Autosabotaggio: la spiegazione psicosomatica
Tu | fiducia in se stessi

Autosabotaggio: la spiegazione psicosomatica

Siamo a un passo dal raggiungere un obiettivo e puntualmente accade qualcosa che impedisce di realizzarlo: non è un caso, ma un preciso messaggio dell'anima

Capita a molte persone ed è un fenomeno difficile da capire e accettare: dopo tempo e sforzi, siamo vicinissimi alla realizzazione di un progetto che pensiamo importante, e di colpo accade qualcosa che impedisce il raggiungimento della meta. Che cosa significa? Perché accade? Per alcuni si tratta di semplici coincidenze negative, per la psicosomatica, c’è di più, specialmente se eventi simili tendono a ripetersi: esiste un messaggio simbolico che arriva dal profondo dell'anima e che bisogna imparare a comprendere per riuscire a vivere in armonia con se stessi e ottenere quel che si vuole dalla vita. Non sono le circostanze, la sfortuna o il caso: siamo spesso proprio noi a boicottare inconsciamente il raggiungimento delle mete prefissate. Lo facciamo attraverso il corpo, con la "produzione" di sintomi fisici che ci impediscono di portare a compimento quanto (apparentemente) desideriamo, o attraverso un atteggiamento mentale, che inizia a insinuare dubbi e preoccupazioni persistenti.

Autosabotaggio, tre possibili cause

Attenzione: questo non significa necessariamente che quell'obiettivo non faccia per noi. A volte a non funzionare sono i tempi che ci imponiamo o il momento emotivo che stiamo attraversando. In altri casi, invece, quelle mete non sono proprio nostre.

Non siamo pronti emotivamente...

Uno dei motivi principali per cui inconsapevolmente ci allontaniamo da una situazione apparentemente agognata è che in realtà non siamo ancora pronti per viverla. Magari siamo organizzati e abbiamo pianificato tutto fino all’ultimo dettaglio, ma la nostra emotività non è in grado di sostenere il grande passo. Di qualsiasi cosa si tratti (amore, lavoro, viaggi, ecc.), la nostra anima vuole dirci che non siamo sicuri al 100% di poterla reggere.  A volte il piano ideale e quello reale della vita sono distanti e quindi a parole una persona può desiderare ardentemente qualcosa per il futuro ma poi, quando il momento di realizzarla si avvicina, emergono dal profondo tutte le paure tenute nascoste, con il rischio di un dietrofront. Bisogna ascoltare questi timori; a volte è necessario solo un piccolo stop di riflessione e poi la corsa potrà continuare.

... O abbiamo troppe aspettative...

Altre volte, invece, l’obiettivo è autentico, la nostra emotività sarebbe anche pronta a sostenerlo ma quello che non è armonico sono le "modalità di avvicinamento": le eccessive pressioni e le aspettative possono avere un effetto opposto e frenare il raggiungimento di una meta che ha tempistiche proprie e interiori. Il tempo dell’anima non è il tempo del mondo esterno e per questo non è sempre facile coordinare i progetti di vita ai propri bisogni profondi. Soprattutto quando si punta a una meta importante, non bisogna imporsi ritmi innaturali, ma al contrario percepire di avere libertà d’azione, di ragionamento e di sentimento. Solo così potremo percorrere la nostra strada alla velocità che ci è più congeniale.

... O il desiderio non è autentico

Chi vive avendo come unica guida i miti e i modelli della società in cui vive oppure i desideri dei genitori o di qualunque altra persona affettivamente importante, rischia di far propri obiettivi inautentici, distanti anni luce dalla sua autenticità. Questo avviene ogni volta che il bisogno di raggiungere una determinata meta è stato indotto da altri. All’inizio è semplice non accorgersi di questo “meccanismo” e credere davvero di avere anche noi quel desiderio, ma quando ci si avvicina al momento fatidico, tutti i nodi vengono al pettine e iniziamo a sviluppare sintomi psicosomatici. È una fortuna che l'anima ci blocchi o il corpo ci paralizzi: non c'è peggior sciagura che lottare e magari raggiungere quel che non fa per noi.

LEGGI ANCHEPerché commetto sempre gli stessi sbagli

Sintomi da autosabotaggio

Ecco un elenco dei più frequenti sintomi psicosomatici che sopraggiungono quando l’anima cerca di avvertirci di cambiare o la rotta o le modalità per raggiungerla.

  • Attacchi di panico: un vero e proprio grido di allarme per una coscienza che non vuole ascoltare. Spezza gli schemi e obbliga a fermarsi
  • Depressione: toglie energie ed entusiasmo riportandoci alla ricerca della verità profonda
  • Continui errori di distrazione: non sono casuali, soprattutto se ravvicinati nel tempo. L’inconscio usa gli atti mancati per dirci che qualcosa non va
  • Comportamenti incongrui: dopo un percorso rettilineo ecco la svolta inaspettata. Comportamenti all’apparenza inspiegabili che rendono impossibile arrivare alla meta
  • Blocchi muscolari: il simbolismo più leggibile. Dal profondo emerge il tentativo di bloccare l’azione, perché qualcosa è in conflitto e necessita di fermarsi

Se ascolti i sintomi ritorni sulla tua strada

Come fare, quindi, per imparare ad ascoltare la propria interiorità e i sintomi che ci manda, vivendo in armonia con il proprio profondo? Innanzitutto non si devono mai banalizzare o ignorare le manifestazioni dell’inconscio. Piuttosto è meglio prendere una pausa per comprendere davvero i nostri veri bisogni e le nostre autentiche aspirazioni: più li ignoreremo più si ripresenteranno con maggior intensità e frequenza. È invece da evitare l’atteggiamento fatalistico, che attribuisce le colpe della non riuscita agli eventi e crea vittime del destino: ciò fa distogliere lo sguardo dal profondo e non porta a capire i reali motivi dell’insuccesso. In realtà non ci sono colpe, semplicemente non era il momento o la meta giusta. Accogliendo i messaggi del profondo ed evitando di demoralizzarsi inutilmente, saremo presto capaci di rimetterci in cammino, questa volta verso desideri davvero nostri!

APPROFONDISCI
Riza Psicosomatica
Riza Psicosomatica

È il mensile di psicologia che aiuta a occuparsi di sé per vivere bene e migliorare la qualità delle nostre relazioni.

CONSIGLIATO PER TE
La via dell'anima
La via dell'anima

Dall'alchimia alla psicoterapia le sue leggi misteriose ci guidano a ritrovare noi stessi

Iscriviti alla newsletter RIZA e ricevi notizie e suggerimenti per prenderti cura di te!
Test della settimana
Test della settimana
Come vivi le tue paure?