Cibo
Col lime previeni cedimenti ed effetto yo-yo

Grazie al suo apporto di acido folico, acido citrico e potassio, il lime disinfiamma intestino e tessuti e cancella smagliature e flaccidità

Tra i vari agrumi che troviamo sulle nostre tavole ormai tutto l’anno, il lime è quello più “esotico”: è il frutto di una pianta sempreverde originaria del Sud-est asiatico che rientra nella composizione di molti aperitivi. Si tratta di una via di mezzo tra il cedro e il limone ma con un sapore più delicato e una polpa più succosa, ideale per preparare spremute, frullati e centrifugati. Ma oltre a queste caratteristiche, il lime ha un "corredo minerale" di tutto rispetto (calcio, fosforo, potassio, magnesio), buone quote di vitamina C, vitamine del gruppo B, flavonoidi e, soprattutto, acido citrico e acido folico.

Il lime ricompatta la pelle che ha perso tono

L’acido folico ha un ruolo importante di prevenzione nei confronti dell’invecchiamento della pelle: fornisce la giusta dose di energia alle cellule dell’epidermide affinché si mantengano vitali e giovani. L’acido citrico, invece, migliora i processi digestivi, facilita la scomposizione dei cibi attraverso i succhi gastrici, e quindi il loro transito attraverso l’intestino. In questo modo si favorisce il corretto movimento peristaltico e si garantisce una buona evacuazione: fattore determinante per eliminare il carico di tossine che, migrando dal tratto digerente nei tessuti, ne può ridurre la tonicità.

Leggi anche: gola e tonsille al sicuro con il lime

Agisce come un integratore di sali depurativi

A fronte di un impatto calorico minimo, il lime è quindi un alleato prezioso nelle cure dimagranti. È un vero e proprio integratore di sali minerali depurativi e sgonfianti a elevata biodisponibilità: in particolare il succo di lime contiene potassio che ci ricarica dai cali energetici dovuti al caldo estivo, e magnesio che riequilibra il sistema nervoso e combatte l’appetito. Il lime, inoltre, apporta triptofano che alza il tono dell’umore e aumenta la resistenza agli attacchi di fame nervosa e - non ultimo - abbassa il colesterolo e agisce come detossificante e antinfiammatorio su tutto l’organismo. L’azione alcalinizzante del lime è utile anche per prevenire la formazione di cellulite che viene favorita dall’accumulo di scorie e di liquidi sottocutanei. Questo è l’aspetto più interessante del lime: oltre a essere un buon digestivo e regolatore intestinale, è un alimento disinfiammante perché riduce l’acidità del pH organico, che è la causa principale degli stati infiammatori che preludono al sovrappeso. Bere il lime durante e dopo una dieta aiuta dunque a conservare i tessuti tonici, evitando smagliature e cedimenti spesso dovuti all’antipatico effetto yo-yo. 

Bevi il succo di lime appena spremuto

Molte diete depurative e sgonfianti prevedono l’assunzione del succo di un lime aggiunto all’acqua tiepida da bere al mattino, a digiuno (volendo con l’aggiunta di un cucchiaino di miele) oppure durante la giornata. Questo semplice rimedio, se assunto con costanza, contribuisce a purificare in profondità l’organismo, ad accelerare il metabolismo e, non ultimo, a sciogliere i cuscinetti di adipe con un effetto tonico e snellente sui fianchi, cosce e pancia. Per chi soffre di stipsi e gonfiori addominali il lime è indispensabile per eliminare le putrefazioni e i fenomeni fermentativi che rallentano il transito. Il succo va usato fresco, appena spremuto: altrimenti perde le sue proprietà. 

Aggiungilo a pesce e macedonie

Al posto del limone, che per certi palati può risultare troppo acido, aggiungi alle macedonie estive il succo di lime: rende più digeribili gli zuccheri della frutta e non fa alzare troppo la glicemia. Per assimilare meglio i nutrienti del pesce, cotto o anche in carpaccio, aggiungi una spruzzata di lime.

AGGIUNGI UN COMMENTO
Vuoi ricevere aggiornamenti sull'argomento?
Iscriviti alla nostra newsletter
Test della settimana
Cosa vorresti eliminare del tuo carattere?