Depressione
La depressione ti vuole far rinascere

Adattarsi ad una vita sottomessa innesca la depressione, che è il più forte tentativo che fa l’anima per liberarti dalle catene che hai messo tu stesso ai tuoi polsi…

Vittoria, una lettrice di Riza Psicosomatica di 44 anni, decide di intraprendere un percorso di psicoterapia dopo essere stata inaspettatamente lasciata dal marito per un’altra donna. Vittoria racconta di soffrire di depressione per quel che le è accaduto e che in dodici anni di matrimonio si è adeguata a vivere una vita che in realtà non le appartiene. Suo marito è sempre stato piuttosto distaccato nei suoi confronti, sempre pronto a criticarla e a darle colpe su colpe. Anche se Vittoria non si sentiva pienamente se stessa con Mario, ha deciso comunque di sposarlo, sotto le pressioni del padre che le ripeteva sempre: “Mario ha un ottimo lavoro ed è una persona seria, ad una certa età bisogna mettere la testa a posto..."

LEGGI ANCHE Impara ad ascoltare la voce della depressione

Ritrovarsi da soli destabilizza, ma consente la rinascita

La storia di Vittoria parla di una donna che ha deciso di mettere a tacere se stessa e le proprie passioni, pur di rientrare in un modello identitario conforme con quanto si aspettava la sua famiglia. Facendo così, però, Vittoria ha represso parti importanti di sé, quelle autentiche, che la rendono unica ed irripetibile, e ha smesso di fare ciò che la faceva stare bene, come giocare a tennis e decorare oggetti di vetro con il découpage. Così, dopo anni dedicati completamente al marito, lui la lascia da un giorno con l'altro. Vittoria entra in crisi ed emerge la depressione e sembra logico attribuire il suo stato alla fine del matrimonio. L’accaduto ha stravolto la routine quotidiana di Vittoria e lei crede di non essere più in grado di andare avanti da sola e si sente “da buttare”. Ma le cose non stanno affatto così...

La depressione spegne il vecchio per accendere il nuovo

Riflettiamo; apparentemente, l’essere stata lasciata permetterebbe a Vittoria di ritornare a gestire come preferisce la sua vita. Quindi, dopo un periodo di sbandamento, dovrebbe star meglio. Al contrario, arriva la depressione: perché? La depressione ricopre un ruolo fondamentale in questo momento di cambiamento nella vita di Vittoria: rappresenta la chiusura di un periodo, la percezione di tutto il dolore provato e la spinta a rinascere. Era necessario che qualcosa spegnesse completamente la “falsa” Vittoria, quella che fingeva di essere felice con un uomo che la criticava, quella che non pensava più a quel che le piaceva o che l'appassionava,  ma solo a fare quello che gli altri si aspettavano da lei. Lasciando che la depressione faccia il suo corso ma essendo presente, lo psicoterapeuta aiuta Vittoria a traghettare la sua vita verso una sponda più autentica, pronta ad accogliere tutte le novità che la vita ha da donarle.

LEGGI ANCHE Depressione: sei stratagemmi per uscirne

Arrendersi per ripartire

Dopo alcuni mesi di psicoterapia si rende conto che non deve sottostare alle decisioni degli altri e che in realtà è stata proprio lei il supporto del marito, dedicandogli il suo tempo e le sue energie, non certo il contrario! Così la depressione si attenua e lascia spazio alle forze creative che abitano in Vittoria, ma che lei aveva abbandonato per la vita coniugale. Ritorna a giocare a tennis e si iscrive ad un corso di découpage, è disponibile a fare nuove amicizie e a dissentire anche con suo padre se non è d’accordo su qualcosa. Ora in Vittoria c’è finalmente l’equilibrio tra dedizione, responsabilità e creatività, che le permette di vivere autenticamente la propria esistenza.      

APPROFONDISCI
Riza Psicosomatica

Riza Psicosomatica è il primo mensile di psicologia in Italia, diretto...

CONSIGLIATO PER TE
I nuovi antidepressivi naturali
Per ritrovare la voglia di vivere
AGGIUNGI UN COMMENTO
Vuoi ricevere aggiornamenti sull'argomento?
Iscriviti alla nostra newsletter
Test della settimana
Cosa vorresti eliminare del tuo carattere?