Salvia: quanti benefici in una sola pianta!
Cibo

Salvia: quanti benefici in una sola pianta!

Molto ricca di oli essenziali e fitoestrogeni, la salvia è la regina degli orti estivi: dà sapore e “mordente" a molti piatti, lenisce i disturbi femminili, disinfetta e deodora

Erba sacra ai latini, la salvia (da “salvatrix”, salvatrice) è al culmine della sua energia vegetativa soprattutto in estate. È una pianta nota da millenni, oltre che come ingrediente aromatico per cucinare, anche come farmaco naturale: il medico greco Dioscoride nel primo secolo a.C. la annoverava nel suo De materia medica come erba afrodisiaca, utile rimedio anche contro le ulcere e i disturbi legati alla sfera femminile (come le vaginiti) e la consigliava alle donne che volevano aumentare la propria fertilità. In Gallia i Druidi preparavano l’idromele usando anche foglie di salvia, considerata come una panacea per tutti i mali.

La salvia migliora la digestione dei grassi

In cucina la salvia è tradizionalmente usata per insaporire e farcire le carni e il pesce, preparare il carpione, aromatizzare le minestre e i condimenti con il burro, visto che facilita anche la digestione dei grassi. Del resto, la salvia è usata da secoli nella medicina popolare come digestivo. Le nostre nonne consigliavano una semplice tisana a base di limone e foglie di salvia in caso di pesantezza di stomaco, e questa bevanda, da dolcificare con poco miele, resta sempre un valido rimedio contro gastrite e acidità. La salvia è soprattutto una pianta femminile perché è ricca di principi ormonali: risulta quindi molto utile alle donne di tutte le età ma soprattutto a quelle che si avvicinano alla menopausa. Con l’arrivo del climaterio si verifica un calo fisiologico degli estrogeni e questo squilibrio può provocare disturbi come ciclo mestruale doloroso, insonnia, ansia, variabilità dell’umore, vampate. Per attenuare tutti questi malesseri la salvia si conferma davvero un ottimo rimedio: utilizziamola quindi per cucinare, beviamone l’infuso (ne bastano 1-2 grosse foglie in una tazza d’acqua) e usiamola anche sotto forma di olio essenziale: ne bastano poche gocce nell’acqua del bagno, nel bruciatore di essenze o unite all’olio di massaggio per eliminare ansia e gonfiori.

LEGGI ANCHEGli incredibili benefici della salvia

L’idea: trasformala in pesto

Per ottenere un gustoso pesto alla salvia che tonifica il sistema ormonale ti servono una manciata di pinoli, qualche rametto di salvia, una scheggia di formaggio grana, olio extravergine d’oliva e sale integrale. Frulla per pochi secondi una manciatina di pinoli e una scheggia di formaggio grana. Poi unisci le foglie di salvia e, man mano che le unisci al composto precedentemente macinato, versa a filo l’olio extravergine d’oliva. Aggiusta di sale e usa il pesto per condire pasta o riso; si conserva in frigo in un vasetto, coperto d’olio.

TAG
SALVIA
FITOESTROGENI
CLIMATERIO
MENOPAUSA
VAGINITE
DISTURBI FEMMINILI
APPROFONDISCI
Gli ormoni vegetali
Gli ormoni vegetali

I rimedi naturali contro i disturbi della menopausa

CONSIGLIATO PER TE
Riza Dossier: La Menopausa
Riza Dossier: La Menopausa
Non è il tramonto del femminile, ma la vera rinascita
AGGIUNGI UN COMMENTO
Iscriviti alla newsletter RIZA e ricevi notizie e suggerimenti per prenderti cura di te!
Test della settimana
Test della settimana
Come vivi le tue paure?