Supera così le insoddisfazioni di ogni giorno
Tu | fiducia in se stessi

Supera così le insoddisfazioni di ogni giorno

Molti pensano di avere motivi più che validi per essere scontenti, ma si tratta sempre di cause esterne: l’unico alleato per rifiorire è lo sguardo interiore

Consideriamo alcuni modi consueti di giudicare la propria felicità: “Sono felice perché ho ottenuto una promozione al lavoro. Sono felice perché ho comprato la macchina o la casa che volevo. Sono felice perché ho vinto una sfida importante”. Gli esempi potrebbero moltiplicarsi ed essere anche “girati” al negativo: “Non sono felice perché non mi promuovono, perché non riesco a cambiar casa, perché lui o lei non mi capisce”…Ha davvero bisogno di un motivo la felicità? In realtà, no. Se la felicità è sempre in funzione di qualcos’altro significa che non ha valore in sé, che non è uno scopo ma un semplice mezzo. È una felicità molto scadente. Se siamo felici per qualcosa, abbiamo sempre bisogno di qualcosa. Ma raggiungere le proprie mete non è essenziale per la felicità? Io mi impegno molto per far andare la mia vita nel modo giusto, direbbe qualcuno, perché non sono soddisfatto di come va…

Ti manca sempre qualcosa? Prova a fare così

Se sei felice per qualcosa, passerà…

Proviamo a pensare per un attimo a quante cose abbiamo, rispetto agli uomini di 100 o 200 anni fa? Tantissime, eppure pur avendo tutto o quasi, ci sentiamo perennemente insoddisfatti. L’uso continuo della parola “insoddisfazione” smaschera in realtà la presenza di uno schema mentale tanto diffuso quanto errato: siccome pensiamo che la felicità abbia un valore di tipo quantitativo (più ottengo, più sono felice) consideriamo il suo contrario come una mancanza. Dunque riteniamo la felicità come la somma del dare e avere dalla vita, la differenza tra la realtà e le nostre aspettative. Così facendo, l’insoddisfazione regnerà sovrana per tutta la nostra vita…

Gioia e dolore non hanno cause esterne

C’è di più: cosa ci rende davvero insoddisfatti? Pensiamo davvero di saperlo? Non è così: la sofferenza dell’anima non mai cause esterne. Guardiamo meglio dentro e stiamo con la sensazione che proviamo (ad esempio, la tristezza) senza legarla a delle cause esterne. Quello che si scopre comportandosi in questo modo è spesso stupefacente: dopo poco tempo ci si accorge che le cause presunte della nostra insoddisfazione sfumano all’orizzonte, come un tramonto che ogni inevitabilmente avrà termine…

Leggi anche: sei eternamente insoddisfatto? Abbandona le zavorre mentali

Intoppi difficoltà e imprevisti sono benedizioni

Ma allora, si dirà, è inutile lottare per raddrizzare ciò che non va nella vita? Non solo è inutile, ma è anzi dannoso. Più lotti, più ti confondi. L’azione giusta è semplice e lineare e si forma da sola se lasci spazio al mondo interno. Il più delle volte quelli che a noi paiono intoppi o inconvenienti sulla strada del nostro successo, sono in realtà occasioni propizie per entrare in contatto con la nostra natura profonda, con i lati di noi che non conosciamo, con la vera felicità. Nei percorsi imprevisti troviamo la nostra vera strada. Che cos’è l’imprevisto? Un’identità non prevista. Se tu non stai bene o non riesci a fare qualcosa, forse saprà farlo o esserlo quell’altro te. Se sei anche altro, sai fare anche altro. La felicità non è altrove, ma qui con noi, sempre…

L’anima ride quando realizza la propria natura

La felicità, quella che ci porta all’autorealizzazione, non dipende certo dall’esterno, dai successi o dagli insuccessi, dall’accumulo o dalla perdita, da un buon matrimonio o da uno cattivo: l’anima è contenta quando realizza la propria natura. La vita non è una gara e la felicità non è un premio. La felicità è lungo il percorso, anzi la felicità è il percorso. La meta è qua. Tu sei la meta: il percorso è uno sguardo differente. I doni della vita sono qua. I disagi sono viaggi mancati. Sono i percorsi non intrapresi, le avventure snobbate, i lati di te rigettati. È come se la vita ti dicesse: non accontentarti, non banalizzare quello che sei, non cercare oggetti, non progettare.

In più: realizzarsi è sempre possibile, se fai le mosse giuste

TAG
INSODDISFAZIONE
TRISTEZZA
GIOIA
FELICITÀ
PSICOLOGIA
APPROFONDISCI
Impara l'arte di semplificarti la vita
Impara l'arte di semplificarti la vita

Elimina le gabbie mentali, così realizzi facilmente tutti i tuoi obiettivi

CONSIGLIATO PER TE
I test che ti svelano la tua vera personalità
I test che ti svelano la tua vera personalità

Bastano pochi minuti per scoprire le nostre qualità nascoste

AGGIUNGI UN COMMENTO
Iscriviti alla newsletter RIZA e ricevi notizie e suggerimenti per prenderti cura di te!
Test della settimana
Test della settimana
Come vivi le tue paure?