Fucus o quercia marina: l'alleato segreto del tuo dimagrimento
Integratori

Fucus o quercia marina: l'alleato segreto del tuo dimagrimento

Il fucus è un'alga eccezionale per attivare un'azione stimolante sul metabolismo dei lipidi o più comunemente dei grassi, indispensabile per dimagrire.

Il Fucus vesiculosus, chiamato anche alga bruna o quercia marina, è un'alga che prospera sulle coste dell’Oceano Atlantico, del mare del Nord, in Groenlandia, Norvegia, ma anche nelle Isole Azzorre e nelle Indie occidentali. La quercia marina è facilmente riconoscibile per le caratteristiche foglie a ventaglio simili a quelle della quercia, cosparse di vescicole globose piene d'aria che la fanno galleggiare, ed è tra le alghe più utilizzate in fitoterapia per contrastare i disturbi connessi a un'insufficienza del metabolismo basale. Nelle estremità di alcune lamine, l'alga bruna presenta anche piccole sacche ovoidali, simili ad olive ripiene di una sostanza gelatinosa verde-arancio.

Ad accorgersi delle proprietà dimagranti della quercia marina fu un medico francese, Duchesne-Duparc, che nel 1862 - mentre sperimentava l'uso dell'alga bruna per combattere la psoriasi - si accorse che quest'alga aveva un'azione stimolante sul metabolismo dei grassi, ed iniziò ad usarla con successo nel trattamento dell'obesità.

Composizione chimica della quercia marina

Riccchissima di iodio organico e inorganico, mucopolisaccaridi (acido alginico, fucoidano e laminarina), polifenoli, fucosterolo, fuxoxantina, lipidi polari, oligoelementi, vitamine (B1, C ed E), tannini, steroli vegetali, e saliminerali (iodio, bromo, potassio, sodio, magnesio, ferro). La quercia marina agisce in modo particolare sulla tiroide, che utilizza la sua ricchezza in iodio e microelementi per la produzione degli ormoni tiroidei tiroxina e triiodotironina, indispensabili per aumentare il metabolismo basale, accelerare il ricambio e riequilibrare il processo di sintesi dei grassi da parte del nostro organismo. La sua azione stimolante è quindi utile anche in tutti i casi ipotiroidismo e nei disturbi ad esso connesso.  

Per questo è utilizzata sia per dimagrire che per riequilibrare il ricambio e contrastare patologie della pelle come la cellulite, causata dalla perdita di capacità di ricambio da parte delle cellule del derma.

Le proprietà curative della quercia marina

Oltre a contrastare sovrappeso, obesità e cellulite, la quercia marina possiede numerose altre virtù che la rendono utile in numerose patologie, tra le quali:

  • Gastroprotettiva e antiulcerosa Le mucillagini che compongono gli alginati della quercia assorbono molta acqua e, una volta arrivati nello stomaco, si trasformano in un denso gel viscoso che riveste e protegge la mucosa gastrica e ne riduce la secrezione acida, costituendo anche un efficace antidoto al reflusso gastrico.
  • Lassativo naturale La massa di gel vischioso formata dall'alga bruna nell'intestino, stimola la peristalsi favorendo il transito intestinale con un'azione lassativa non irritante, che libera i visceri senza infiammarli come i lassativi su base irritativa, che alla lunga possono creare pericolose infiammazioni e diverticoliti.
  • Antidiabetica Secondo numerosi studi sperimentali, gli alginati presenti nell'alga bruna hanno una provata attività antidiabetica, riducendo significativamente l'indice glicemico e i trigliceridi nelle cavie.
  • Antibatterica e antinfiammatoria Altri studi hanno dimostrato che l'alga bruna è utile per contrastare le infezioni batteriche da Staphilococco aureo, Pseudomonas aeruginosa ed Escherichia coli. L'azione antimicrobica sarebbe dovuta ad alcuni batteri marini isolati sulla superfice dell'alga bruna, capaci di sintetizzare antibiotici totalmente innovativi come struttura chimica, mentre il fucoidano ha un'azione potentemente antinfiammatoria.
  • Antiage Gli alginati della quercia marina appaiono in grado di attivare una glicoproteina coinvolta nella sintesi del collagene. Secondo uno studio recente, l'estratto acquoso di alga bruna all'1% applicato localmente avrebbe dimostrato attività anti-age.

Le dosi da assumere

La quercia marina è reperibile in commercio sia come estratto secco che come tintura madre. La posologia consigliata per l'estratto secco è variabile in relazione alle diverse case produttrici, si consiglia di usare la dose minima prevista per non incorrere in squilibri. La tintura madre di quercia marina si assume nella dose di 30 gocce diluite in acqua, la mattina a colazione.

Controindicazioni della quercia marina

Prima di assumere la quercia marina consultarsi col medico: non va assunta in caso di cardiopatie, aritmie, tachicardie, ipertensione arteriosa, ipertiroidismo, gravidanza e allattamento. In caso di ipotiroidismo non assumere assieme a farmaci come l'eutirox per non incorrere in disturbi come tremori, tachicardia, nervosismo, insonnia e ipertensione arteriosa. Non assumere la sera o per periodi superiori a 6 settimane.

TAG
ALGHE
APPROFONDISCI
Spirulina, Fucus e Wakame
Spirulina, Fucus e Wakame
Le tre alghe più preziose
CONSIGLIATO PER TE
Salute Naturale
Salute Naturale

La rivista che propone un modo nuovo di prendersi cura della propria salute

AGGIUNGI UN COMMENTO
Iscriviti alla newsletter RIZA e ricevi notizie e suggerimenti per prenderti cura di te!
Test della settimana
Test della settimana
Come vivi le tue paure?