Coi fiori nuovi rifiorisci anche tu
Sos salute

Coi fiori nuovi rifiorisci anche tu

La primavera è arrivata: per sette giorni fai spazio alle tisane e ai bagni impreziositi dai fiori di fine marzo e il tuo cervello te ne sarà grato

Prepararsi alla primavera significa entrare nell’energia del rinnovamento, della rigenerazione, della rinascita. E quindi è il momento di nuovi colori, di alimenti freschi, di fiori, di foglie, di energia verde. L’esplosione primaverile che ricominciamo a intravedere intorno a noi, sta accadendo anche nei nostri tessuti e nelle aree antiche del cervello. Senza che ce ne accorgiamo il nostro organismo sta vivendo la primavera che arriva.

Aprirsi alla rinascita
La luce ha un’importanza fondamentale per il tessuto cerebrale e per le ossa: quindi è utile stare il più possibile all’aperto soprattutto nei giardini, meglio (se si può) nei boschi. Riempire le stanze di fiori, come le primule, le viole significa trasmettere agli occhi immagini di fioritura, che dall’ipotalamo verranno poi irradiate negli organi. I profumi a base di resina e di foglie assolutamente naturali, come la mirra, il rosmarino, l’incenso, la menta stimolano le aree olfattive del cervello a liberare gli ormoni fondamentali per la rigenerazione dei tessuti. E poi, via libera ai colori sulla mensa di ogni giorno: a marzo possiamo fare un’indigestione di spinaci, erbette, gramigna, prezzemolo da tenere in bella vista con la frutta colorata sul tavolo da pranzo, in cucina, per la casa. Senza accorgercene emetteremo nell’ambiente quell’energia floreale di cui abbiamo bisogno più del pane. A questo proposito va ricordato che la frutta colorata, come la papaia e il mango, ci fornisce un carico di vitamina A e C (come il prezzemolo) fondamentali a pranzo.

Novità anche a tavola
L’ideale sarebbe fare almeno una settimana consumando cibi solo crudi, vegetali, senza aggiungere nessun alimento di provenienza animale. Quindi per 7 giorni niente carne, pesce, latte, formaggi (soprattutto quelli fusi e stagionati): ci accorgeremo nei giorni successivi del miglioramento del tono dell’umore e sperimenteremo una rinnovata energia e un’assenza di stanchezza che è il sintomo che gli italiani accusano di più con l’arrivo della primavera. Spazio alle tisane di malva, altea e sambuco, che depurano l’organismo dalle tossine invernali; ed è anche il momento di "inondare" le tavole di insalate di finocchio, carciofi, erba cipollina e tarassaco. E spazio anche ai bagni, che vanno riempiti di fiori di stagione (primule, viole, margheritine): trasmetteranno alla pelle l’energia primaverile in modo unico. La medicina dei conventi consigliava la sera, prima di dormire, una pediluvio con questi fiori proprio per trasmettere ai piedi, che sono in diretto contatto con la terra, il rinnovamento energetico che sta avvenendo intorno a noi.

TAG
PRIMAVERA
RINASCITA
BAGNI
TISANE
FIORI
PROFUMI
APPROFONDISCI
Tisane e infusi
Tisane e infusi

La guida per scegliere le erbe più adatte a curare i disturbi della mente e del corpo

CONSIGLIATO PER TE
Mandala Therapy - I Fiori n. 4
Mandala Therapy - I Fiori n. 4

Via i brutti pensieri con i mandala dei fiori

Iscriviti alla newsletter RIZA e ricevi notizie e suggerimenti per prenderti cura di te!
Test della settimana
Test della settimana
Come vivi le tue paure?