Integratori
Sei intollerante al lattosio? Fai così e ti passa

L'intolleranza al lattosio colpisce un italiano su due ma superarla è semplice, con gli integratori che aiutano la digestione dello zucchero contenuto nel latte

Nella nostra cultura alimentare il latte e i suoi derivati sono di uso comune; pochi però sanno che l’uomo è l’unico mammifero che consuma latte anche dopo lo svezzamento e che nel tempo ha sviluppato una progressiva intolleranza al lattosio, lo zucchero contenuto nel latte. Secondo le più recenti statistiche (2015), il 56% della popolazione italiana non tollera questa sostanza. Una simile “complicanza” alimentare, può essere molto fastidiosa e alla lunga obbliga a pesanti rinunce alimentari.

L'intolleranza primaria è diffusa ma possiamo sconfiggerla

Esistono tre forme riconosciute di intolleranza al lattosio: congenita, primaria, secondaria. Solo la primaria può essere efficacemente trattata con l’utilizzo di adeguati integratori, ed è anche la forma più diffusa. Fra i sintomi più comuni ricordiamo i crampi addominali, gonfiori, diarrea, nausea, meteorismo, stipsi. Ma da cosa deriva l'intolleranza? Proprio dall'eccesso di lattosio che assumiamo spesso inconsapevolmente, poiché questa sostanza è presente non solo nel latte e nei suoi derivati, ma anche nella maggior parte degli snack, in molti dolci, nei prodotti industriali da forno e anche in alcuni alcolici. La quantità giornaliera tollerata da un organismo soggetto a intolleranze specifiche è di 10/12 grammi al giorno, ma nell’alimentazione comune, la dose di lattosio può arrivare a 20-30 grammi e questo spiega perché il corpo reagisca con le contromisure adeguate.

Ce la fai solo con gli integratori giusti

Come fare per risolvere il problema? Un'ottima soluzione la offrono gli integratori a base di lattasi, l'enzima che nel nostro intestino rende possibile l'assorbimento del lattosio. I migliori sono quelli che contengono anche altre sostanze naturali altamente digestive, come lo zenzero e il finocchio, utili a regolare la motilità gastrointestinale e ad eliminare i gas. Pensate che questi integratori aiutano l'intestino a digerire fino a 35 grammi di lattosio al giorno, anche oltre le quantità comunemente assunte. Ma i loro benefici non finiscono qui: si tratta infatti di prodotti molto utili anche in altre circostanze, ad esempio a seguito di trattamenti antibiotici che riducono la flora batterica intestinale. In associazione ai fermenti lattici, sono utili per la ricostruzione della flora batterica a seguito di forti gastroenteriti. E servono anche agli sportivi che devono integrare la loro alimentazione con proteine derivanti dal latte. Insomma, una vero toccasana per un organo tanto delicato quanto importante come l'intestino. 

Articolo in collaborazione con  Nahrin Swisscare

APPROFONDISCI
La dieta salva colon
Bastano 7 giorni per rigenerare la preziosa mucosa intestinale
CONSIGLIATO PER TE
Come evitare le intolleranze al latte

Bisogna alternare il latte vaccino con quelli vegetali, così digerisci bene e blocchi le fermentazioni intestinali

AGGIUNGI UN COMMENTO
Vuoi ricevere aggiornamenti sull'argomento?
Iscriviti alla nostra newsletter
Test della settimana
Come affronti una delusione amorosa?