Integratori
Le alghe in polvere riattivano il metabolismo lento

Le alghe sono ricche di iodio che riattiva il metabolismo lento, aiutandoti se in estate hai qualche difficoltà a smaltire i chili di troppo

Se il metabolismo è lento, la lotta contro i chili di troppo diventa più complicata, ma per fortuna ci sono le alghe. Forse non tutti sanno che al mare si tende a dimagrire più facilmente perché nell’aria e nell’acqua è presente lo iodio, il minerale che stimola la tiroide e il metabolismo lento. Le alghe marine ne sono una delle fonti naturali più ricche, ma contengono anche tante vitamine e minerali indispensabili per la salute: in particolare quelle brune, come la kelp, la kombu e il fucus, ne sono una vera miniera. Il loro consumo può bilanciare le carenze di iodio che, per chi vive lontano dalle coste e soprattutto ha il metabolismo lento, sono piuttosto frequenti.

Leggi anche: l'alga wakame aiuta la tiroide e regala energia

Ecco quali attivano il metabolismo lento

Le alghe attivano il metabolismo lento e i meccanismi fisiologici degli strati più profondi della pelle, rassodando e drenando i tessuti rilassati, riducendo gli accumuli adiposi e regalando alla pelle un aspetto subito più vitale. Ecco alcune delle più diffuse:
- kombu: dona sapore e si può usare al posto del sale. Riduce la fame, riavvia il metabolismo lento e la lipolisi;
- hijziki: è diuretica, anticolesterolo e fa bene anche all’intestino;
- nori: ricca di proteine dimagranti, contrasta l’assorbimento di grassi e zuccheri;
- spirulina: è energizzante e saziante;
- wakame: stimola il metabolismo, è un ottimo antiage cutaneo ed è buonissima in minestre e insalate;
- fucus: ricca di minerali drenanti e di elementi antiossidanti, protegge dall’invecchiamento ed è alleata della silhouette.

Prendile nei cambi di stagione come ricostituenti

Le alghe si trovano in commercio in compresse e capsule, ma anche in polvere ed essiccate. Il fucus e la wakame esistono anche sotto forma di tintura madre (40 gocce al dì in un bicchier d’acqua). Il consumo di alghe è sconsigliato in caso di problemi di tiroide e cardiopatie. La cura non deve durare più di un mese.

Usale in cucina al posto del sale

Se vuoi utilizzare in cucina le alghe, in modo da dare una mano al metabolismo lento anche passando dalla tavola, le trovi intere o in polvere: insaporiscono i piatti al posto del sale e danno un sapore speciale a insalate e minestre. Buonissima, per esempio, la wakame, che si reidrata in acqua e si condisce con aceto di riso e semi di sesamo.

APPROFONDISCI
I rimedi verdi brucia grassi

Molte sostanze derivate da piante, semi, frutti e alghe sono un aiuto efficac...

AGGIUNGI UN COMMENTO
Vuoi ricevere aggiornamenti sull'argomento?
Iscriviti alla nostra newsletter
Test della settimana
Come affronti una delusione amorosa?