Quando i compromessi minano l'autostima
Tu | fiducia in se stessi

Quando i compromessi minano l'autostima

Accettarli sempre significa arrendersi e allontanare l'autostima: se trasformiamo le avversità in una sfida scopriremo in noi stessi risorse insospettate

Chi vive di compromessi arretra nella vita

Ci sono davvero tanti luoghi comuni su ciò che la vita è e su come va affrontata. Filosofie spicce e perle di banalità che possono diventare lo sguardo dominante sulla realtà e condurre proprio nella direzione da esse indicata. Se uno è convinto, ad esempio, che la felicità sia qualcosa di raro e improbabile, non riuscirà mai a godersi le cose e avrà solo brevi scampoli di gioia e ben poca autostima. Se fin da piccolo ha imparato a guardare la vita come un luogo pericoloso nel quale il massimo che si può ottenere è "contenere i danni", il meglio che gli può capitare sono piccole tregue dall'ansia e dalla paura. Anche in questo caso a soffrirne sarà l'autostima.

Venire sempre a patti non fa bene all'autostima

Quando queste idee sono radicate, se anche capita qualcosa di bello non ci si può credere, non si riesce a riconoscerlo. E comunque "non può durare". In tal modo la filosofia di vita, che di solito è stata appresa dalla famiglia di origine e che dunque ha pure una sua autorevolezza, acquisisce ancora più forza. Intere esistenze trascorrono sotto la pesante influenza di questi modelli di pensiero. Tra questi ce n'è uno, molto dannoso, che vede la vita come un Grande Compromesso, in cui niente è mai come si auspica o si sogna. È uno sguardo castrante che toglie spontaneità alle azioni e alle scelte e che porta la persona verso una frustrazione continua e l'allontana dalla naturale autostima.

Autostima significa: qualche compromesso sì, ma non su tutto!

Ora, che la vita richieda adattamenti e compromessi non è certo un segreto. Ma non si comprende perché accettare appunto i compromessi debba essere diventare un abito mentale da indossare sempre. In molti casi è proprio grazie alle difficoltà e all'impossibilità di percorrere la strada desiderata che si scoprono qualità e risorse insospettate, che si approda a qualcosa di nuovo e di sorprendente. Anche questo favorisce l'autostima. Non dimentichiamo che una vita in cui dovessero realizzarsi le cose esattamente nel modo in cui lo desideriamo sarebbe un'evenienza non positiva sia per lo sviluppo psichico (che perderebbe dinamismo e stimoli) sia perché spesso le cose che vogliamo, per "come" le vogliamo, non fanno realmente per noi. Crediamo di volerle così ma non è vero.

L'autostima cresce quando ti liberi degli schemi mentali

Se si percepiscono troppi compromessi vuol dire che abbiamo troppi schemi  e aspettative dettagliate, che vanno abbandonati. Poi, quand'anche ce ne troviamo di fronte uno, va eliminato l'atteggiamento di passività. Di fronte a qualcosa che non corrisponde alle attese possiamo fare molto, anche quando non si può cambiare strada: cercare nuovi linguaggi, comportamenti, modi di considerarsi. Oppure non intervenire, lasciare che le cose si modifichino da sole, ma senza giudicarle. Un albero quando cresce "deve" scendere a compromessi con la natura del terreno, con il clima, con le piante vicine, ma non per questo non si realizza come albero. Anzi, a volte assume forme peculiari e meravigliose

TAG
AUTOSTIMA
APPROFONDISCI
Il giornale dell'Autostima - Luglio/Agosto 2017
Il giornale dell'Autostima - Luglio/Agosto 2017

Star bene con te stesso è l'unica cosa che conta

CONSIGLIATO PER TE
Il giornale dell'Autostima - Settembre/Ottobre 2017
Il giornale dell'Autostima - Settembre/Ottobre 2017

Quali sono i falsi problemi che possono mettere a rischio la nascita di un am...

AGGIUNGI UN COMMENTO
Iscriviti alla newsletter RIZA e ricevi notizie e suggerimenti per prenderti cura di te!
Test della settimana
Test della settimana
Come vivi le tue paure?