Tu
Esprimi la rabbia e non ne diventerai vittima

Se trattieni sempre l’ira per non scontentare nessuno rischi di diventare una marionetta e alla lunga di ammalarti: reagire fa bene all’anima

"Quando ho conosciuto Marco, il mio attuale marito - racconta Federica, in una lunga lettera indirizzata alla redazione di Riza psicosomatica - lavoravo in un negozio in cui si progettavano e costruivano mobili moderni e, grazie alla mia passione per il disegno e la mia laurea in architettura, ero riuscita a realizzare il sogno della mia vita: creare cose belle per migliorare la qualità della vita nella propria casa. Grazie al mio lavoro ho incontrato Marco, costruttore edile e amante dell’architettura moderna. Eravamo una coppia perfetta. Ma dopo un po’ di tempo non è più stato così. Marco criticava le mie scelte nel campo dell’arredamento dei suoi appartamenti. Perché a quel punto ci aveva travolti l’idea "geniale" di lavorare insieme e così avevamo creato la nostra società..."

Sfoga la rabbia o ti consumerà: ecco perchè

Non litiga e la pelle si rovina...

"Già, ma lui doveva sentirsene il capo. Rapidamente ho sentito montare una rabbia fortissima dentro di me, ma mi trattenevo, perché mi dicevo che tra fidanzati non ci possono essere liti tremende e che se mi fossi “sfogata” come desideravo, Marco mi avrebbe potuto giudicare male e mi avrebbe lasciata. Continuavo a ripetermi che la mia rabbia era sbagliata, che avrei dovuto prendere dei calmanti, insomma, niente sfoghi. Così mi sono rovinata la pelle delle mani e del volto, che ha iniziato ad arrossarsi e a screpolarsi, perché mi grattavo continuamente". La storia di Federica è comune a molte donne, cresciute dentro il luogo comune per cui bisogna essere buoni, ascoltare, litigare il meno possibile, essere disponibili e comprensivi. Specie se si è in coppia; specie se si è la parte femminile della coppia...

Non temere la rabbia. è lei che accende la tua vita!

Smette di giudicarsi e i guai spariscono

Che cosa accade poi? Federica comprende che qualcosa non va e si affida a un percorso di psicoterapia. Lo racconta lei stessa: "Ho scoperto un modo completamente diverso di giudicare le mie emozioni. Sentivo rabbia? Bene, non dovevo né combatterla, né giudicarla negativa, tanto meno risolverla lasciando Marco. Ho iniziato ad ascoltarla, a permetterle di uscire ogni tanto, spiegando al mio fidanzato cosa stavo sentendo e perché. Lui ha accettato i miei sfoghi e, contrariamente a quanto temevo, li ha letti positivamente, come stimoli a sperimentare cose diverse anche nel suo lavoro. Perfetto: ora se mi arrabbio non mi giudico strana e il nostro nuovo modo di lavorare in coppia si è rivelato più produttivo di prima. Ho imparato a vedere le emozioni come amiche e non come “mostri” che mi facevano bruciare la pelle."

Stare zitte e buone non è mai una “prova d’amore”

Che cosa può fare al nostro corpo un’emozione trattenuta e soprattutto quale movente spinge quell’emozione a danneggiare proprio quell’organo? Prendiamo la rabbia: possiamo definirla come una forza simile a quella del fuoco e come lui può esprimersi a vari livelli, dal più leggero al più violento. Quale organo del nostro corpo è più vicino al fuoco? Il sangue, non c’è dubbio: per il colore rosso, per la rapidità con cui diventa una “vampata” violenta, per il calore che diffonde rapidamente. Quindi, la rabbia, il fuoco e il sangue sono dal punto di vista simbolico (cioè nel linguaggio usato dall’inconscio e dal corpo) la stessa cosa e si esprimono o contemporaneamente o uno al posto dell’altro. Se trattengo la mia collera, ecco che questa può trasparire immediatamente sulla pelle, attraversata dai capillari, e arrossarla fi no a provocarmi lesioni. Ma perché dovrei trattenere la collera? Forse perché nel mio passato ho avuto un’educazione rigida che mi ha trasmesso quanto sia negativo esprimerla e come sia indispensabile mascherarla nelle relazioni. Oppure perché ci è stato insegnato che essere donna significa ricoprire un ruolo inferiore e quindi che l’uomo ha sempre ragione. Ma questo non è vero e può provocare molta rabbia...

APPROFONDISCI
Impara l'arte di semplificarti la vita

Elimina le gabbie mentali, così realizzi facilmente tutti i tuoi obiettivi

CONSIGLIATO PER TE
I test che ti svelano la tua vera personalità

Bastano pochi minuti per scoprire le nostre qualità nascoste

AGGIUNGI UN COMMENTO
Vuoi ricevere aggiornamenti sull'argomento?
Iscriviti alla nostra newsletter
Test della settimana
Cosa vorresti eliminare del tuo carattere?