Ciliegio, il rimedio drenante e diuretico dalle origini antichissime
Erbe e fitoterapia

Ciliegio, il rimedio drenante e diuretico dalle origini antichissime

I pedunculi delle ciliegie costituiscono un eccellente rimedio naturale dalle notevoli proprietà lassative, diuretiche e drenanti, inoltre curano la pelle in caso di irritazioni o screpolature

Il ciliegio è un albero che appartiene alla famiglia delle Rosacee probabilmente proveniente dall’Asia. Il suo nome, Prunus avium, significa "arbusto degli uccelli". È famoso per i suoi frutti, dal colore rosso acceso e dal gusto più o meno dolce: il Prunus avium è il ciliegio dolce e il Prunus cerasus il ciliegio acido. Plinio il giovane ci racconta che la pianta di ciliegio veniva coltivata già in Gallia. Ma l’origine del ciliegio è ancora più antica: sono stati scoperti, infatti, dei semi di ciliegio di origine preistorica e si pensa che i frutti siano giunti in Europa attraverso gli uccelli, che ne sono golosi.

In Giappone la fioritura del ciliegio è occasione di festeggiamenti tradizionali; rappresenta l’inizio della primavera ed è simbolo di rinnovamento. Gli estratti del ciliegio sono diuretici e purificanti anche per l’organismo.

Principi attivi

Le ciliegie contengono un'alta percentuale di acqua (80%), sali minerali come potassio, magnesio, ferro, sodio, calcio, fosforo oltre a vitamine A e C. Sono ricche di flavonoidi, sostanze utili a contrastare i radicali liberi e l'invecchiamento cellulare in quanto stimolano la produzione di collagene in combinazione con le vitamine A e B. I peduncoli del frutto sono altrettanto ricchi di: polifenoli, tannini, flavonoidi, potassio, vitamina A, C e acido malico, che favorisce la digestione degli zuccheri e l'attività del fegato.

Proprietà del ciliegio

Le proprietà medicinali del ciliegio sono già note a Galeno: i peduncoli dei frutti sono utilizzati come diuretici nella medicina popolare. Drenano, contrastando la ritenzione idrica e fluidificano i depositi di grasso evitando la formazione di nuova cellulite. Inoltre il contenuto di mucillagini, tannini, e fenoli rendono la pianta un efficace rimedio diuretico e antinfiammatorio delle vie urinarie, oltre che blandamente lassativo. A livello cutaneo il ciliegio protegge la pelle dai raggi solari e ne regolarizza la produzione sebacea, agendo come astringente.

LEGGI ANCHEPrevenire la cellulite a tavola

Formulazioni

In erboristeria, per preparare decotti e infusi e tinture, vengono utilizzati principalmente i penduncoli del frutto, preferenzialmente quelli del ciliegio acido. Vediamo come assumere il ciliegio:

  • Tintura madre di ciliegio: si assumono 40 gocce in poca acqua tre volte al giorno lontano dai pasti.
  • Infuso: per ottenerlo portare ad ebollizione un litro d’acqua, immergervi una manciata di gambi secchi di ciliegia, lasciando in infusione per circa 5 minuti.
  • Decotto: si prepara con 20 grammi di peduncoli secchi di ciliegie in 1 litro di acqua (oppure 1 cucchiaio raso ciliegio peduncoli per 1 tazza d’acqua) Basta versare i peduncoli sminuzzatati nell’acqua fredda, accendere il fuoco e portare a ebollizione. Far bollire finché l'acqua non assume un colore rosato. Spegnere il fuoco, coprire e lasciare in infusione per 10 minuti o fino a quando il decotto diventa di un colore più scuro. Bere 2 tazze al giorno in caso di cellulite, infezioni delle vie urinarie, ritenzione idrica.

Uso interno:

  • Ritenzione idrica o cellulite: Grazie all’azione drenante, per la presenza di sali di potassio, diventa un’indispensabile coadiuvante in caso di cellulite.

  • Cistiti uretriti e nefriti: in quanto antinfiammatorio delle vie urinarie è utile nel trattamento di questi stati.

  • Gotta, calcoli renali e renella: essendo diuretico, aiuta ad eliminare gli acidi urici

  • Lassativo: ideale da assumere in infuso.

Uso esterno, effetto astringente e rinfrescante adatto per:

  • Lenire la cute in caso di irritazioni o screpolature e per ridurre capillari evidenti: In questi casi si utilizza il decotto a scopo dermatologico, (bastano 6 grammi di peduncoli secchi). Applicare con compresse di garza imbevute, lasciate ad agire sulle parti da trattare.
  • Riequilibrare la pelle grassa: l’ideale in questo caso è preparare una maschera alla ciliegia. Si procede così prendere alcune ciliegie, togliere il nocciolo, schiacciarle e stenderle su viso e collo.
  • Proteggere la pelle dal sole e ottenere una tintarella naturale e omogenea: a questo scopo basta consumare ciliegie fresche, perfette grazie alla presenza di caroteni e sali minerali.

Controindicazioni

Il ciliegio non ha particolari effetti collaterali se non in caso di ipersensibilità accertata ad uno o più componenti. È controindicato in gravidanza e allattamento. Consultare il proprio medico di fiducia prima dell’uso.

TAG
LASSATIVO
RENI
RITENZIONE IDRICA
DRENANTE
APPROFONDISCI
I rimedi verdi brucia grassi
I rimedi verdi brucia grassi

Molte sostanze derivate da piante, semi, frutti e alghe sono un aiuto efficac...

CONSIGLIATO PER TE
Curare i reni
Curare i reni
Così elimini cistite, calcoli e acidi urici
Iscriviti alla newsletter RIZA e ricevi notizie e suggerimenti per prenderti cura di te!
Test della settimana
Test della settimana
Come vivi le tue paure?