare il merito è della vitamina C contenuta nel lime, che utilizzato già in passato dagli antichi navigatori per curare lo scorbuto, la malattia generata proprio da una carenza vitaminica. Questa vitamina dev’essere assunta attraverso la dieta in quanto il nostro corpo non è capace di produrla autonomamente. In particolare è in grado di proteggere le vie respiratorie poiché è fondamentale nella formazione dell’interferone, una molecola che blocca l’entrata dei virus all’interno delle cellule. In questo modo, la vitamina C contenuta nel lime impedisce alle cellule sane di essere infettate.

Il lime neutralizza i focolai infiammatori
Diverse ricerche hanno evidenziato come le sostanze contenute nel lime, e in generale negli agrumi, abbiano un effetto benefico nel prevenire alcuni tipi di cancro, come ad esempio quelli della pelle, dei polmoni, della bocca e dello stomaco. Il merito è dell’elevato contenuto di antiossidanti di cui, fra l’altro, beneficia anche il sistema cardiovascolare. Il lime è capace di abbassare il livello di colesterolo nel sangue. In particolare è stato rilevato che i livelli della proteina Apo B secreta dalle cellule del fegato (e normalmente elevati nei casi di colesterolo alto) calano nettamente con l’assunzione di lime ai pasti.

Provalo in spremuta
Bevi 2 bicchieri al giorno di acqua tiepida mescolata al succo di un’arancia e di un lime: l’acido citrico ti corazza contro le infezioni.

Trasformalo in tisana calmante
Se il gusto del lime ti sembra troppo acido, prova a usarne la scorza in tisana: fai sobbollire 10 minuti un cucchiaio di fiori di malva (lenitiva) insieme alla scorza di un lime biologico, poi dolcifica con un cucchiaino di miele: sfiamma la gola ed elimina eventuali placche.

Usalo per i gargarismi
Metti un lime tagliato in 4 in una ciotola, cospargilo di sale, mescola e aggiungi un cucchiaino di questo concentrato a un bicchiere con dell’acqua calda. Con questa soluzione fai dei gargarismi 3-4 volte al giorno. Il lime mischiato al sale (che ne aumenta l’acidità) aiuta a uccidere i microrganismi più aggressivi.

TAG
RAFFREDDORE
MAL DI GOLA
LIME
RIMEDI NATURALI
TISANA
AGRUMI
APPROFONDISCI
Depura il fegato con i rimedi verdi

Così rigeneri tutto l'organismo e ringiovanisci le cellule

CONSIGLIATO PER TE
I magnifici 4 rimedi della nonna

Sono olio, limone, acqua e bicarbonato:come usarli per la salute e la cosmesi

AGGIUNGI UN COMMENTO
Vuoi ricevere aggiornamenti sull'argomento?
Iscriviti alla nostra newsletter
Test della settimana
Quanto credi in te stesso? Scoprilo