Bellezza
Automassaggio contro la cellulite
Un automassaggio di un quarto d'ora al giorno stimola i tessuti a riassorbire grasso e ristagni e aiuta contro la cellulite: come eseguirlo in modo efficace

Il massaggio è un rimedio antichissimo che ha la funzione di attivare le risorse di tutto l'organismo, stimolando la circolazione, rimuovendo le sostanze di scarto e tonificando il corpo. Ma i suoi effetti non sono solo fisici, ma anche psicologici. Se pensiamo alla pelle come al confine tra l'interno e l'esterno, è facile comprendere che massaggiare la cute significa anche, in qualche modo, entrare in contatto col proprio "io". Nel caso della cellulite, questo contatto mira specificamente a  risvegliare le emozioni, sciogliendo con tocchi mirati i nodi emotivi, i blocchi e le paure che si sono col tempo "condensate" nelle parti colpite dalla cellulite.

Per praticare l'auto-massaggio, segui queste regole generali.

- Scegli un momento tranquillo della giornata, in cui puoi dedicarti senza distrazioni a queste preziose e utili "coccole".

- Cerca di farlo ogni giorno, la sera, per almeno 15-20 minuti.

- Evita di cominciarlo con le mani fredde o sudate.

- Il massaggio contro la cellulite deve essere lieve, morbido e non procurare mai dolore. Sull'addome deve essere particolarmente leggero, sulle gambe va effettuato dal basso verso l'alto. 

- Aiutati con un olio essenziale di tuo gusto. 


Come fare un buon automassaggio contro la cellulite

Il massaggio ideale per trattare la cellulite è dolce e morbido. Procedi per gradi nei diversi tipi di manipolazione, avendo cura di mantenere un tocco delicato, che non produca mai dolore.

1. Strofinamento leggero: incomincia accarezzando in modo appena marcato le zone da trattare. Fai la stessa cosa al termine del massaggio.

2. Manovra "a collana": metti le mani distese lungo le caviglie davanti e dietro, in modo che si congiungano i pollici da una parte e i mignoli dall'altra. Risali così fino all'inizio della coscia, premendo più decisamente sulla pelle. Insisti in questa fase su caviglie, polpacci e ginocchia.

3. Dissociazione: forma una piega nella zona dove è più evidente la cellulite, quindi stringila tra le dita e tirala col pollice di una mano in un senso, spingendo con l'altra mano in direzione opposta. È bene non insistere a lungo sullo stesso punto, ma formare una nuova piega a ogni movimento, privilegiando in modo particolare i polpacci e le cosce.

4. Impastamento: in questa fase, potenzia il movimento precedente "impastando" il maggior spessore possibile di pelle, proprio come si fa con la pasta del pane. Questa manipolazione è da effettuare soprattutto sulla parte alta delle cosce, fianchi e glutei.

5. Schiacciamento: solo su cosce e glutei, stringi le mani a pugno e impasta con l'aiuto delle nocche le masse di cellulite.

6. Pressione: ritorna alla fase iniziale, toccando il corpo a mani distese, dalle caviglie fino all'inguine. Così si riattiva la circolazione.

Il consiglio in più: prima, sempre la doccia

Prima di procedere con il massaggio anti-cellulite, è buona norma sottoporsi a una rapida doccia fresca: provocherà una contrazione benefica dei vasi sanguigni che irrorano il tessuto cutaneo.

 

APPROFONDISCI
Il formidabile cocco

Abbassa la pressione, regola il colesterolo, fa dimagrire e rigenera il cervello

CONSIGLIATO PER TE
I meravigliosi burro di Karité e olio d'Argan

Il burro di Karité e l’olio di Argan si ricavano dai semi di due...

AGGIUNGI UN COMMENTO
Vuoi ricevere aggiornamenti sull'argomento?
Iscriviti alla nostra newsletter
Test della settimana
Come affronti una delusione amorosa?