L'aiuto pratico
Ascolta l'interiorità e prendi la strada giusta

Spesso capita di fare scelte sbagliate per dimostrare qualcosa agli altri o per superare i propri limiti: ascolta solo te stesso e troverai quel che fa per te

L’interiorità è il centro del nostro essere e da come la "trattiamo" dipendono felicità e salute: il rapporto con il nostro mondo interiore è l'indicatore fondamentale del nostro benessere. Star bene con noi stessi però non vuol dire essere sempre equilibrati, costanti e decisi, ma fare attenzione a non restare immobilizzati in un’immagine ideale ma lontana da noi. Quanto più ci poniamo in un atteggiamento di ascolto, tanto più l’interiorità ci arricchisce con le sue grandi potenzialità creative. A riguardo, ci scrive Alberto, un giovane universitario: “Sono arrivato al 4° anno di medicina nutrendo fortissimi dubbi sulla scelta di questo percorso che, con il passare del tempo non riesce ad appassionarmi: mi fa persino impressione la vista del sangue! Per la maggior parte del tempo è una lotta più che un piacere, uno sforzo e un dovere più che una passione. Non so perché ho scelto questo percorso, forse per superare i miei limiti, per ambizione, per voler dimostrare qualcosa a qualcuno. La parte di me più ambiziosa che punta alla perfezione, al voto più alto alla facoltà più difficile, si scontra con quella parte che vorrebbe solo essere felice, trovando le proprie passioni.” 

Il perfezionismo non è un alleato, è un demone 

Il problema di Alberto non è la facoltà che ha scelto, ma il rapporto con il suo mondo interiore. Ancora prima di iniziare il suo percorso universitario, aveva timore degli aghi, del sangue e delle malattie: sarebbe stato un segnale forte da prendere in considerazione prima di imboccare una lunga strada come quella che Alberto ha deciso di percorrere. La smania di superare i limiti e l'ambizione l’hanno spinto a lottare contro il demone del perfezionismo che lui stesso ha creato. La tentazione costante di guidare noi stessi, la propensione a volerci domare e a sottomettere le emozioni, allarmano il mondo interiore. Quasi tutti i nostri disagi, dalla depressione all’ansia, dal panico all’insicurezza, nascono così: ecco perché è fondamentale che il rapporto con l’interiorità sia fluente. La chiave per stare bene ed evitare rischi per la salute e ritrovare un corretto rapporto con l’interiorità è smettere di voler correggere o cambiare ciò che spontaneamente emerge da dentro. 

Non ascoltare il giudizio degli altri 

L’email di Alberto continua: “Guardando alcune persone ho capito come sia bello battersi e mettersi in gioco per ciò in cui si crede, fare qualcosa che appassioni... Mi manca tutto questo e ne sono consapevole. Dall’altra parte però i dubbi e le paure di lasciare un percorso quasi concluso, le parole dei miei genitori e dei miei amici mi fanno cadere nel baratro dell’incertezza. Non sono consapevole delle mie passioni, non so cosa voglio dalla mia vita, non so se medicina un giorno mi piacerà o se avrò il coraggio di lasciare i binari che sto percorrendo, ma sicuramente non sono una persona felice.” Nel corso della vita capita spesso di sentirsi inadeguati quando le nostre idee o il nostro modo di vedere la realtà non sono approvati da chi ci circonda. In questi casi il mondo può sembrare ostile e sentiamo su di noi una forte pressione che ci porta a diventare ansiosi e insicuri: per questo motivo le parole dei genitori di Alberto lo fanno cadere nell’incertezza più totale. Tutti hanno in testa un modello di perfezione che ci vuole sempre sicuri, sereni e intelligenti ma più cerchiamo di somigliare a quel modello, più coltiviamo la disistima. Il problema non è l’incertezza, è l’idea di perfezione, è lei la malattia che l’anima cerca di combattere.

APPROFONDISCI
Realizzare se stessi

Ti hanno detto che per essere felici devi cercare di migliorarti e cambiare, ...

AGGIUNGI UN COMMENTO
Vuoi ricevere aggiornamenti sull'argomento?
Iscriviti alla nostra newsletter
Test della settimana
Cosa vorresti eliminare del tuo carattere?