La dieta anti cellulite: dille addio per sempre
Mangiare sano

La dieta anti cellulite: dille addio per sempre

Alla base della cellulite ci sono quasi sempre gli errori a tavola, la vita sedentaria e l’abbigliamento eccessivamente stretto o in materiale sintetico: scopri come combatterla.

Che cos’è la cellulite

La cellulite è un’alterazione dello strato di grasso che si trova sotto la pelle. Si forma soprattutto a livello di cosce, fianchi e glutei, ma può fare la sua comparsa anche su braccia e viso. La cellulite si forma perché l’organismo non riesce a liberarsi delle tossine raccolte dalla linfa per eliminarle; si formano quindi stati infiammatori e la circolazione linfatica e venosa si fa più difficile.

LEGGI ANCHEProblemi con la cellulite? Fai il test

Le cellule di grasso (adipociti), di conseguenza, aumentano di volume a causa dei liquidi non eliminati e le fibre di collagene, la proteina che rende la pelle tonica ed elastica, si schiacciano e possono anche rompersi: così si forma la pelle a buccia d’arancia, condizione che può affliggere anche le persone magre.

Che cosa causa la cellulite

La formazione della cellulite è legata soprattutto agli ormoni sessuali femminili, che favoriscono la ritenzione di liquidi e il deposito di grassi, così come la familiarità con il problema. Tuttavia, sono gli errori alimentari, la vita sedentaria, il sovrappeso, il fumo, l’eccesso di alcolici e l’abitudine a portare indumenti stretti a risvegliare il problema o a peggiorarlo se già presente. Ecco perché è importante intervenire sull’alimentazione quotidiana e sullo stile di vita. Ecco come.

Cosa portare in tavola e cosa evitare: le 7 strategie per vincere la cellulite mangiando

1. La prima cosa da fare è ridurre il sodio. Questo è presente nel cloruro di sodio, il comune sale da cucina, ricordando che non va considerato solo quello che si aggiunge al cibo in cottura, ma anche il cloruro di sodio presente in affettati, formaggi, pane, cracker, grissini, fette biscottate e tutti gli altri prodotti da forno, cibi in scatola, patatine e snack simili, tutti alimenti da consumare con estrema moderazione o da eliminare. Il sale può essere sostituito con spezie e aromi (soprattutto zenzero e prezzemolo), oppure si può scegliere un sale iposodico.

2. È bene consumare i cibi ricchi di potassio, minerale antagonista del sodio, necessario per la regolazione dei liquidi corporei e stimolante della diuresi. Lo si trova in kiwi, banane, ananas, patate, asparagi, broccoli, verza, porri, spinaci, finocchi, fagioli, fave, piselli, pesce, mandorle, noci e nocciole. Frutta e verdura sono ricche d’acqua: utilizzale anche come spuntino, accompagnandole con qualche mandorla, al posto di snack salati e merendine dolci, in quanto anche lo zucchero favorisce la ritenzione e andrebbe pertanto eliminato o ridotto al minimo.

3. Per migliorare l’ossigenazione dei tessuti è importante anche il ferro, che per l’appunto trasporta ossigeno in tutto l’organismo. Questo minerale si trova in carne, uova, legumi (soprattutto lenticchie, da consumare con succo di limone aggiunto per assorbirlo meglio) e verdure a foglia verde scuro.

4. Un altro elemento fondamentale nella lotta alla ritenzione è la vitamina C: consente la produzione di collagene, la proteina che tonifica i tessuti, compresi il tessuto connettivo le pareti dei vasi sanguigni e linfatici, rendendoli elastici. Oltre ad assumerla attraverso frutta e verdura, si può anche utilizzare un integratore da 500 mg a compressa da prendere 1-2 volte al giorno.

5. Per contrastare la perdita di elasticità del tessuto connettivo è necessario fare scorta anche di vitamina A che si trova in ortaggi di colore giallo, arancione, rosso e verde (sotto forma di carotenoidi), nelle uova, nell’olio di fegato di merluzzo, e anche di vitamina E, di cui sono ricchi la frutta e i semi oleosi, gli oli vegetali e il germe di grano.

6. È importante, ai fini del miglioramento della diuresi, l’apporto regolare di fibre, circa 25-30 g al giorno, da assumere sia attraverso la frutta e la verdura, sia grazie al consumo di legumi e di cereali integrali. Le fibre sono fondamentali perché, favorendo lo svuotamento intestinale, impediscono alle feci bloccate nel colon di “soffocare” i nodi linfatici che si trovano in quell’area, impedendo così il defluire dei liquidi in eccesso dall’organismo. Per la regolarità intestinale è utile anche l’assunzione di yogurt naturale con probiotici: ne basta un vasetto al dì, meglio se a colazione.

7. L’acqua è la miglior cura naturale contro la cellulite. Per essere sicuri che sia efficace al 100% è bene sapere quale acqua bere e in che quantità. Scegli quindi un’acqua povera di sodio (da 0,5 o meno a 2mg per litro) e bevine almeno 8 bicchieri al giorno. Manterrai idratato il corpo, la pelle sarà più luminosa e morbida, eliminerai più scorie tossine, potrai contrastare gli stati infiammatori e prevenire la cellulite.

LEGGI ANCHECellulite, sei rimedi naturali per eliminarla

Un esempio di menu anti cellulite

  • Colazione Tè verde, 70 g di pane integrale con 3 cucchiaini di marmellata di arance amare, 10 mandorle, 1 yogurt naturale con probiotici e 1 kiwi.
  • Spuntino 1 mela bio da mangiare con la buccia e 3 noci; in alternativa, 2 gambi di sedano con 2 cucchiaini di crema di olive.
  • Pranzo Sformato di patate e una porzione abbondante di verdure a piacere, da cuocere al vapore o saltare in padella con un filo d’olio.
  • Merenda 1 pera e 3 noci
  • Cena Insalata di pollo e lattuga; 60g di pane integrale o 30g di crostini da aggiungere all’insalata. Se si ha appetito, consumare anche una porzione di verdure cotte.

Ricetta dello sformato di patate per pranzo

  • Dosi per 4 persone
  • Difficoltà: facile
  • Tempo di preparazione: 15 minuti
  • Tempo di cottura: 30 minuti
  • Per celiaci: sì
  • Per vegani: no, ma è possibile sostituire le uova con 300g di tofu seta frullato
  • Kcal 290 a porzione

Ingredienti

  • 1kg di patate
  • 3 uova
  • 1 ciuffo di prezzemolo tritato
  • 2 cucchiaini di zenzero fresco grattugiato
  • pepe e noce moscata q.b.

Preparazione

  • lessa le patate ben lavate e con la buccia
  • pelale e schiacciale con lo schiacciapatate, unendo lo zenzero e una presa abbondante di pepe.
  • Unisci le uova intere e il prezzemolo tritato.
  • Mescola bene e spolverizza con noce moscata.
  • Amalgama con cura e versa il composto in una teglia ricoperta con carta da forno.
  • Cuoci nel forno caldo a 180°C per circa 30 minuti.

Questo sformato è ottimo anche tiepido o freddo.

Bevi un infuso a fine pasto

A fine pasto, puoi bere un infuso di piccioli di ciliegie. Preparalo così: versa 150 ml di acqua calda su 2 cucchiaini di piccioli di ciliegie taglio tisana. Filtra dopo 10 minuti e bevi.

Ricetta dell’insalata di pollo e lattuga per cena

  • Dosi per 2 persone
  • Difficoltà: facile
  • Tempo di preparazione: 10 minuti
  • Tempo di cottura: 8-10 minuti
  • Per celiaci: no se si usa pane integrale per accompagnare o se si aggiungono crostini. Se si serve con gallette di mais, riso, saraceno, amaranto o quinoa è adatta anche per celiaci
  • Per vegani: no, ma è possibile sostituire il pollo con 240g di tempeh alla piastra a tocchetti
  • Kcal 355 a porzione

Ingredienti

  • 300 g di petto di pollo
  • 1 cespo di lattuga
  • 1 gambo di sedano
  • 10 olive verdi denocciolate
  • 2 cucchiaini di zenzero fresco grattugiato
  • 2 cucchiai di olio d’oliva
  • 1 cucchiaio di succo di limone

Preparazione:

  • cuoci il petto di pollo intero in una padella antiaderente con 1 cucchiaio d’olio per 4-5 minuti per parte a fiamma medio-alta, poi taglialo a bocconcini.
  • Affetta il gambo di sedano mondato e lavato.
  • Spezzetta la lattuga, anch’essa mondata, lavata e asciugata.
  • Taglia le olive a metà in senso verticale.
  • Distribuisci sedano e lattuga nei piatti e disponi sopra i bocconcini di pollo e le olive.
  • Condisci con olio, succo di limone, zenzero gratugiato e servi in tavola.

L’infuso a fine cena

A fine pasto, puoi bere un infuso di foglie di betulla. Preparalo così: versa 150 ml di acqua calda su 2 cucchiaini di foglie di betulla taglio tisana. Filtra dopo 5 minuti e bevi.

TAG
CELLULITE
APPROFONDISCI
Via la cellulite in 4 mosse
Via la cellulite in 4 mosse

Come combattere la cellulite e cancellare gli inestetismi con un'efficace str...

CONSIGLIATO PER TE
Curarsi Mangiando
Curarsi Mangiando

Abbonamento 12 numeri

AGGIUNGI UN COMMENTO
Iscriviti alla newsletter RIZA e ricevi notizie e suggerimenti per prenderti cura di te!
Test della settimana
Test della settimana
Come vivi le tue paure?