Cuore e circolo in salvo con l'avocado
Cibo

Cuore e circolo in salvo con l'avocado

L'avocado è ricchissimo di proprietà antiossidanti benefiche per il cuore ed il sistema circolatorio: provalo in una tartare con mango e i gamberetti

Proprietà dell'avocado

L’avocado è un frutto tropicale ricchissimo di elementi antiossidantie di proprietà benefiche per cuore e circolo. La stagione naturale dell’avocado è tra ottobre ed aprile. E’ abbastanza calorico e ricco di grassi, ma per lo più acidi grassi benefici per la salute cardiaca. Possiede anche altri elementi che proteggono la salute del cuore: la vitamina E, che contrasta l’ossidazione del colesterolo, il potassio e i caroteni. Sfatiamo un mito: in realtà l’apporto calorico dell’avocado è relativamente elevato, infatti contiene meno calorie di pane e uova. E’ facilmente digeribile grazie al suo elevato contenuto di diversi enzimi.

I principali apporti nutrizionali dell’avocado (per 100 g)

  • Vitamina E = 1,9 mg: è antiossidante, previene l’ossidazione delle altre vitamine aumentandone l’efficacia
  • Caroteni = 0,18 mg : precursori della vitamina A, antiossidanti, migliorano la vista e contrastano l’invecchiamento cutaneo
  • Fibre = 3 g favoriscono l’abbassamento del colesterolo e la salute dell’intestino
  • Potassio = 522 mg : mantiene stabile la tensione arteriosa
  • Lipidi = 14,2 g : protettori cardiaci

Come preparare l'avocado

  • La polpa di avocado si ossida molto rapidamente, annerendosi e perdendo le proprietà benefiche. Se dopo averlo sbucciato non lo mangi subito, spruzza un po’ di succo di limone sulla polpa per prevenirne l’ossidazione.
  • Essendo piuttosto calorico l’ideale sarebbe condire l’avocado semplicemente con un po’ di limone, sale e pepe. Perfetto per un antipasto saporito.
  • L’avocado non si cuoce, si consuma esclusivamente crudo. Se non sbucciato si può conservare fino ad una settimana a temperatura ambiente.
  • Associandolo al salmone affumicato avrai un bilanciamento perfetto di acidi grassi.
  • L’avocado deve imperativamente essere tagliato con una lama inox, o si ossiderà all’istante.

Ricetta: Tartare di avocado, mango e gamberetti

Ingredienti

  • 200 grammi di gamberetti
  • 2 avocado
  • 1 mango
  • 1 cipolla
  • 1 limone
  • Sale
  • Olio d’oliva
  • Aneto
  • Pepe
  • Tabasco

Preparazione per 4 persone

Se usi gamberetti freschi sceglili di taglia ridotta. Fai bollire una pentola d’acqua. Aggiungi un po’ di sale grosso. Butta i gamberi e falli cuocere per 2-3 minuti (saranno pronti quando la corazza sarà diventata opaca. Toglili dal fuoco, aspetta che si intiepidiscano ed estrai la polpa. Sbuccia e sminuzza la cipolla. I pezzetti devono essere molto fini poichè la mangeremo cruda. Poi mettili in un recipiente. Sbuccia il mango e sminuzza la polpa fino ad ottenere tanti piccoli cubetti, poi aggiungili alla cipolla. A questo punto sbuccia l’avocado e fai a pezzetti la polpa. I cubetti devono essere della stessa taglia dei cubetti di mango.

Spruzza un po’ di limone sulla polpa di avocado per evitare che si ossidi e annerisca. Aggiungi la polpa di avocado agli altri ingredienti nel recipiente prestando attenzione a non schiacciarla. Con una forbice taglia le code dei gamberetti in piccoli tranci e mettili nel recipiente. In un bicchiere versa due cucchiai d’olio d’oliva, spremi mezzo limone, aggiungi sale, pepe e due gocce di tabasco e mescola. Poni qualche foglia di aneto nel recipiente, versa la salsa e mescola con delicatezza per non schiacciare gli ingredienti. Metti su di un piatto una formina cilindrica, con un cucchiaio riempila con il preparato per la tartare, quindi sfila delicatamente la formina. Buon appetito!

TAG
AVOCADO
SISTEMA CARDIOVASCOLARE
AGGIUNGI UN COMMENTO
Iscriviti alla newsletter RIZA e ricevi notizie e suggerimenti per prenderti cura di te!
Test della settimana
Test della settimana
Come vivi le tue paure?